Andalusia: itinerario tra due culture

Tra tutte le regioni della Spagna, quella dell'Andalusia è sicuramente la più affascinante; qui si incontrano due culture differenti come quella occidentale e cristiana, e quella araba. Il risultato lo noterete subito nell'architettura, nella tradizione gastronomica e nell'atmosfera che si respira per le strade. L’Andalusia non delude mai: la bellezza delle città, dei paesini, del paesaggio, accontenta i gusti di tutti i viaggiatori. Se avete a disposizione almeno una settimana, vi consiglio di noleggiare un auto e organizzare un itinerario che tocchi tutte le città principali. Altrimenti, sceglietene solo una e immergetevi nella calda (in tutti i sensi) aria andalusa! Un consiglio: se volete godervi appieno le città, evitate i mesi più caldi come luglio e agosto, e preferite invece il clima più mite di maggio o settembre; in estate, infatti, le temperature arrivano facilmente a 40°!

Siviglia

Siviglia è la città principale della regione; è ricca di monumenti, di vita e di allegria per le strade. E passerete dall'architettura gotica della splendida cattedrale, la più grande cattedrale gotica del mondo, alla sua torre campanaria, la Giralda, costruita a partire da quello che era il minareto della moschea. Non fate i pigri e salite sulla cima della Giralda: non troverete scale, ma solo rampe che consentivano al muezzin di salire a cavallo! Andalusia, cattedrale di Siviglia Andalusia, la Giralda a Siviglia Giralda A Siviglia non perdetevi nemmeno la maestosità di Plaza de España. Andalusia: Plaza de Espana, Siviglia. Ma è nell’Alcazar, il palazzo Reale, che troverete una delle migliori espressioni di arte mudéjar. Questo tipo di architettura si caratterizza tra l'altro per i continui scambi e la comunicazione tra gli spazi interni ed esterni: resterete senza parole nelle sale dai soffitti e dalle pareti finemente stuccate e decorate, e nei cortili dai colori vivaci che spiccano sul bianco. Alcazar di Siviglia  Alcazar di Siviglia Alcazar di Siviglia  Alcazar di Siviglia Alcazar di Siviglia  Alcazar di Siviglia Alcazar di Siviglia  Alcazar di Siviglia

Granada

A Granada può succedere di girare l'angolo e di essere immersi nel profumo delle spezie vendute per strada, per poi assistere ad uno spettacolo di flamenco improvvisato. Andalusia: Flamenco a Granada Granada Granada Granada è ricca di tesori: di sicuro il più famoso è l'Alhambra, un vero e proprio simbolo del dominio musulmano sulla città, e Patrimonio dell'Umanità dichiarato dall'UNESCO. Il sito, originariamente una cittadella militare, è composto da diversi palazzi, arricchiti da cortili interni, giardini e fontane: impossibile non rimanere colpiti dal contrasto tra l'interno così aggraziato e l'esterno da fortezza militare. Anche qui, come nell'Alcazar, infiniti stucchi, archi e colonne vi faranno rimanere a bocca aperta.
Alhambra, Granada
Il soffitto della Sala de Dos Hermanas, Palacio de Dos Leones.
IMG_9808_gimp2 Alhambra, Granada IMG_9804_gimp Alhambr, Granada La visita dell'Ahlambra si conclude con il suo gioiello fiorito, i giardini della residenza reale estiva, il Generalife. Generalife, Granada Generalife, Granada Generalife, Granada Quando arriva il tramonto, andate ad ammirare il palazzo dal punto più alto della città: capirete perché l'Alhambra viene chiamata così. Le ultime luci del giorno colorano di rosa le sue pareti e le cime della Sierra Nevada dietro: è uno spettacolo unico. IMG_9867-2 A Granada non dimenticate poi di perdervi nell'Albayzin, il quartiere che ha conservato le viuzze, i cortili interni e i terrazzini del dominio arabo. Magari la sera potrete fermarvi in uno dei tanti locali e gustare un tè aromatico e una delle dolcissime specialità della cucina locale. E proprio in questo quartiere si trova il punto migliore da cui poter ammirare l'Alhambra: il mirador San Nicolas. IMG_9951_gimp IMG_9921

Cordoba

Cordoba è la città della Mezquita, la grande moschea, e adesso cattedrale, espressione dell'arte mudejar. Entrati nella Mezquita, verrete colpiti dall'infinita foresta di colonne e dalla ricchezza dei decori. La Mezquita, Cordoba La Mezquita, Cordoba La Mezquita, Cordoba La Mezquita, Cordoba Quando arriva la sera, mano a mano che il cielo si fa blu e si accendono i lampioncini intorno, le grandi porte si illuminano di luce riflessa e l’intera moschea-chiesa sembra uno scrigno prezioso. La Mezquita, Cordoba La Mezquita, Cordoba Cordoba Il centro storico di Cordoba poi è quello che rappresenta l'idea comune dell'Andalusia: viuzze strette, muri bianchi, piastrelle colorate e vasi appesi alle pareti, bouganville e gelsomino… impossibile rimanere indifferenti! Cordoba  Cordona Cordoba

Malaga

Malaga è una città senza dubbio diversa da tutte le altre, forse la meno andalusa tra quelle che ho visitato, ma piena di vita, e quel senso di rilassatezza che solo le città che si affacciano sul mare possiedono. A Malaga troviamo ancora affascinanti tesori come il castello di Gibralfaro, situato su una collina che domina la città. Castillo de Gibralfaro, Malaga IMG_0443_gimp Il castello è collegato all’Alcazaba, la fortezza da cui ancora una volta traspare la dominazione araba. L'Alcazaba è una fortezza massiccia con degli splendidi giardini, da cui si può ammirare tutta la città, compresa la Manquita, la cattedrale di Malaga, in cui una delle torri campanarie non è mai stata completata. Visitate questi giardini nel tardo pomeriggio, quando il sole non è troppo forte e i colori diventano più caldi, regalando una particolare suggestività a questa splendido monumento andaluso. Alcazaba, Malaga Alcazaba, Malaga Alcazaba, MalagaAlcazaba, Malaga IMG_0466_gimp Alcazaba, Malaga Alcazaba, Malaga