10 trucchi per fotografare i paesaggi

Regole e trucchi per migliorare le foto di paesaggi ed ottenere immagini dinamiche e interessanti da condividere sui social. Oggi si sente spesso parlare di fotografia di paesaggi, una branca della fotografia di viaggio che si concentra nella ripresa degli scenari naturali. Grazie alla diffusione di cellulari con fotocamere sempre più potenti, quest'arte è ormai alla portata di tutti ma conoscere i fondamenti della tecnica può fare la differenza tra produrre immagini standard e foto che colpiscono l'attenzione di chi le guarda. Prima di vedere quali sono 10 trucchi per fotografare i paesaggi, è bene fare un passo indietro e chiedersi che cosa significhi realmente fotografare un paesaggio. Quando scattiamo la foto di un paesaggio non stiamo soltanto mostrando un luogo, ma ne stiamo raccontando l'essenza, l'anima stessa, fatta non solo di scenari ma anche di atmosfere, silenzi o suoni che, nonostante i limiti naturali della fotografia, con uno scatto d'effetto potremo riuscire a includere nella nostra immagine. Vediamo allora quali sono le tecniche e i trucchi per realizzare fotografie di panorami sensazionali.

Aumentare la profondità di campo

paesaggio di montagna
Una foto con alta profondità di campo, in cui tutti i piani dell'immagine risultano nitidi

La prima fondamentale regola per fotografare un paesaggio è quella di lavorare con la massima profondità di campo per ottenere scene nitide su tutti i piani di ripresa. Per farlo è necessario agire manualmente sul valore del diaframma settandolo in valori alti (tra F/8 ed F/22 a seconda delle condizioni di luce). Se non disponiamo di una macchina o di una app fotografica che permetta l'impostazione manuale, basterà selezionare la modalità paesaggio per garantirsi foto nitide. Attenzione però: un diaframma con valori alti, quindi chiuso, significa anche meno luce che entra nell'obiettivo e quindi maggiore possibilità di foto mosse. Il problema si risolve con un treppiede, anche uno piccolo da appoggio, o sistemando la macchina su un sostegno ed utilizzando l'autoscatto per evitare vibrazioni.

Focalizzarsi sulla luce

La luce della sera
La luce calda della sera carica il paesaggio di poesia

Più ci si addentra nell'arte della fotografia più si comprende l'importanza della luce, elemento determinante nella riuscita di uno scatto. La diversa luce del giorno crea effetti totalmente diversi sulla ripresa di un medesimo paesaggio. Le ore centrali della giornata sono di solito le meno indicate perché la forte luce del sole crea ombre dure non sempre gradevoli, ma di contro restituiscono colori brillanti e vivaci. Le prime ore del mattino o la calda luce della sera sono invece l'ideale per effetti romantici e fiabeschi.

Ridurre il rumore

Il termine di "rumore digitale" in fotografia indica l'effetto grana che hanno alcune foto scattate in condizioni di scarsa luminosità, quando per ovviare al problema si alza il valore di sensibilità ISO. Nonostante le moderne fotocamere abbiamo un rumore limitato anche a valori di ISO alti, è bene sempre evitare di eccedere e rimanere su valori entro i 400 ISO. La soluzione anche qui è munirsi di un treppiede e scattare in modalità autoscatto, per mantenere gli ISO bassi anche con luce scarsa. Tutte le più moderne fotocamere ed app prevedono la gestione manuale degli ISO. Nel caso di foto destinate ai social e, quindi, ad una visione principalmente da mobile, la ridotta dimensione degli schermi rende meno visibile il rumore digitale, permettendo di usare valori di ISO anche fino ad 800-1000.

Seguire la regola dei terzi

tramonto
Il soggetto principale risulta posizionato all'incrocio delle linee che costituiscono la griglia dei terzi

Molte foto di paesaggi, pur essendo belle, risultano noiose perché mancano di elementi che le rendano dinamiche. Per guidare l'occhio nella visione dell'immagine è bene riprendere la scena secondo la regola dei terzi. Per seguirla basta visualizzare la griglia disponibile su display e mirini di tutte le fotocamere e cellulari, che divide lo schermo in 9 parti uguali. Basterà fare in modo che il soggetto si trovi in uno dei punti di intersezione delle linee per ottenere uno scatto dinamico e coinvolgente.

Raddrizzare l'orizzonte

Albero
Un orizzonte parallelo al piano di ripresa è un elemento fondamentale delle foto di paesaggi

Molto spesso si vedono fotografie di spiagge o altri paesaggi in cui l'orizzonte è inclinato. Una linea cadente crea un effetto sgraziato e disarmonico, rendendo brutta una foto potenzialmente interessante. Oggi non esistono soltanto svariate app in grado di correggere questo difetto in pochi clic, ma gli stessi programmi di pubblicazione dei diversi social network incorporano tool per raddrizzare l'orizzonte storto. Bastano pochi secondi per migliorare una foto e renderla godibile per tutti!

Questione di punti di vista

Orizzonte
La linea dell'orizzonte bassa mette in risalto il cielo

Se le regole sopra descritte sono un'ottima base di partenza, per produrre foto interessanti è necessario però anche ricercare punti di ripresa insoliti ed originali, così da ottenere scatti dinamici. Se si fotografa una spiaggia, tenere l'orizzonte a metà dell'inquadratura produrrà un'immagine banale. Meglio abbassare o alzare la linea dell'orizzonte per dare più spazio al cielo o al paesaggio, così da creare un effetto più interessante e distinguerla così dalle centinaia di scatti simili che si trovano sui social.

L'importanza del soggetto

paesaggi
La presenza di un soggetto dà risalto al paesaggio

Per rendere un paesaggio più attraente un buon metodo è quello di inserire un soggetto (una persona che cammina, qualcuno fermo ad ammirare l'orizzonte, un albero solitario, animali al pascolo), possibilmente ritraendolo secondo la regola dei terzi. La sola comparazione tra la grandezza dello scenario e del soggetto daranno maggiore risalto alla scena.

Soggetto a fuoco

Che si usi una reflex, una compatta o la fotocamera del cellulare, prima di scattare è importante controllare il punto di messa a fuoco. Se inseriamo un soggetto per valorizzare il paesaggio ma questo viene sfuocato, la foto ne risulterà rovinata. Puntate il fuoco su ciò che è centrale nella vostra immagine e poi scattate!

Quale paesaggio scegliere?

campo di grano
Anche un soggetto apparentemente banale può risultare interessante

Non tutti i paesaggi restituiscono foto apprezzabili. Molti soggetti sono inflazionati: i social sono invasi di scatti di spiagge e tramonti. Si possono cercare paesaggi da riprendere anche nei luoghi più insospettabili, non solo quando si è in viaggio ma anche vicino a casa. Una collina, una pianura apparentemente insignificanti possono rivelarsi un soggetto straordinario in determinate condizioni meteorologiche o di luce. E non si deve sottovalutare nemmeno la potenza di un cielo nuvoloso, che può risultare più affascinante di un cielo soleggiato. Qualunque sia la vostra scelta, ricordate di guardare la scena da una prospettiva diversa, cercate soggetti e dettagli che possano raccontare la storia di quel momento e di quel luogo.

Le dominanti colori

Spiaggia di sera
Una spiaggia vuota ripresa nell'ora blu restituisce un'immagine affascinante pur in assenza di elementi d'impatto

Non sono solo i soggetti e gli scenari a fare le foto. Anche il colore è un elemento che può raccontare un luogo, soprattutto quando lo scatto presenta una forte dominante colore. La scena di un tramonto rosso infuocato, un paesaggio imbiancato di neve, una spiaggia all'imbrunire quando la luce si carica di blu, sono foto capaci di attrarre l'occhio anche in assenza di un soggetto o di uno scenario di forte impatto. Photo credits: Pixabay.com