48H+: ti disegno e ti racconto Roma

Abbiamo chiesto a Luca Golinelli, illustratore e travel blogger di Mi Prendo e Mi Porto Via, di raccontarci una destinazione. E gli abbiamo dato anche una matita. Ecco cosa ne è venuto fuori.

"Oggi mi è stato assegnato un compito. Un compito difficile. La definirei quasi un’impresa. Devo riuscire a rappresentare, in una semplice illustrazione, i simboli e i luoghi culto di Roma. Vi sembra facile? Come faccio a racchiudere in un disegno la bellezza e l’immensità della capitale, della “Città Eterna”? Da dove comincio?Da Villa Borghese? I suoi giardini sono l’attrazione della città che preferisco. Ci vado ogni volta che ho bisogno di pace e silenzio. Mettiamoci anche Campo dei Fiori, la piazza simbolo della libertà, qui dove Giordano Bruno fu arso vivo  e che oggi è uno dei luoghi più vivi e popolati di sera. Insieme a Trastevere, ovviamente. Dove migliaia di bar e localini fanno a gara per offrirti il miglior cibo della capitale.Dicono che uno dei simboli di Roma più riconosciuti all’estero sia la Fontana di Trevi. Sarà perché i turisti (e non solo) gettano una monetina  in cerca di amore e fortuna? O forse perché Anita Ekberg, con la sua scena iconica, ci ha lasciato un pezzo di storia del cinema italiano? Penso anche ai Fori Imperiali al tramonto. Che spettacolo! Vi svelo un segreto: la vista migliore si gode dal terrazzo del Complesso Vittoriano.Lo sapete che a Roma ci sono circa 900 chiese? Tutte bellissime e uniche. Ma con San Pietro vado sul sicuro. E mettiamoci anche il Pantheon, il tempio dedicato a tutte le divinità passate, presenti e future. Che è anche il mio monumento preferito. Ecco, ci siamo! Credevate davvero che avessi dimenticato il Colosseo?"