10 consigli prima di partire per un viaggio a Cuba

Prendete appunti e seguite i consigli della nostra blogger Serena Puosi.  Un’isola caraibica unica al mondo, una storia eroica e una cultura fiera, città che riservano sorprese e una natura incontaminata… questo e molto altro vi aspetta a Cuba e in questo post trovate tutti i consigli che cercate prima di partire per un viaggio indimenticabile. Scopri tutti i voli per Cuba.

1. Cose da fare prima di partire: biglietto aereo, visto e assicurazione sanitaria

La prima cosa da fare è acquistare un volo per Cuba, dopodiché servono un passaporto in corso di validità, un visto chiamato “tarjeta turistica” rilasciato dal consolato cubano nel paese di appartenenza o dalle agenzie di viaggio prima di partire e un’assicurazione sanitaria obbligatoria. Il costo del visto è 25€ e ha una validità di 30 giorni prorogabile di altri 30.

2. Clima a Cuba: quando è meglio andare?

Cuba ha un clima tropicale moderato e qualsiasi mese dell’anno è l’ideale per visitarla e si può andare al mare tutto l'anno. Il mese di agosto è il più caldo con temperature che raramente superano i 35 gradi in estate e gennaio il mese più fresco, ma comunque la temperatura di notte difficilmente scende sotto i 12 gradi. L‘alta stagione corrisponde ai periodi di Natale, Pasqua e intorno al 26 luglio, quando i cubani celebrano l'anniversario della rivoluzione.

3. Dove dormire a Cuba?

Il modo più economico e autentico per soggiornare a Cuba è dormire in una casa particular. Le case sono gestite da famiglie con regolare licenza statale e accolgono i viaggiatori riservando loro una stanza e un bagno privato e fornendo tutta l’assistenza necessaria come pasti (da concordare), informazioni turistiche e prenotazioni di altre case in giro per Cuba. Personalmente la consiglio come esperienza, ma esistono anche le classiche alternative di alberghi e resort. Qui trovi un sito che può tornarti utile per trovare una casa.

Avana-Cuba
Avana-Cuba

4. Monete a Cuba: come si paga?

A Cuba vige una doppia economia e si può pagare in CUC, i pesos convertibili, cioè la moneta dei turisti, o in CUP, la moneta nazionale con cui sono pagati gli stipendi. Per un breve viaggio potreste aver bisogno solo dei CUC, ma fa comodo avere anche qualche CUP per cose come la frutta e la verdura nei mercati o per una pizza cubana. Un CUC equivale a 25 CUP o 1€ (in questo momento). Potete cambiare i soldi presso le banche e le CADECAS (Casas de Cambio) ed è meglio avere i soldi in contanti perché i bancomat non sono tantissimi.

5. Come spostarsi a Cuba?

Una volta arrivati a Cuba ci si può spostare in taxi, in taxi collettivi (condivisi con altre persone), in bus (il mezzo più economico) oppure con voli interni. La linea ferroviaria, invece, è sconsigliata poiché i treni sono lenti e scarsi. Si può anche prendere un’auto a noleggio, ma meglio prenotale in anticipo.

6. Noleggiare una macchina a Cuba?

Se decidete di noleggiare una macchiana a Cuba dovete tenere a mente alcune informazioni. La prima è che la condizione delle strade non è ottimale: ci sono molte buche e la totale assenza di illuminazione quindi è sconsigliato viaggiare di notte. L’autostrada o carretera principal non è da intendersi come le nostre autostrade, ma come una strada lungo la quale potete trovare venditori di ogni cosa, persone che chiedono un passaggio, carretti trainati da cavalli, ecc. quindi prestate sempre molta attenzione. Per guidare a Cuba basta la patente italiana in corso di validità.

trinidad-cuba
trinidad-cuba

7. Telefono e Internet a Cuba

ETECSA è la compagnia telefonica nazionale cubana e in ogni cittadina si trova un centro di telefonia con accesso a Internet. In questi centri si possono acquistare le carte telefoniche così come le schede dati per navigare, ma solo in alcuni punti prestabiliti delle città (li troverete facilmente perché saranno gli unici posti dove vedrete persone chine sui telefoni). Se pensate di utilizzare tanto il telefono conviene comprare una scheda cubana.

8. Sicurezza a Cuba

Nel complesso, Cuba è un paese sicuro. Bisogna ovviamente sempre prendere le usuali misure di sicurezza, poiché capitano furti, borseggi e raggiri da parte dei cosiddetti “jineteros”, persone che offrono servizi di ogni genere dietro compenso o con l'intenzione di ricevere qualche aiuto. Meglio evitarli anche se possono essere insistenti. L’accattonaggio è abbastanza diffuso (con richieste di soldi, penne, sapone, dolciumi e latte per i neonati).

teatro-nacional-avana
teatro-nacional-avana

9. Mangiare a Cuba

La cucina tipica è chiamata criolla, economica e semplice. La base di questa cucina che è un misto fra quella spagnola e africana è costituita dai prodotti locali, come carne di maiale, manioca, riso e fagioli neri, pollo, banane fritte, aragoste, gamberoni e pescato del giorno. Su tutta l’isola si trovano sia ristoranti turistici sia paladares, piccoli ristoranti a conduzione familiare con prezzi veramente economici.

10. Viaggiare con i bambini a Cuba

Per quanto Cuba sia una meta kids-friendly, non dovete aspettarvi fasciatoi, seggiolini e comodità per i bebè. Quello che la rende una meta adatta ai bambini è la cordialità delle persone e l’attenzione dei cubani nei confronti dei piccoli viaggiatori. Vi consiglio di portarvi da casa tutto quello che vi serve per i bambini in modo da non dover girare a vuoto per cercare pannoloni, pappe, seggiolino per l’auto, vestiti, medicine. Siete mai stati a Cuba? Avete altri consigli da aggiungere?