Nicaragua, 5 luoghi dove godersi l'atmosfera

Tra i paesi visitati in questa parte di mondo, il Nicaragua è quello che faccio più fatica a racchiudere in una definizione. Un paese poco conosciuto, un po’ sornione e con un fascino tutto da scoprire, non immediato. Riguardando le foto e riordinando i ricordi, sono cinque le cose che mi hanno fatto apprezzare questa fetta di Nuovo Mondo.

Granada e Las Isletas

Piccola e rumorosa città coloniale, Granada è accogliente e discreta. Sgargiante grazie ai colori delle sue case e delle chiese, piacevolmente adagiata sul Lago Nicaragua. Camminando senza meta tra le sue vie o pedalando in bicicletta lungo lago, si respira un’atmosfera di relax, un senso di rallentamento dei nostri ritmi frenetici. Granada, Nicaragua Granada è anche strategicamente comoda per fare un sacco di escursioni di mezza o una giornata. Tra le più piacevoli, io consiglio la gita in bici+barca alle Las Isletas, un piccolo arcipelago di isolotti privati o disabitati dove ammirare lo splendido panorama e godersi la brezza sorseggiando latte di cocco in un piccolo baretto a pelo d’acqua.

Isola di Ometepe

Con la sua insolita forma a otto e due coni vulcanici a farle da guardiani-tiranni, l’isola di Ometepe è abbandonata al centro del Lago Nicaragua che l’ha protetta dal mondo esterno. Oggi è un luogo a tratti surreale dove trovare silenzio, pace e abbandono. Una natura che va scoperta lentamente, angoli pittoreschi e una luce strana, quasi irreale. Ho dei ricordi soffusi di quest’isola, un magnetismo difficile da raccontare. Ometepe, Nicaragua La cosa più bella da fare oltre ad oziare? Sicuramente un lunghissimo e faticosissimo giro in bicicletta della parte meridionale, quella più selvaggia. Stradine sterrate, paesini di poche case di pescatori e la foresta tutto intorno a te.

El Castillo

La quintessenza del relax si chiama El Castillo. Un minuscolo villaggio ancorato lungo il Rio San Juan de Nicaragua dove non ci sono macchine né veicoli a motore, a stento biciclette. Da un lato il fiume con le sue rapide dal suono che concilia il sonno, dall'altro la montagna e la fortezza – El castillo appunto – da cui godersi panorami da favola della foresta sottostante. El Castillo, Nicaragua Fabbriche di cioccolato, gite a cavallo, escursioni in canoa e qualche birra ghiacciata. Qui potete passare due giorni in un paradiso ancora poco conosciuto.

La Giungla

Da El Castillo partono tour che si addentrano tanto o poco – scelta vostra – nella giungla tropicale. A parte l’habitat naturale primordiale e affascinante, ricco di piante incredibili e animali strani, la cosa che ho trovato unica rispetto ad altre escursioni simili è che eravamo da soli. Noi, la nostra guida e nessun altro. Nessun turista rumoroso, nessun giro pre-confezionato, nessun vincolo. Un’immersione totale in un mondo fantastico. El Castillo, Nicaragua

L’atmosfera

L’ho ripetuto qualche volta nel corso di questo articolo, ma ho voluto dedicare un paragrafo all'aria che si respira in Nicaragua. E’ un misto di decadenza, tempi passati, distacco con il mondo e tranquillità. Un miscuglio che fatico a spiegare, ma che è in grado di rilassare anche le menti e i corpi più tesi. La luce, i colori, gli odori tutto contribuisce a creare un’atmosfera rarefatta e quasi irreale, una sensazione che non ricordo di aver avuto in altre parti del mondo. El Castillo, Nicaragua