Bangkok in un giorno: suggestioni dalla città degli angeli

Probabilmente leggendo questo titolo qualcuno avrà sgranato gli occhi, quindi togliamo subito ogni dubbio: Bangkok non si può vedere in un giorno. Può capitare però di avere poco tempo a disposizione, magari anche solo quello di uno scalo prima di volare altrove: se è il vostro caso, qui trovate qualche suggestione!

Templi

Il complesso di templi più imponente è quello del Palazzo Reale, con il Wat Phra Keo, il tempio con il Buddha di smeraldo: se avete solo un giorno di tempo e decidete di visitare questo posto, sappiate che poi non vi resterà molto tempo per vedere altro.

Bangkok, il Palazzo Reale. Cabiria Magni
Bangkok, il Palazzo Reale

Due alternative più veloci possono essere il Wat Pho, il tempio con la statua del Buddha reclinato, e il Wat Arun, il tempio dell'alba, che sorge sulle rive del Chao Praya.

Il Buddha del Wat Pho. Cabiria Magni
Il Buddha del Wat Pho
Wat Arun, Bangkok. Cabiria Magni
Wat Arun

Altri nomi tra cui scegliere sono quelli del Wat Khaek, o Sri Maha Mariamman Temple, un tempio indù su Silom Road, del Loha Prasat, in zona Dusit, particolarissimo nella sua struttura a più piani, e dell'Erawan Shrine, tristemente salito alle luci della ribalta a causa dell'attentato di cui è stato centro lo scorso agosto.

Sri Maha Mariamman Temple. Cabiria Magni
Sri Maha Mariamman Temple, esterno
Loha Prasat, dettaglio. Cabiria Magni
Loha Prasat, dettaglio

Chiudo con Il Wat Saket, la montagna dorata, dove il panorama è magnifico, in Chinatown.

In cima al Wat Saket, la montagna dorata. Cabiria Magni
In cima al Wat Saket, la montagna dorata

A spasso per la città

Parlavo di Chinatown: si tratta di uno dei quartieri più colorati e più vivi di Bangkok, concedetevi una passeggiata tra le sue vie e tra le sue bancarelle.

Le vie colorate di Chinatown. Cabiria Magni
Le vie colorate di Chinatown

Se invece volete passeggiare più in tranquillità, Lumphini Park, il cuore verde della città è il posto che fa per voi.

Relax a Lumphini Park. Cabiria Magni
Relax a Lumphini Park

Per rimanere in tema di oasi all'interno della città, un ultimo suggerimento: Jim Thompson House, una casa interamente costruita in tek, assolutamente da vedere.

Mercati

Il mercato più conosciuto di Bangkok è quello di Chatuchak, o JJ Market: è una città nella città, ma è aperto solo il sabato e la domenica; il mercato dei fiori invece è aperto tutte le sere, e si trova nella zona di Saphan Put: è un trionfo di colori tra cui rimanere incantati.

I colori del mercato dei fiori
I colori del mercato dei fiori

Bar tra le nuvole

Il modo migliore per salutare Bangkok prima di ripartire è quello di godersi un cocktail letteralmente tra le nuvole: il posto più famoso è lo Sirocco Bar del Lebua Hotel, conosciuto per il film "Una notte da Leoni 2", ma se posso dire la mia, il Vertigo Moon Bar del Banyan Tree Hotel è molto meglio: l'atmosfera più rilassata, e nessun vincolo di dress code!