La Costiera Amalfitana in 5 scatti

È indubbiamente uno dei luoghi più belli al mondo, di quelli che ci invidiano dal Giappone agli Stati Uniti passando per Londra. Qui si sposano centinaia di coppie ogni anno, non a caso è il luogo romantico per eccellenza del Sud Italia: parlo della Costiera Amalfitana, of course. Oggi voglio provare a raccontarla con 5 scatti soltanto: perché l’essenza di un posto si trova nel suo cibo, nel suo mare, nei suoi panorami, nelle suo popolo e nella sua storia. 1. CIBO (delizioso) Per parlare di cibo ho scelto questo scatto: la colatura di alici di Cetara. L'ho assaggiata al ristorante Acqua Pazza, a due passi dal porticciolo di questo borgo di pescatori, uno dei primi paesi della costiera venendo da Salerno. Gennarino vi descriverà la lavorazione e la storia di questa colatura conosciuta in tutto il mondo. Ma Cetara è conosciuta anche per essere il principale porto del Mediterraneo per la pesca dei tonni (altro ottimo piatto da provare qui). Ricordatevi una cosa simpatica: togliete l'orologio. Non vi servirà, proprio come non serve a Gennarino, che promuove un tipo di turismo slow, fatto di cose semplici e assaporate con il giusto tempo. Quello che ci vuole per gustarsi piatti unici in una cornice ancora più unica.

Colaturi di alici
Colaturi di alici

2. MARE (infinito) Il blu e tutte le sue sfumature: una costa rocciosa, mai sabbiosa tranne nelle zone limitrofe ai centri cittadini. Un mare pulito, dall'acqua che invita ad entrare. Albe e tramonti da favola, incorniciati dalle bouganville che sporgono ad ogni balcone o terrazzo. Se volete vedere il mare dall'alto e non distinguerlo quasi dal cielo, andate a Ravello oppure a Furore: uno spettacolo da prima fila!

Mare Costiera Amalfitana
Mare Costiera Amalfitana

                      3. PANORAMI (da fiaba) Eccolo qua, il panorama da Ravello: non potevo non selezionare questa foto. Uno dei paesaggi più belli del Mediterraneo, dalla terrazza dell'Infinito di Villa Cimbrone. Sembra una tavolozza di un pittore, non trovate? Ma questo è solo un esempio, perchè la costiera offre panorami unici e ognuno toglie il fiato in modo diverso. Mi viene in mente Positano, per dirne uno. Ovunque si scelga di andare in questa zona della provincia di Salerno, non si può sbagliare: questo è un dato più che certo, fortunatamente.

ravello_scorcio
ravello_scorcio
   4. PERSONE (da ascoltare) E non parlo solo di Gennarino e del suo orologio mancante sul polso. Parlo di fermarsi ad ascoltare le persone: la signora che si affaccia alla finestra e stende i panni, il signore anziano che pesca sugli scogli, il cuoco del ristorante dove mangiamo. Loro sono mondi da esplorare, sono una porta d'ingresso verso una cultura diversa e, spesso, lontana dalla nostra. Sono un album dei ricordi, sono gli unici aspetti che non si leggono sulle guide e non si prenotano all'ufficio del turismo. Le persone che vivono il posto che stai visitando sono la migliore esperienza, sono una vera e propria destinazione (umana).
Pescatori Cetara
Pescatori Cetara
5. STORIA (da contemplare) Adoro questa foto: sono stata due volte ad Amalfi e, a distanza di 3 anni, ho fatto lo stesso identico scatto, poi pubblicato su Instagram con filtri diversi. Il Duomo (ovvero la Cattedrale di Sant'Andrea) e la sua scalinata sono per me il simbolo di Amalfi, ma anche di tutta la costiera. Facile capire il motivo per cui l'ho inserita in questi 5 scatti. La bellezza della storia va contemplata, niente più.

Duomo Amalfi
Duomo Amalfi