Viaggiare in camper: idee e consigli per vacanze on the road

Itinerari diversi e personalizzati, budget contenuto, libertà e contatto con la natura. Viaggiare in camper è diventato un trend tra gli italiani. Che riscoprono il piacere, e i vantaggi, di una vacanza on the road. In Italia, coinvolge circa 3 milioni di turisti l'anno, sia italiani che stranieri. In Europa e nel resto del mondo, soprattutto negli Stati Uniti, è tra le forme di viaggio più scelte dalle famiglie. Veneto, Trentino, Lombardia e Toscana, le mete italiane preferite dai turisti. Il caravanning, ovvero viaggiare a bordo di un caravan o roulotte, è un trend sempre più in crescita nel nostro paese, complice la voglia di non spendere molto, la libertà di muoversi e di lasciarsi ispirare lungo il tragitto, ma anche il contatto con la natura e la possibilità di viaggiare con il proprio amico a quattro zampe. Ma da dove cominciare a organizzare un viaggio in camper? Quali itinerari scegliere? Abbiamo fatto due chiacchiere con Valentina e Raffaele, blogger di Diario in viaggio e camperisti doc, che ci hanno raccontato le loro esperienze e dato alcuni consigli.

salisburgo-in-camper
salisburgo-in-camper

Quali sono i vantaggi di viaggiare in camper?

Per noi che amiamo l’avventura e i viaggi in autonomia i vantaggi del viaggiare in camper sono davvero tantissimi, ma se dovessimo racchiuderli tutti in uno diremmo: la spensieratezza. Infatti, in linea di massima, grazie al camper possiamo ridurre ai minimi termini i preparativi pre-viaggio, decidere con la massima libertà l’orario di partenza e la destinazione. Possiamo addirittura cambiare itinerario strada facendo, visto che non abbiamo la preoccupazione di dover prenotare un alloggio o di raggiungerlo entro un dato orario; o ancora, quando la stanchezza alla guida si fa sentire, optare per una sosta non prevista. Si aggiunge poi la sensazione bellissima di sentirsi davvero a casa in ogni parte del mondo perché, pur svegliandoci ogni giorno in una destinazione diversa, alla fin fine siamo sempre in un ambiente familiare. Infine, un vantaggio che ci piace sempre sottolineare, in quanto orgogliosi padroni di una cagnolina, è la possibilità di viaggiare portando con sé il proprio cane (o animale domestico che sia): potete dire addio – o arrivederci – a dog sitter, pensioni per cani e alle estenuanti ricerche per trovare delle strutture pet friendly.

viaggi in camper
viaggi in camper

Alcune tips per non partire impreparati

Per chi parte per la prima volta per un viaggio in camper è fondamentale avere sotto controllo il mezzo: capire come funzionano le operazioni di carico e scarico dei serbatoi, dove si trova la bombola del gas e come collegarsi alla corrente elettrica; così come è importante conoscerne le dimensioni, per evitare di avventurarsi in stradine o sottopassaggi in cui non riuscirete a passare. Il secondo consiglio è quello di partire muniti di navigatore satellitare (anche la app di Google maps sul telefono è più che sufficiente). Meglio avere anche un atlante stradale cartaceo con sé perché la tecnologia non è infallibile. Allo stesso modo è utile avere con sé un portolano cartaceo contenente la lista delle aree di sosta, per i tecnologici basta anche una connessione e una rapida ricerca online. Terzo consiglio: quando potete, portatevi anche delle biciclette. Se infatti il camper è comodissimo per tante ragioni, è pur sempre un bestione di grosse dimensioni che molto spesso non avrete voglia di spostare una volta trovata un’area sosta comoda. Con le bici potrete muovervi in piena libertà per città e campagne. L’ultimo non è propriamente un consiglio ma è un’esortazione importantissima: comportarsi in modo civile. Quindi: non abbandonare l’immondizia in giro, scaricare i serbatoi di acque nere e grigie solo nelle aree indicate, campeggiare solo dove non è consentito.

Ci sono degli itinerari consigliati, strade o percorsi da non perdere?

È difficile scegliere, visto che per noi ogni itinerario è potenzialmente fantastico. Un nostro sogno è quello di fare un giro dell’Europa in camper. Per iniziare in Italia ci sentiamo di consigliare la Toscana, magari con un itinerario in Val d’Elsa o in Val d’Orcia. Ma anche la Puglia: noi ci siamo innamorati della Valle d’Itria e dei suoi paesini color bianco latte. In Europa c’è la Francia dove il turismo itinerante è ben radicato e i servizi per i camperisti sono tanti ed ottimi: la Costa Azzurra, la Bretagna, i Castelli della Loira… ce n’è davvero per tutti i gusti!

Alcuni link utili:

www.associazioneproduttoricamper.it (per conoscere news, eventi e per scegliere il migliore camper, da acquistare o noleggiare) www.sceglilcamper.it (per gli itinerari, le aree di sosta, e per scaricare guide utili per approcciarsi a questa forma di viaggio) www.camperisti.it (itinerari, consigli, e molto altro, da camperisti doc)