Settimana bianca? Ecco qualche trucco per fotografare sulla neve.

Fotografare con la neve richiede un po' di attenzione. La sicurezza prima di tutto: non cercate solo l'inquadratura per la foto, ma un suolo e una posizione stabile. Osservate prima di muovervi: se vi interessa fotografare della neve senza impronte fate attenzione a non calpestare i punti che potreste voler inquadrare. Non cancellate le immagini sul posto, aspettate. Assicuratevi di avere abbastanza spazio libero sul dispositivo prima di uscire e rimandate la scelta finale a un luogo al chiuso con condizioni ottimali per osservare un display. La neve riflette la luce e impegna l’esposizione automatica che spesso viene portata a sovraesporre schiarendo eccessivamente l’immagine, soprattutto se inquadrate un soggetto che non sia la neve stessa. Se non volete gestire l'esposizione, potete dedicarvi a cercare contrasti fra ombre e sagome. In particolare gli alberi si prestano a diventare soggetti ideale per astratti pronti al bianco e nero.

instagram neve
instagram neve

L’attrezzatura In queste situazioni oltre a un abbigliamento adeguato è utilissimo munirsi di guanti con almeno un dito in tessuto conduttivo. Sono prodotti ormai facilmente reperibili anche nei periodi non invernali. Sceglietene un paio comodi compatibili con le escursioni termiche previste. Se in tessuto, fate attenzione a non inzupparli vanificandone l’utilità. Assicuratevi una salda presa del dispositivo e una tasca vuota per riporlo e proteggerlo dalle intemperie e cadute quando non in uso. Meglio una tasca con apertura superiore per evitare scivolamenti accidentali durante il movimento. Tenete batterie e cavi di alimentazione pronti in tasche interne della giacca. Evitate l’esposizione al freddo delle batterie di scorta: le basse temperature potrebbero scaricarle o ridurne la capacità. Cercate di non avere contatti accidentali tra connettori e pelle nuda: il sudore è conduttivo e potrebbe causare antipatiche bruciature da cortocircuito oltre che scaricare le batterie. Un panno assorbente asciutto nella tasca del cellulare potrebbe servirvi per rimediare alla pioggia prima che penetri nelle fessure dei pulsanti fisici. Se il vostro dispositivo non è impermeabile potete affrontare la pioggia più insistente usando una busta in materiale plastico trasparente, meglio ancora una cover appositamente progettata. Fate attenzione a non fare entrare l’acqua nella busta! Assicuratevi che la plastica sia pulita e ben aderente alla lente prima di scattare se non volete introdurre ulteriori disturbi. Lo scatto Trovarsi sulla neve è come star dentro a una gigantesca soft box con luce diffusa, che spesso si presta per scattare splendidi still life. Giocando bene con le inquadrature, che non sono necessariamente dal nostro punto di osservazione, possiamo anche escludere qualunque riferimento allo spazio in cui ci troviamo. A cosa prestare attenzione? Alle linee prima di tutto. Se abbiamo alberi o rami, per esempio, in un ambiente uniforme possono diventare linee e formare geometrie interessanti. Se siamo in mezzo a due staccionate, invece, possiamo scegliere di farle convergere verso l’infinito, con giochi prospettici accattivanti.

instagram neve
instagram neve

Quindi cerchiamo i colori: le bacche, per esempio, spiccano sul bianco della neve, ma anche i giubbotti colorati degli sciatori possono prestarsi a contrasti inaspettati. Infine le forme. La foglia nel ghiaccio, ma anche gli sci, possono diventare gli autentici protagonisti dei nostri scatti. L’editing Applicazioni come Snapseed vi permettono di applicare una vignettatura invertita aggiungendo un alone esterno più chiaro esaltando il candore della neve e la particolarità del contesto. Aumentando contrasti e nitidezza potete enfatizzare le sagome di alberi, sassi o persone.  L’incremento dei neri nelle zone d’ombra può esser ottenuto con Adobe Photoshop Express: usate il controllo per le ombre spostando l’indicatore a sinistra. Potete provare ad aumentare la saturazione per evidenziare elementi che diversamente sparirebbero attenuati dal chiarore complessivo del contesto. In caso di specchi d’acqua e ghiaccio potreste ottenere risultati inaspettati. Scritto da Marco Lamberto Twitter: http://twitter.com/hersidekick Instagram: http://instagram.com/polylm