Le 5 migliori spiagge della Toscana

Se si pensa alla Toscana la prima cosa che viene in mente non è di certo il mare: vengono prima i cipressi allineati sul ciglio di strade polverose, le colline che ricordano le curve di una donna sinuosa e le città d’arte in cui almeno una volta nella vita bisogna mettere piede. Però la Toscana racchiude anche scrigni nascosti di rara bellezza, e alcuni di questi sono proprio situati lungo la costa. Che siano spiagge bianche o arenili scuri, spiagge selvagge o attrezzate, di sabbia fine o di sassi, la Toscana ne ha per tutti i gusti. Ognuno di noi è legato a dei posti per motivazioni ben precise, ragioni opinabili ma ostinate proprio perché vengono dal cuore: queste sono le mie cinque spiagge preferite in Toscana, quelle che per un motivo o per l’altro mi hanno stregato e mi hanno fatto dire “qui ci devo tornare”. Non sono le più belle in assoluto, sono quelle che consiglierei a un caro amico. Siete pronti per un tuffo? Allora andiamo a conoscerle! La Lecciona – Viareggio Al cuor non si comanda si è detto, ed è per questo che nella mia personale top 5 rientra una spiaggia sconosciuta ai più ma che a mio avviso merita di essere menzionata. Si tratta della spiaggia della Lecciona tra Viareggio e Torre del Lago, che è parte del Parco Regionale di Migliarino, San Rossore e Massaciuccoli. È una lunghissima spiaggia libera di sabbia grossa e dune protette da una pineta immensa. Per raggiungerla si deve fare un bel pezzo a piedi attraversando la pineta o percorrendo il camminamento che corre parallelo al mare fino al punto che più vi piace. Più camminate e meno saranno le persone intorno a voi e più sarà limpida l’acqua… a voi la scelta! Dovete sapere, inoltre, che non ci sono bar o ristori sulla spiaggia, portate quindi tutto lo stretto indispensabile per passare la giornata (acqua, cibo, ombrellone e crema solare).

Cala Violina, Toscana
Cala Violina, Toscana

Cala del Leone – Livorno La Cala del Leone si trova in uno dei più suggestivi tratti della costa che da Livorno arriva a Castiglioncello per poi proseguire lungo la Costa degli Etruschi. Per la precisione si trova in località “il Romito” tra Calignaia e il promontorio della Torre del Romito, dove si erge uno splendido castello simile a quello delle fiabe e appartenuto a Sidney Sonnino. Questa cala è perfetta per gli amanti dell’avventura: è, infatti, caratterizzata da falesie e si raggiunge percorrendo un sentiero (in realtà sentiero è un eufemismo!) che dalla strada arriva fino al mare. Questa cala è molto frequentata da giovani che cercano un posto un po’ estremo, mentre è sconsigliata per le famiglie con bambini piccoli perché non è semplice da raggiungere. Golfo di Baratti – Piombino Il Golfo di Baratti è stato una scoperta tardiva e per questa mia mancanza non potrò che pentirmi a vita! La spiaggia è di sabbia scura perché è ricca di quei minerali che hanno reso questi posti importanti durante l’età del ferro. La spiaggia, infatti, si trova in posizione strategica: davanti le miniere dell’Elba, dietro le colline metallifere e tutto intorno il parco archeologico di Baratti e Populonia. Si, avete letto bene: una necropoli vista mare! Credo sia più unico che raro andare sulla spiaggia e trovarsi a due passi da tombe etrusche… Ma non è mica finita qui! L’acqua è meravigliosamente pulita e, quando vi stufate della canicola, potete sempre rifugiarvi nella pineta che abbraccia la mezzaluna della spiaggia. Consiglio di arrivare presto per occupare i posti migliori e non avere problemi di parcheggio. Cala Violina – Scarlino Immaginate di arrivare in una strada costellata da campi immensi di girasoli, immaginate di lasciare il vostro mezzo e incamminarvi per un sentiero nel bosco. Eh già, anche qui bisogna fare una bella camminata prima di arrivare alla cala di sabbia bianca e finissima, ma ne vale decisamente la pena e lo capirete da soli una volta giunti agli ultimi passi del sentiero: un mare caraibico vi si parerà davanti e i vostri occhi sbatteranno per l’abbaglio e per lo stupore. Cala Violina è tutta un programma già a partire dal nome, che deriva dal fatto che il vento, soffiando sulla sabbia, si dica produca un suono simile a quello delle corde di violino. Qui potete fare lunghi bagni nell’acqua trasparente e andarvi a riposare al fresco delle fronde: un mix perfetto per una giornata indimenticabile.

Cala Sansone, Toscana
Spiaggia Sansone, Isola d'Elba

Sansone – Isola d’Elba La mia top 5 non poteva non menzionare almeno una delle spiagge dell’Isola d’Elba, un’isola a cui sono molto affezionata e in cui mi piace tornare appena ho qualche giorno di tempo. Mi piace la spiaggia di Sansone per la posizione in un’insenatura appartata e tranquilla, mi piace il colore dell’acqua e il riflesso dei sassi bianchi abbacinanti. Anche se in genere preferisco la sabbia, qui mi piace venire perché questo posto non ha niente da invidiare ai paradisi tropicali: le sfumature dell’acqua sono le stesse. Spero di avervi fatto venire la curiosità di visitare queste spiagge… se passate di qua fatemi un fischio! Consulta le offerte volo per la Toscana