Rio de Janeiro, viaggio nella Cidade Maravilhosa

Non so chi le abbia dato il nome di Cidade Maravilhosa, ma senza dubbio fu qualcuno che, come poi tanti, lasciò il cuore a Rio de Janeiro. Difficile essere all’altezza di un’etichetta così altisonante che promette fascino e meraviglia rischiando di illudere non solo i più esigenti. Difficile, ma non per questa città del Brasile che, nata in uno scenario naturale da favola, ha saputo crescere coltivando il suo aspetto e forgiando un carattere e un carisma inimitabili, a tratti magnetici. Rio è la classica donna bella, bellissima, baciata da madre natura che le ha regalato un’estetica caratterizzante e oggettivamente affascinante. Ma è anche una donna che ha saputo andare oltre alla sua bellezza, affiancandovi una personalità frizzante e divertente e un’anima esotica e ammaliante. Rio de Janeiro è senza dubbio una città meravigliosa. Immaginate l’Oceano Atlantico con le sue onde che si schiantano fragorose su spiagge infinite, spiagge calde, vibranti, piene di risate, sorrisi e movimento, spiagge gremite, solitarie, rosse, lunghissime e incastonate tra pareti rocciose.PAN DI ZUCCHERO, BRASILE Immaginate montagne, picchi verticali ammantati di verde che si ergono senza logica né ordine come tanti punti di vedetta a protezione della città. Pareti ricoperte dalla più grande jungla urbana del mondo dove convivono animali esotici e bambini seminudi che giocano per strada. Rio de Janeiro, Brasile Immaginate tanti quartieri diversi, disordinati, caotici, variopinti, ma caratterizzati ognuno dalla sua identità, i suoi vizi e le sue perle. Lapa Dove all'ombra degli archi del vecchio acquedotto si accendono le notti e le strade, ribollenti di anime festose e festanti. Santa Teresa Abbarbicata su una collina, silenziosa e sorniona, un po’ retro, con le sue viuzze piene di posticini deliziosi e di viste sulla città. Copacabana Dove un’urbanizzazione selvaggia non è riuscita a scalfire la bellezza dei suoi viali e della sua spiaggia. Urca La spiaggia rossa che si fa ammirare vanitosa dalla cima del Pan di Zucchero, appostato ai suoi piedi e pronto a cogliere ogni riflesso che il sole le regala.Brasile, Rio de Janeiro Immaginate l’animo carioca, vivo e pulsante dentro e fuori ogni cittadino di Rio. I sorrisi spontanei, i pollici in su per dirti di Si, gli aiuti e i consigli per strada, gli inviti ad unirsi per una birra o una partita di calcio, il relax e la tranquillità che ti sanno infondere anche quando tutti ti mettono in guardia su quanto sia pericolosa questa città. Rio de Janeiro, Brasile Immaginate la musica. Sempre, ovunque, contagiosa e appiccicosa. Musica, ritmo, canzoni, stonature, melodie. La gente cammina con grazia e morbidezza, pare impegnata in una danza invece che in un incedere. Musica, che coinvolge anche i più restii e in un attimo ti ritrovi a muovere il bacino e a intonare un motivetto appena sentito. Immaginate i colori. Accesi, radiosi, caldi. Le case pastello, il mare bianco e blu, l’oro della spiaggia e lo smeraldo della giungla. Rio de Janeiro, Brasile Immaginate il sole, il vento, il profumo di salsedine, l’odore di fiori tropicali, il calore avvolgente della città. Immaginate una città meravigliosa.