Blog Tour in Giordania: Gadara, Gerasa e relax sul Mar Morto #VolagratisJN

Ci svegliamo poco dopo l'alba e quello che vediamo dalla finestra del nostro hotel ci dà la carica per affrontare una giornata intensa: prima visteremo antichi siti archeologici e poi, essendocelo meritati, godremo del relax sul Mar Morto. Partiamo verso Umm Qays, ovvero Gadara, un importante centro filosofico in epoca bizantina. Prima di arrivarci però ci fermiamo e facciamo qualche foto ad un cartello che ci ricorda di essere a soli 10 km dalla Siria. Arriviamo a Gadara dopo aver ascoltato Safyan, la nostra guida che ci informa sulla storia ottomana, turca e romana... Ci sentiamo già un po' presi da questa affascinante cultura. Oggi visitiamo alcune città commerciali romane, le cosidette decapoli che avevano la funzione di unire i possedimenti romani e potenziare il commercio della regione. Stiamo parlando del I secolo d.c. e i racconti di Sufyan ci rendono più comprensibile l'idea della vita vissuta circa 2000 anni fa. Umm Qays é soprannominata anche la città degli intellettuali. Fu luogo di nascita di alcuni famosi filosofi e poeti del mondo antico, come il filosofo cinico Menippo vissuto nel 3° secolo a.C, il poeta d’amore Meleagro e Filodemo. Ci affascina la spettacolare vista sul lago Tiberiade e sulle alture del Golan. Davanti a noi si stagliano Giordania, Siria, Israele e i Territori palestinesi. Il sito é famoso anche per un racconto biblico secondo il quale Gesù compì un prodigioso miracolo: liberó due uomini dai demoni, trasferendo questi in una mandria di maiali. Ci spostiamo poi a Gerasa, Jerash, detta anche la Pompei dell'Asia. Qui ammiriamo costruzioni maestose come l'Arco di Adriano, così chiamato e costruito nel 129 D.C. per commemorare la visita dell'imperatore Adriano. Prima visitiamo l'ippodromo, dove si esibivano i gladiatori, e ci spostiamo successivamente verso il foro, una bellissima piazza a forma ellittica delimitata da slanciate colonne. Accolti da un gruppo di autoctoni che suonano cornamuse, veniamo introdotti nel teatro sud, uno dei teatri meglio conservati del Medio Oriente. Scendiamo giù per il sito ascoltando la preghiera del Muezzin che danza assieme al vento e ammiriamo il sole che si nasconde dietro agli scavi. Ripartiamo per una breve sosta pranzo dove facciamo il nostro secondo incontro con l'hummus, deliziosa purea di ceci. Ma non solo di hummus ci si nutre, vi parleremo dei piatti prelibati di Giordania più avanti.

Gerasa
Gerasa

Dopo tanto camminare finalmente relax, arriviamo dopo quasi due ore di viaggio al Movenpick, lussuoso hotel sul Mar Morto che vanta una fra le dieci SPA migliori al mondo. Finalmente possiamo provare l'esperienza di galleggiare sulle acque salate del Mar Morto, siamo a più 400 metri sotto al livello del mare, il punto più basso al mondo. L'acqua è calda e oleosa, la pelle pizzica ma trasmette un senso di purificazione. Si galleggia incredibilmente, ricordatevi di non bagnare gli occhi e di non capovolgervi a pancia in giù, non é affatto facile girarsi. Dopo qualche minuto passato in acqua ci si ricopre con i fanghi che vengono fatti seccare e poi di nuovo in acqua. Dopo esserci concessi un bagno nel Mar Morto abbiamo finalmente provato l'Infinity Pool a picco sul mare e rilassandoci abbiamo aspettato il sole tramontare.

Mar Morto
Mar Morto

Diamo però la parola a Manuela Vitulli di Pensieri in Viaggio :)