Cosa vedere a Monaco in 48 ore

Che cosa vedere a Monaco in 48 ore? Da Marienplatz al Deutsches Museum, scopri i nostri consigli a fumetti e parti alla scoperta della città!

Si scrive Monaco, ma si legge (spesso) Oktoberfest, la sua festa più grande, quella che celebra la birra bavarese e che non ha certo bisogno di presentazioni.  La città tedesca, però, merita di essere scoperta e vissuta anche durante il resto dell'anno. Seguiteci in questo itinerario di due giorni.

Monaco in 48 ore

Cosa vedere a Monaco: primo giorno

Partite dalla piazza principale Marienplatz, dove si ergono l'uno innanzi all'altro l'Altes e il Neues Rathaus, il vecchio ed il nuovo municipio, costruiti rispettivamente nel '400 e nel '900.

Sulla facciata gotica del Neues Rathaus si trova il Glockenspiel, il bellissimo orologio carillon abbellito da statue che alle 11 e alle 12 di ogni giorno si animano al suono delle campane per la gioia di tutti coloro che accorrono ad ammirarlo. Sulla piazza si erge il campanile della chiesa di San Pietro, la più antica di tutta Monaco di Baviera, dalla cui cima potrete godere di uno splendido panorama sulla città. A pochi passi si trova il Viktualienmarkt (aperto da lunedì a sabato dalle 7 alle 19), il mercato più famoso della città dove si possono acquistare splendide ghirlande di fiori e decorazioni per la casa.

Monaco in 48 ore

La tappa successiva è la Frauenkirche, la cattedrale che domina Monaco di Baviera, la cui costruzione, in puro stile gotico, risale al 1400. Al suo interno custodisce un'impronta che si narra essere del diavolo in persona. Da qui ci si sposta verso la Residenz, la sontuosa reggia cittadina, uno dei palazzi più spettacolari di tutta Europa. Terminate la vostra giornata al Deutsches Museum, il più grande museo di scienza realizzato al mondo. 

Cosa visitare a Monaco: secondo giorno

Il secondo giorno potete dedicarlo alla zona dei musei, la Kunstareal, l'arte dell'arte, ovvero il quartiere costruito a metà ottocento per ospitare tutte le istituzioni legate all'arte. Qui si trovano le tre pinacoteche più importanti della città: Alte Pinakothek, Neue Pinakothek e Pinakothek der Moderne e il Lenbachhaus, il museo dedicato all’impressionismo, l’espressionismo e l’art Noveau. All'uscita rilassatevi al sole all'Englisher Market, il giardino inglese e polmone verde della città, dove è possibile passeggiare e nuotare, oppure dedicatevi allo shopping di lusso in Maximilianstrasse.

Monaco in 48 ore

Da non perdere a Monaco

Non si può andare a Monaco e non passare una serata a bere birra e a mangiare würstel in una delle sue storiche birrerie. Quelle assolutamente imperdibili sono Hofbräuhaus, la birreria più famosa della città, e Augustinerbräu, la birreria più antica fondata dai frati nel lontano 1300.

Per le vostre serate a Monaco vi consigliamo di andare a Schwabing, il quartiere degli artisti  in continuo fermento sia di giorno che di notte, e a Kultfabrik, che sorge in una ex zona industriale ed ospita ogni specie di divertimento.

Monaco in 48 ore

Visitare Monaco: un'ultima chicca

Lo sapevate che Monaco di Baviera fu la location del film Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato, il cult movie girato nel 1971 dal regista Mel Stuart? Ed ora vi lasciamo con l'illustrazione di Dilloconunfumetto.it su cosa fare a Monaco in 48 ore . cosa-fare-a-monaco-in-48h-fumetto