Le più belle crociere fluviali in Italia

Da Venezia a Treviso, ecco gli itinerari fluviali imperdibili per scoprire il nord Italia.  Le crociere fluviali nelle aree lagunari del nord-est d’Italia rappresentano un modo originale per scoprire quest’angolo del paese. Un mosaico di isole e canali disegna la geometria di un mondo immobile e silenzioso. La navigazione sui fiumi fa riscoprire una dimensione lenta del turismo, in cui il viaggio stesso diventa l’occasione per inebriarsi dei colori e dei profumi della natura. Se desiderate provare l’ebrezza di una crociera, ecco gli itinerari fluviali imperdibili in Italia.

Venezia e le isole della Laguna

Venezia vista dalla laguna
Venezia vista dalla laguna

Avvicinarsi a Venezia dall’acqua è senza dubbio la maniera più suggestiva di vivere la città lagunare. Le crociere lungo i canali regalano una prospettiva nuova dei palazzi veneziani, e permettono di apprezzarne meglio i particolati che ne contraddistinguono le facciate. Lasciato il centro storico, si può proseguire la navigazione verso le isole della laguna, gioielli unici al mondo. Non solo Burano e Murano, ma anche isole minori come San Francesco del Deserto e San Erasmo. La prima ospita un monastero e un graziosissimo giardino, la seconda, detta l’”Orto di Venezia”, incanta con la sua vocazione agricola.A sorprendere di questi luoghi è la quiete che vi domina, un silenzio totale così lontano dal via vai di gente nel centro di Venezia. Qui il tempo sembra essersi fermato, e la vita è scandita da ritmi lenti e antichi, legati alle tradizioni artigianali.

Dal Lido di Venezia a Chioggia

Il centro storico di Chioggia
Il centro storico di Chioggia

Il secondo itinerario delle crociere fluviali percorre la parte più meridionale della laguna per arrivare a Chioggia. Lungo il percorso si attraversa un paesaggio punteggiato da altre incantevoli isole, come Santa Maria delle Grazie e Santo Spirito. Nella lingua di terra che divide la laguna dal mare aperto si trovano altri due interessanti centri, Malamocco e Pellestrina, molto apprezzati per i percorsi pedonali e ciclabili che offrono. Dopo un paio d’ore di navigazione si giunge a Chioggia, chiamata la “piccola Venezia” per la presenza di canali e ponti. Il centro storico è un’esplosione di vita e attività commerciali legate alla pesca e al mare. Nella vicina Sottomarina, una lunghissima spiaggia invita ad una passeggiata in riva al mare.

Navigazione lungo il Sile

Il fiume Sile attraversa un lungo tratto della campagna veneta e friulana. Treviso, prima tappa del viaggio, è senza dubbio una delle città più belle del Veneto. Il fiume ne attraversa il cuore, creando angoli pittoreschi con dimore antiche che si specchiano nelle sue acque. Il centro è un susseguirsi di chiese, monumenti e palazzi, tra cui spicca il Palazzo del Podestà. Risalendo il fiume si attraversa parco del Sile, immerso in una natura lussureggiante.

I tesori di Caorle

Carole, tappa delle crociere fluviali in Friuli
Carole, tappa delle crociere fluviali in Friuli

La tappa successiva è Caorle, città con un patrimonio architettonico di grande valore. Storicamente legata alla Serenissima, di cui ne ha ereditato lo stile urbano, Caorle mantenere l’anima di borgo marinaro. Imperdibile la visita del Duomo del 1038 , impreziosito dal campanile cilindrico di stile romanico. Seguendo il viale lungomare si giunge al Santuario della Madonna dell’Angelo, eretto nel XVII secolo sui resti di una precedente chiesa. L’itinerario termina nel borgo di Marano, caratteristico paese di pescatori, un tempo fortezza veneta della Serenissima.

Crociere fluviali in Friuli Venezia Giulia

Tramonto sulla laguna
Tramonto sulla laguna

Anche il Friuli Venezia Giulia vanta un ricco paesaggio lagunare, con isole fuori dagli itinerari turistici più battuti, immerse nel silenzio più assoluto. E’ il caso di Porto Buso, una piccola isola che segna il confine naturale tra la Laguna di Marano e la Laguna di Grado. Olmi, pioppi e ginepri popolano queste terre solitarie, abitate da colonie di aironi, gabbiani. Dopo un pieno di suoni e colori lagunari, si prosegue verso Grado, chiamata “isola del sole” e noto centro termale. La bellissima Basilica di Sant’Eufemia, in mattoni e arenaria, risale al VI secolo.

Aquileia la romana

La Basilica di Aquileia
La Basilica di Aquileia

Risalendo il fiume Natissa verso l’entroterra, in circa due ore di navigazione si giunge ad Aquileia. Patrimonio Mondiale UNESCO, Aquileia fu fondata dai Romani nel 181 a.C. Il sito archeologico è il più importante del Friuli Venezia Giulia e uno dei principali d’Italia. Molto interessante  anche il Museo Archeologico Nazionale, che conserva reperti di epoca romana. Nella Basilica di S. Maria Assunta si possono invece ammirare splendidi mosaici paleocristiani. Natura, storia, architettura sono gli ingredienti di una crociera fluviale, un’esperienza singolare per riscoprire il piacere e il valore di viaggiare lentamente.