Breve guida per scoprire la Valtellina

Non solo pizzoccheri e polenta. Ecco tutti i consigli per trascorrere il tuo weekend in Valtellina. 


Cerchi un angolo di paradiso lontano dalle grandi città, magari che possa al contempo offrirti relax, divertimento e buon cibo? Un’ottima soluzione che riunisce tutte queste caratteristiche è un viaggio in Valtellina, in Lombardia.

Partiamo dalle basi: dove si trova la Valtellina e come si raggiunge?

La Valtellina si trova nell'Arco alpino lombardo e insieme alla Valchiavenna forma la provincia di Sondrio, che è anche la città più grande dell’area. Altre località importanti sono Tirano, Morbegno, Teglio, Sondalo, Bormio e Livigno. È segnata dal fiume Adda a monte del lago di Como e include diversi valichi, tra cui il famoso Stelvio, il più alto d’Italia.

Se si arriva in Valtellina in aeroporto, il più vicino è a un centinaio di chilometri ed è quello di Bergamo-Orio al Serio. Altrimenti ci sono i voli su Milano, sia Linate (120km) sia Malpensa (150km). Se ci si sposta in auto, la principale arteria stradale della regione è la Strada Statale 38 dello Stelvio, mentre per i treni bisogna consultare Trenord e in particolare i treni sulla linea ferroviaria Tirano-Sondrio-Lecco.

Cosa fare in Valtellina

Tra i paesaggi naturali, le terme, le piste ciclabili e gli sport sulla neve c’è solo l’imbarazzo della scelta per le cose che si possono fare in Valtellina! Qui di seguito trovate un piccolo elenco, ma se avete altre idee potete integrarle nei commenti.

1. Pedalare sul sentiero Valtellina: avresti mai pensato che esiste un percorso ciclabile di 114 km che si snoda nel fondovalle seguendo il corso del fiume? Esiste, ed è proprio in Valtelina immerso nel verde, tra incantevoli borghi e aria pura. Il percorso, che va da Colico a Bormio, corre per buona parte parallelo alla ferrovia: è quindi possibile arrivare e ripartire in treno anche portando con sé la propria bicicletta scegliendo solo una parte del percorso. Ci sono tante aree di sosta attrezzate e un servizio rent a bike per affittare biciclette.

2. Rilassarsi alle terme: in Valtellina si trovano alcune tra le terme più rinomate d’Italia, come ad esempio quelle di Bormio. Se siete fan di saune, bagni turchi, fanghi e piscine d’acqua bollente, è qui che dovete venire! Potete scegliere tra le quattro strutture note fin dai tempi antichi situate tra l’area di Bormio e la Val Masino.

Qui trovi una lista dei migliori stabilmenti termali in Italia.

3. Il trenino rosso del Bernina: conosciuta anche come Ferrovia Retica, parte da Tirano e arriva fino a St. Moritz ed è una delle reti ferroviarie più famose d’Europa. Dichiarata patrimonio mondiale dell'umanità dall'UNESCO, la ferrovia offre panorami mozzafiato in tutte le stagioni ed è diventata negli anni un modo di vivere la natura seduti comodamente in carrozza.

4. Sport e vacanze attive: se siete appassionati dei paesaggi innevati e degli sport che hanno a che fare con la neve, la Valtellina è il vostro paradiso! La scelta è illimitata: sci alpino, snowboard, sci di fondo, ciaspole, snowkite, perfino lo sleddog e per finire lo sci estivo sul passo dello Stelvio!

5. A tutta cultura: non mancano di certo gli spunti per una vacanza più culturale tra castelli, palazzi storici, mulini, chiese, musei e percorsi specifici come gli itinerari sulla Prima Guerra Mondiale.

6. Vacanze in famiglia: oltre alla già citata ciclopista e al trenino rosso del Bernina, le famiglie troveranno in Valtellina molte attività con cui divertirsi. Dai parchi e le riserve naturali alle fattorie didattiche, dall’equitazione agli sport fluviali, ogni bambino può vivere un’esperienza indimenticabile.

Che cosa mangiare in Valtellina

Le specialità gastronomiche della Valtellina sono famose e vendute in tutta Italia e nella vicina Svizzera. Tra i cibi più conosciuti ci sono la bresaola, i formaggi come il Bitto e il Casera, i pizzoccheri, gli sciatt, la polenta taragna, i taroz, le manfrigole e le mele.

I pizzoccheri sono delle specie di tagliatelle con un impasto di farina di frumento e di grano saraceno conditi con verza, formaggio, patate a pezzi, burro, aglio e salvia; gli sciatt, invece, sono delle frittelline croccanti ripiene di formaggio fuso, spesso servite su un letto di cicoria e tipici dell’intera vallata. I taroz, infine, sono composti da puré di patate, fagioli e fagiolini conditi con burro e formaggio tipico valtellinese.

Tra i vini più noti della Valtellina, invece, vanno ricordati il Valtellina superiore DOCG e lo Sforzato di Valtellina. Un amaro tipico per concludere il pasto, invece, è il Braulio.

Siete mai stati in Valtellina? Cosa consigliereste per rendere ancora più completa questa guida?