Sicilia occidentale: 5 posti assolutamente da non perdere

Compresa (ovviamente) Palermo, da poco eletta Capitale della Cultura per il 2018. Ecco le tappe da non perdere durante un viaggio nella Sicilia occidentale.La Sicilia è un'isola ricca di meraviglie. Regala una vera esperienza sensoriale grazie ai suoi paesaggi unici, ai suoi sapori intensi, ai profumi inebrianti. Una terra così ricca di bellezze che risulta impossibile esplorarla in breve tempo su entrambi i versanti. Da dove partire? In questo articolo vi proponiamo 5 posti da vedere nella Sicilia occidentale e ci rivolgiamo in particolare a chi si accinge a visitare l'isola bella ma non ha molti giorni a disposizione.Scopri qui tutti i voli per la Sicilia.

DA PALERMO A CALTABELLOTTA

Si parte da Palermo, città dall'immenso patrimonio storico-culturale. Da non perdere una passeggiata nei dintorni del porto, una full immersion tra i suoi mercati - tra i più famosi quello della Vucciria e Ballarò - e tra le specialità dello street food palermitano. Da non perdere Mondello, con la sua atmosfera briosa e il suo mare caraibico. Palermo è un'esperienza nell'esperienza, una città senza senza eguali che mescola il suo lato decadente a quello più elegante. Ed è proprio questa dicotomia il suo aspetto vincente.

Vucciria, Palermo
Vucciria, Palermo

Da Palermo il viaggio prosegue verso Sciacca, a circa un'ora di auto. Una cittadina sviluppata su tre livelli e coloratissima grazie all'incredibile quantità di ceramiche che abbondano tra le sue stradine. Suggestivo il porto illuminato di sera e divina la granita al limone del bar da Aurelio. Un must.

Sciacca, Sicilia
Sciacca, Sicilia

Da Sciacca si va a Caltabellotta, un paese sospeso tra il mare e le montagne. Per visitarlo bisogna inerpicarsi dalla costa fino in cima vedendo il paesaggio mutare chilometro dopo chilometro. Eh sì, è la Sicilia che cambia volto e mostra il suo lato meno conosciuto, oltre le spiagge e i cliché. Una volta giunti a destinazione lo spettacolo dall'alto è assicurato.

caltabellotta, sicilia
caltabellotta, sicilia

VERSO SELINUNTE E AGRIGENTO

Da Caltabellotta si va a Selinunte, alla scoperta dell'omonimo Parco Archeologico. Si cammina nel passato, si ripercorrono le orme dell'antica città greca oggi avvolta dalla natura.

selinunte, sicilia
selinunte, sicilia

Da Selinunte si prosegue verso Agrigento, l'ultima tappa del nostro itinerario. Prima di raggiungere la città, si fa sosta ad Eraclea Minoa per ammirare le falesie bianchissime che spuntano dal mare. Un assaggio di quello che, qualche chilometro dopo, ci attende a Scala dei Turchi, uno dei posti più belli e rappresentativi dell'intera isola. Si tratta di un'enorme roccia candida che ha le fattezze di una vera e propria scala.Da qui si fa una breve sosta nel centro di Agrigento per uno spuntino su Via Atenea per poi proseguire verso la famigerata Valle dei Templi. Un sito archeologico dalle dimensioni impressionanti, tra i più importanti del Mediterraneo. Munirsi di acqua e crema protettiva (e, eventualmente, cappello) è sempre consigliato.

valle dei templi, agrigento, sicilia
valle dei templi, agrigento, sicilia

Ecco le 5 tappe da non perdere nella Sicilia Occidentale. A queste sicuramente occorrerebbe aggiungere molte altre, tempo permettendo. Voi cosa aggiungereste?