Un week-end tra i sapori della Liguria di levante

La Liguria è una terra particolare: è stretta stretta ma ha tutto. Le montagne, il mare e i rispettivi sapori. Da Genova a La Spezia si estende quella che è conosciuta come Riviera Ligure di Levante: un susseguirsi di scorci e piatti unici. Genova Due passi tra i caruggi in direzione del Porto Antico, mentre si cammina verso il Bigo (ascensore panoramico), la Città dei Bambini, l’Acquario e il Museo del Mare: ecco cosa bisogna fare una volta qui. Senza dimenticarsi di fare un salto in Piazza Truogoli di Santa Brigida, un angolo della città speciale e inaspettato. Per mangiare davvero in un locale tipicamente genovese consiglio di provare l’Osteria Sa Pesta, in Via dei Giustiniani: qui scoprirete qual è il vero sapore e il vero colore del pesto. E poi torte, farinate, focacce a volontà. Locale rustico, servizio veloce e portafoglio contento. Un posto più raffinato è invece la Trattoria Axillo, dove potrete provare un delicato cappon magro e una burridda di seppie con patate a regola d’arte.
Un piatto tipico ligure: il Cappon Magro
Un piatto tipico ligure: il Cappon Magro
Chiavari Spostiamoci a Chiavari: qui merita sicuramente una tappa all’Enoteca Bisson. Ma non è solo per il ciliegiolo, il Pigato e lo Sciachetrà che questa cantina è conosciuta: il vero protagonista è lui, Abissi, lo spumante sommerso. Bottiglie che maturano sul fondale del Parco Marino di Portofino, ad una profondità di 60 metri e a una temperatura di 15 gradi. Riemerge solo dopo 18 mesi, pronto per essere gustato guardando le onde che si infrangono sugli scogli.
Chiavari
Chiavari
Le Cinque Terre Le Cinque Terre sono un gioiello, sono luoghi troppo speciali per essere descritti in poche righe. Le passeggiate sui sentieri che le collegano le une alle altre, inclusa la Via dell’Amore, regalano scenari mozzafiato: il trekking non è solo sport di montagna. Qui si cammina a strapiombo sul Mar Ligure, tra le vigne, gli ulivi e i frutteti. Cosa apprezzare di più di ognuna? La spiaggia sabbiosa a Monterosso, il tramonto romantico di Vernazza, la piazzetta come ritrovo serale a Corniglia, la posizione arroccata delle case di Manarola, il porticciolo romantico di Riomaggiore. Sono tutte meravigliose e comode da raggiungere in treno da La Spezia. La Spezia A La Spezia il buon pesce si trova facilmente, specialmente al mercato, dal momento che è una città di porto. Riguardo ai ristoranti, ne consiglio due: il primo si trova proprio sulla passeggiata Morin, al porto. Al ristorante self service Dai pescatori trovate buon pesce a prezzi davvero bassi; mentre all’Hosteria Al Leon d’Oro, in Via Baracchini, dai primi di pesce al fritto misto non avrete che l’imbarazzo della scelta. Un altro punto a suo favore: ha una cucina separata adatta alla preparazione dei piatti per gli ospiti celiaci, che possono così assaggiare tutti i piatti della tradizione secondo le proprie esigenze.
Lungo mare a La Spezia
Lungo mare a La Spezia
Dulcis in fundo consiglio il Settimo Cielo, ristorante sulla collina che porta a Le Grazie: qui il piatto tipico sono gli sgabei, ovvero pane fritto accompagnato da salumi e formaggi, come vuole l’antica tradizione della Lunigiana. Qui però lo trovate cotto al forno, sicuramente più salutare. Per finire, una curiosità: in Liguria alcuni di tipi di focacce ricordano le nostre più comuni pizze dalla forma rotonda e con diversi tipi di condimento. La migliore, secondo me, resta quella di Recco, con il formaggio. Quella classica invece consiglio di provarla con il pesto fresco: è la morte sua, ve lo garantisco!