Week-end ad Amsterdam: cosa non perdersi

Una lista di attività e attrazioni da non perdere per iniziare a conoscere Amsterdam.


Qui trovi tutte le offerte per volare ad Amsterdam.


In un weekend composto da almeno 2 notti e 2 giorni è possibile visitare Amsterdam e vedere le sue attrazioni principali: vediamo che cosa non dovete perdere nella capitale d’Olanda!

Fare un giro in battello sui canali

Ci sono molte compagnie di navigazione sul fiume Amstel che scorre nel centro di Amsterdam: potete scegliere quella che vi ispira di più, ma tenete conto che alcune hanno il servizio incluso nel costo della City Card, come Lovers Canal Cruises.

Il punto di vista migliore che potete avere su Amsterdam è dall’acqua: percorrerete il centro per un’ora con una guida che vi illustrerà a bordo del battello gli angoli più belli raccontandovi aneddoti e curiosità.

I prezzi partono da 12 euro circa a persona.

Vedere il quartiere a luci rosse

Il Red light district si trova lungo una via dal nome piuttosto difficile: Oudezijds Achterburg Wal. Segnatevela se volete passare in quello che a tutti gli effetti è il quartiere più famoso e turistico della città (non di certo il più bello e interessante). Se siete famiglie o ragazze sole andateci di giorno come ho fatto io, giusto per farvi un’idea; di sera ho ritenuto meglio non passare da queste parti, non sapendo bene che tipologia di personaggi avrei incontrato aggirarsi davanti alle vetrine e alle ragazze in mostra.

Entrare al Museo di Van Gogh

Photo: Jan Kees Steenman

Se siete appassionati del famoso pittore dovete entrare nel suo museo che si trova al Museumplein, ma vi avviso che potreste rimanere delusi. Non ci sono tutte le sue opere più famose, che sono ospitate in altre gallerie in giro per il mondo: qui tra le più conosciute potrete vedere I girasoli e I mangiatori di patate. Prendetevi un paio d’ore per visitarlo e andateci se piove o prima di cena, così da godervi il sole se doveste essere fortunati.

L’ingresso costa 17 euro ma è già incluso nella City Card (non lo scrivono su web e depliant cartacei, quindi non prenotate l’ingresso online se fate la City Card perché buttereste via dei soldi, parlo per esperienza).

Assaggiare le tipiche patatine fritte

Amsterdam e l’Olanda in generale è conosciuta per le sue patatine fritte: dovete assolutamente passare da Vlaams Friteshuis Vleminck (indirizzo: Voetboogstraat 33) per assaggiarle. Non dimenticatevi anche di aggiungere un po’ di salsa bbq, che qui è di color arancione chiaro. Sono squisite (e per una volta si potrà fare un’eccezione alla dieta)! 

Una porzione media costa 3.40 euro, perfetta da mangiare d’asporto passeggiando sui canali o sedendovi su una panchina per una pausa.

Fare due passi nel quartiere Jordaan

Qui consiglio sia di farci un giro, sia di cercare alloggio: è il quartiere dove vivono i residenti, oggi pieno di artisti. Molto tranquillo e non lontano dalla stazione, perfetto per fare base dormendo in hotel o b&b (io ho alloggiato al b&b Frederic).

In zona ci sono tantissimi negozi, ristoranti, i famosi coffee shop, atelier, gallerie d’arte e posticini tranquilli lontano dalle zone più turistiche del centro.

Se avete voglia di fare merenda vi consiglio di andare da Winkel per una gustosa torta di mele (la appeltaart): l’indirizzo è Noordermarkt 43.

Scattare fotografie a scorci super romantici

Ci sono alcuni angoli più suggestivi di altri, e sebbene dopo un po’ Amsterdam possa sembrare tutta uguale, questi posti dovete proprio segnarveli, vederli e fotografarli.

Il mio preferito è lo scorcio che c’è tra Prinsengracht e Brouwersgracht (sono i nomi delle vie): il ponte, le case in stile fiammingo, le bici che passano. Questa per me è la fotografia che rappresenta Amsterdam.

Un altro meritevole di una foto e che io ho visto con le luci serali è l’angolo tra Prinsengracht e Reguliersgracht.

E ancora, queste sono le vie che io ho percorso su e giù decine di volte in bicicletta: Prinsengracht, Herengracht e Keizersgracht. 3 vie che costeggiano i canali che racchiudono il centro in un semicerchio. Tutte bellissime!

Infine, se cercate sulla mappa Groenburgwal, troverete un bellissimo ponte e un canale in fondo al quale si intravede il campanile della chiesa di Zuiderkerk: anche questa è una bella cartolina!

Passeggiare a Vondelpark

Foto: Wikipedia Commons

Prima di lasciare la città non potete non aver visto anche il suo parco, Vondelpark! Qui gli abitanti di Amsterdam si rilassano facendo tantissimi sport o semplicemente sdraiati al sole soprattutto nella stagione più calda. Per raggiungerlo potete scendere con il tram alla fermata Leidseplein e poi proseguire a piedi qualche minuto. Se volete girarlo senza metterci troppo, che sia estate o inverno, vi consiglio di farlo in sella ad una bici, esperienza che ho vissuto e mi è piaciuta molto.

In 2 giorni ad Amsterdam vedrete tantissime cose anche spostandovi tranquillamente a piedi; in alternativa potete usare la City Card di 48h per i mezzi pubblici oppure, come vi dicevo, noleggiare per una giornata una bicicletta e sentirvi davvero abitanti di Amsterdam.

Ricordatevi che le biciclette qui sono padrone della strada, molto più delle auto, e sfrecciano sempre molto veloci. Quindi occhio a quando attraversate la strada. ;)

Buona Amsterdam!