Parigi: itinerario alla scoperta del gotico

Lo stile gotico plasma la città di Parigi attraverso le sue famose chiese. Scopriamole insieme a Luca Vivan. Parigi è la città delle mille luci, delle centinaia di spettacoli di teatro e musica ogni giorno, del rumore vibrante di una delle metropoli più grandi d'Europa. Nel suo cuore, o poco distante, esistono degli angoli di quiete che sembrano sfidare la frenesia del cemento e della modernità. Oasi di pace, dove puoi entrare e restare in silenzio, ammirando un'arte fatta di proporzioni e simboli lontani, di altezze e profondità maestose che sono la vera essenza del gotico.

Notre-Dame e la Sainte-Chapelle, il gotico nel cuore di Parigi

Visibile tra i palazzi moderni nell'orizzonte di Parigi, costruita nel suo centro simbolico, Notre-Dame è uno dei più conosciuti esempi del gotico francese. Eretta  su volontà del vescovo Maurice de Sully, fu consacrata nel 1182 ma il suo aspetto attuale risale al XIV secolo e ai restauri compiuti dopo la Rivoluzione Francese, che nella sua furia iconoclasta la danneggiò pesantemente. Su un tale edificio, famoso nel mondo intero, ci sarebbe poco da aggiungere, se non l'invito a fare la breve coda nella piazza antistante e restarvi dentro a lungo, assaporando la speciale quiete che emana da questo spazio.

 Sainte-Chapelle, Parigi, gotico, Francia
L'incanto delle vetrate della Sainte-Chapelle

Costruita nel XIII secolo per ospitare le "reliquie della Passione", come un pezzo della croce o la corona di spine, comprate ad un prezzo enorme dal re Luigi IX, la Sainte-Chapelle, cappella privata della famiglia reale di Francia, non ha nemmeno bisogno di parole. Sono le sue vetrate ad esprimere la magia che ti colpisce quando entri. Il mio unico consiglio è di entrarvi in una giornata di sole, per godere meglio la luce filtrata da questi capolavori medievali.

Saint Eustache, il gotico e la musica

Un'altra chiesa difficile da non incontrare vagando per il centro di Parigi è quella di Saint Eustache, a due passi dagli antichi mercati della città, Les Halles. Considerata un capolavoro del gotico, è stata scelta per la sua importanza da diverse personalità del passato, tra cui Mozart, per il funerale della madre. Questa chiesa del XIV secolo ha in effeti un forte legame con la musica, perché possiede un organo a 8000 canne, il più grande di Francia, e perché durante la festa della musica, ogni 21 giugno, qui si organizzano concerti, non solo di musica sacra, ma anche di rock ed elettronica.

Saint-Séverin, il gotico riservato nel centro di Parigi

Nel quartiere latino, a pochi passi da Boulevard Saint-Germain e da Notre-Dame, nascosta tra il variopinto rumore della folla e dei ristorantini della zona, sorge la chiesa di Saint-Séverin. Costruita secondo le forme romaniche dove un tempo sorgeva un oratorio del VI secolo, venne riedifica nel XIII secolo nello stile gotico del periodo. Entrare qui è una pausa dal rumore del centro di Parigi, una sosta ripagata dai colori delle vetrate medievali ma anche di quelle moderne.

 Chartres, gotico, Francia
L'altezza dello spirito, la cattedrale di Chartres

Chartres, il potere evocativo del gotico

Ad un'ora di treno dal centro di Parigi, c'è forse uno degli esempi di come il gotico non sia solo "arte" ma aspirazione al cielo e all'infinito. Nella cittadina di Chartres, il cui centro storico è ricco di case medievali perfettamente conservate, si erge una delle cattedrali più belle d'Europa, consacrata come quella di Parigi alla Madonna (Notre-Dame). Anche qui le parole servono a poco. Entra e lasciati andare, all'altezza della navata centrale, alle forme e i colori delle vetrate, tra cui il celebre "blu di Chartres".