Oktoberfest: 7 cose da sapere

Quest’anno comincia il 16 settembre e si chiude il 3 Ottobre. Ecco tutto quello che devi sapere sul festival più popolare d’Europa.


Scopri qui le nostre offerte per raggiungere Monaco.

Ogni anno raccoglie circa 6 milioni di visitatori da ogni parte del mondo. Che consumano una media di 7,5 milioni di boccali di birra durante tutto il festival. Tra abiti tipici bavaresi, biergarten e specialità culinarie da fare venire l’acquolina in bocca, l’Oktoberfest si è imposto negli anni come uno degli eventi più attesi del panorama europeo. E non solo per gli amanti della birra artigianale tedesca.

Prepara quindi il boccale e seguici alla scoperta delle 7 curiosità sull’Oktoberfest.

LE ORIGINI DELL’OKTOBERFEST


Tutto ebbe origine da una festa di matrimonio. Proprio così! Il matrimonio tra il principe bavarese Ludwig e la principessa di Sassonia Therese von Sachsen-Hildburghausen. Che per celebrare la loro unione, organizzarono festeggiamenti in grande stile per cinque giorni consecutivi ed estesi a tutto il popolo della Bavaria.

Il successo fu tale che l’anno successivo si decise di ripeterlo, facendolo diventare un vero e proprio evento tradizionale. Tramandatosi fino ai nostri giorni.

QUANDO, COME E DOVE SI CELEBRA


La data cambia ogni anno. Di solito, si conclude la prima domenica di ottobre e dura all’incirca due settimane. Quest’anno comincerà il 16 settembre, con il tradizionale O'zapft is!, “Si stappa” - la frase pronunciata dal sindaco di Monaco dopo lo stappo della prima botte - e terminerà il 3 ottobre.

L’Oktoberfest si svolge principalmente in un’area di 420.000 metri quadri chiamata Theresienwies, (il giardino di Teresa appunto, per commemorare la principessa sposa), dove vengono allestiti i Bierzelte, i capannoni della birra. Ed è proprio in questi capannoni dove potrete servirvi della tradizionale birra tedesca, proveniente dalle 6 storiche birrerie di Monaco: Lowenbrau, Paulaner-Brau, Augustiner-Brau, Staatliches Hofbrau Munchen, Hacker-Pschorr Bräu, Spatenbrau. Le uniche ad avere i requisti stabiliti dall’Editto di Purezza del 1485.

UN PO’ DI NUMERI


Vi abbiamo già detto che ogni anno vengono consumati in media circa 7,5 milioni di boccali di birra? E che vengono consumate 150.000 capi di salsiccia? Quella bianca, tipicamente bavarese.

I Bierzelte possono ospitare da 3.000 fino a 10.000 persone (un numero non difficile da raggiungere nel weekend). Per un totale di circa 100.000 posti a sedere!

C’è anche chi preferisce consumare il vino. Ma sono in "pochi". Se ne bevono infatti circa 95.000 litri.

Avete già preventivato di portarvi a casa il vostro boccale per ricordo? Non ci pensate neanche! Solo lo scorso anno sono stati sventati circa 110,000 tentativi di furto.

LE PIETANZE TIPICHE


Stinco di maiale, würstel e pollo arrosto sono i piatti cult dell’Oktoberfest. Ma ci sono anche tante altre specialità e prelibatezze da provare.

Come il classico panino con würstel e senape (molto buona la variante dolce, la suesser senf, per chi non ama i sapori forti). Questa senape si accompagna anche bene con il weisswurst, il wurstel composto da carne di vitello speziata.

Il leberkäse è una tipica specialità prodotta qui; si tratta di un insaccato cucinato (e non affumicato come la maggior parte degli altri insaccati) che può essere mangiato a fette. Il suo sapore ricorda vagamente quello del prosciutto cotto.

Un altro piatto tipico bavarese è lo Schweinebraten mit Knödel und Jaegersosse, l’arrosto di maiale in salsa cacciatora. Solitamente accompagnato dai Knödel, i nostri canederli.

Immancabile sulle tavole dell’Oktoberfest è il tradizionale bretzel, il buonissimo pane salato diffuso soprattutto in Germania, Austria, Svizzera e Alto Adige. Fondamentale per tenere sotto controllo la deriva alcolica!

COSA NON PERDERE 



Ci sono tantissimi momenti da non perdere durante l’Oktoberfest. Il primo è sicuramente la sfilata d’apertura dei proprietari dei birrifici. A bordo di carrozze colorate, carri trainati da cavalli e buoi, arrivano al Weis accompagnati da musiche e celebrazioni. Una vera festa!

C’è poi il concerto en plain air con circa 400 musicisti, che si tiene ai piedi della statua.

O il grande pranzo dei veterani e pionieri bavaresi, veri bevitori, che si riuniscono tutti insieme per festeggiare. 

Lo sai che viene celebrata anche la Santa Messa? Qui trovi il programma completo ufficiale.

COSTI E INGRESSO

L’accesso al Theresienwies è completamente gratuito. Non è infatti necessario alcun biglietto per entrare.

L’unico consiglio è quello di arrivare in anticipo ai tendoni, per evitare file lunghissime e attese interminabili. Per esempio, durante la settimana, arrivare entro e non oltre le 14.30 e nei fine settimana già dal mattino.

E’ possibile però prenotare il proprio tavolo qui. Ricordate, infatti, che per poter bere è necessario essere seduti! 

COME ARRIVARCI

L’aeroporto di Monaco è il secondo più importante della Germania e tra i più trafficati d’Europa. Tutti i principali aeroporti italiani hanno diversi voli diretti giornalieri per Monaco con compagnie di linea o low-cost.

Una volta arrivato nella città di Monaco, il Theresienwiese è facilmente raggiungibile attraverso le linee U4 e U5, o con le linee S1 e S8 della S-Bahn, la ferrovia suburbana. Trovi tutte le informazioni qui.