Amsterdam: 5 luoghi per iniziare a conoscerla un po’

Giovane, liberale, vibrante e multiculturale! Amsterdam per alcuni è la capitale top per un weekend di divertimento, secondo altri è un magnifico posto per una full immersion nella cultura olandese. Qualsiasi siano i vostri gusti, se è la prima volta che prenotate un volo per Amsterdam vi consiglio di non perdere questi highlight contrastanti per capirne le sue camaleontiche sfaccettature. Il museo di Anne Frank - Che voi abbiate letto il suo diario o meno, questa casa-museo è senza dubbio una pagina tangibile di una storia, se pur triste, da non dimenticare. Una tappa tra le stanze segrete dove si nascondeva Anne e la sua famiglia, un luogo per ricordare e far capire anche ai più giovani gli orrori - di un passato neppure troppo remoto - che non debbono ripetersi mai più. La casa di Anne Frank si trova a Prinsengracht 263 nel quartiere centrale del Mitte di Amsterdam, ad una quindicina di minuti a piedi dalla stazione. Per evitare la coda vi consiglio caldamente di acquistare i biglietti d’entrata online nel sito ufficiale del museo (9€ adulti, 4,5€ per i bambini). Se la fila è troppo lunga potreste sempre intrattenervi con i pancake di The Pancake Bakery, qualche porta più in sù. Il Nemo - A volte mi sento davvero orgoglioso di essere italiano, soprattutto quando mi imbatto nel genio tricolore a spasso per il mondo, proprio come quello del famoso architetto Renzo Piano che ha disegnato Nemo: il più grande museo della scienza dei Paesi Bassi. Bellissimo, non solo all’interno ma anche da fuori.. sembra una ‘grande nave’, un po’ futuristica, che veglia sul vecchio porto della città. Si può accedere gratuitamente alla sua terrazza. Oltre che offrire un eccezionale view point su Amsterdam, è sicuramente un posto perfetto per un po’ di relax, magari per riposare i piedi stanchi a conclusione di una giornata in esplorazione. Ah sapete che nei musei ci sono i cartelli “non toccare”? Beh, al Nemo l’imperativo è “toccate pure!” Ottimo per i bambini (ma anche per i grandi), per un divertente viaggio interattivo alla scoperta della scienza. Il museo di Van Gogh - La coda fuori da questo museo vi indicherà dove è l’entrata: tutti in fila per vedere le oltre 200 tele di ‘Vincent’, oltre a schizzi e disegni di questo artista dalla vita a dir poco inquieta. Concedetegli un paio di ore, sarà una full immersion ‘van-goghiana’ ammirando alcuni dei suoi più famosi capolavori, come “I girasoli” e “La camera di Vincent ad Arles” - che sicuramente avrete visto nei libri di di scuola- ma anche alcune sue insolite stampe giapponesi. A fargli compagnia anche le opere di alcuni suoi amici del ‘900. Occhio che il museo di Van Gogh, come la maggior parte dei musei di Amsterdam, chiude relativamente presto, in base al periodo dell’anno, alle 17.00 o alle 18.00 ma il venerdì rimane aperto fino alle 22.00; non avete più scuse per saltarlo! L’entrata è di €15, se avete deciso il giorno e l’orario della visita anche in questo caso meglio comprarlo online sul sito ufficiale del museo. Bloemenmarkt - Sarà anche il più famoso di Amsterdam, ma il piccolo mercato galleggiante dei fiori è sempre molto amato dai turisti, una piacevole passeggiata per inebriarsi dei profumi  e dei colori di tulipani e fiori provenienti da tutta l’Olanda.

amsterdam
amsterdam

I coffee shop - Si passa dai musei ai coffe-shop, Amsterdam è indubbiamente famosa anche per la sua cultura underground e l’atteggiamento liberale nei confronti della cannabis. Di recente girava voce di una legge olandese che ne vietava l’accesso ai turisti ma per il momento nella capitale è fuori discussione. Ce ne sono veramente tanti ad Amsterdam, ognuno con le proprie caratteristiche ed originali design. Anche se non fumate, una capatina per vederne uno, magari anche solo per bere una bibita, è una curiosa esperienza da fare per cogliere uno dei volti di questa città. Tranquilli, i coffe shop non sono luoghi malfamati e pericolosi, solo posti dove è concesso fumare all’interno… e dove a volte solo noi turisti ci facciamo riconoscere. Ve ne consiglio alcuni: Bluebird in cui ci sono vari schermi che danno video musicali o partite di calcio, ed i sui dolcetti sono ottimi, Greenhouse che è uno tra i migliori in città per la qualità dei suoi prodotti, si trova vicino al quartiere a luci rosse ed il Latsu che è frequentato principalmente dalle persone del posto, è intimo e riservato.

amsterdam volagratis
amsterdam volagratis

Qualche consiglio   Se avete in mente di visitare almeno 3 attrazioni tra quelle aderenti alla Iamsterdam Card vi consiglio di acquistarla, anche perché permette di viaggiare gratuitamente sui mezzi pubblici. C’è quella con durata di 24, 48 o 72 ore ma per un weekend opterei per la 48h, concentrando così le attività nei primi due giorni per poi concedervi un po’ di tempo per girarvela in tranquillità. Se volete provare la vera essenza di Amsterdam dovete affittare una bicicletta e aggirarvi tra i canali di questa città. Per raggiungere la stazione centrale dall'aeroporto di Schiphol (il più grande e frequentato) ci sono parecchi treni (uno ogni circa 15 min.) ma attenzione: i biglietti non si possono fare a bordo, solo in stazione, poi non venite a dirmi che non ve lo avevo detto!