Amsterdam, 10 consigli per girarla coi bambini

  Se c'è una città europea nata per ospitare famiglie coi bambini probabilmente è proprio Amsterdam. Per quale motivo? Non ce n'è solo uno, sono almeno dieci. Andiamo a scoprire insieme quali sono.
  1. L'assenza di traffico automobilistico - Il grande centro storico della capitale dei Paesi Bassi è caratterizzato dall'assenza quasi totale di automobili, il che rende la città una meta ideale per chi vuole compiere lunghe passeggiate, senza il rischio di essere investito o di soffocare nello smog.
  2. Piacevoli crociere lungo i canali – Forse la caratteristica principale di Amsterdam è costituita dalla fitta rete di canali che la attraversa. Imperdibili sono le crociere, sia diurne che notturne alle quali si può prendere parte. Particolarmente suggestivo il periodo da novembre a gennaio in cui si svolge l'Amsterdam Light Festival, manifestazione che vede decine di istallazioni luminose create da artisti internazionali disseminate lungo i canali. Uno spettacolo per grandi e piccini.
  3. Noleggiare una bicicletta – Questo è un vero must ad Amsterdam. La bicicletta per gli olandesi non è un mezzo di trasporto, ma un vero e proprio stile di vita. Se il vostro bambino non è abbastanza grande per guidarne una o per affrontare il traffico ciclistico, potete stare tranquilli perché esiste la bakfiets, bici da carico. Non è nient'altro che una bicicletta modificata alla quale è stata installata una “vasca” in legno sul davanti, che rende possibile caricare fino a quattro bambini. Divertimento assicurato per tutta la famiglia.
  4. Scoprire gli zoo di animali domestici – Sono decine e sono sparsi per tutta la città. Permettono ai bambini di incontrare animali come galline, conigli, capre, agnelli che solitamente non vivono in zone urbane. A volte sono situati in piccoli parchi giochi, presenti in quasi tutti i quartieri.
  5. Visitare i musei – Come spesso accade i genitori non solo hanno il timore, ma addirittura la certezza di annoiare i propri figli visitando i classici musei. Questo però non avviene ad Amsterdam perché praticamente tutte le strutture hanno al loro interno una sezione dedicata al gioco e al divertimento dei più piccoli.
  6. Tuffarsi in piscina – Het Marnix non è una semplice piscina comunale. Situata in uno dei quartieri più belli della capitale, lo Jordaan, è un complesso formato da due piscine, una palestra, una spa, un centro benessere e un café. Grazie alle numerose attrazioni i vostri bambini non si annoieranno di certo. Il costo dell'ingresso è davvero economico.
  7. Entrare in un mulino a vento – Lo skyline di Amsterdam sarebbe impensabile senza le sagome di questi splendidi simboli di un'epoca che non c'è più. Visitare il loro interno può diventare una vera e propria avventura.
  8. Conoscere Anna Frank, l'eroina della città – Se camminando per le vie lungo i canali di Amsterdam incontrerete una perenne fila di persone in attesa di entrare in un edificio, molto probabilmente vi siete imbattuti nella casa di Anna Frank. Il suo diario ha conquistato i cuori di milioni di studenti che a scuola lo hanno letto per la prima volta. Visitare la sua abitazione è un obbligo per non dimenticare la sua drammatica vicenda e per tramandarla ai nostri figli.
  9. Passeggiare al mercato dei fiori – La piacevole passeggiata tra le bancarelle piene di coloratissimi tulipani lascia a bocca aperta tutti, anche i bambini!
  10. Visitare Micropia – Questo innovativo museo è totalmente dedicato ai microorganismi, in maniera originale: rende visibile l'invisibile. Associamo sempre alla parola “batteri” una connotazione negativa. Bene, Micropia è qui per sfatare questa maldiceria. Consigliato per i bambini dagli 8 anni in su.
Allora che ne dite, vi bastano questi dieci motivi per prenotare il prossimo volo per Amsterdam?