Weekend in montagna: 10 destinazioni tutte italiane

Dolomiti, Valtellina, fin giù all'Etna. Alcune idee per trascorrere un weekend italiano in montagna. 


Cerca le migliori destinazioni per terme e SPA in Italia


Quando programmo i miei viaggi cerco sempre di ritagliarmi almeno un paio di giorni dell'itinerario per il trekking: mi piace godermi i paesaggi con lentezza e mi piace sentirmi piccola davanti all'imponenza della natura. E' una cosa che mi porto appresso da sempre, dai primi viaggi in Italia, tra le montagne.

Ho raccolto qui di seguito dieci destinazioni per un weekend in montagna in Italia: ci sono quelle che ho più amato e quelle vorrei tanto scoprire, con la consapevolezza che la lista dovrebbe essere molto più lunga.

Da qualche parte però si dovrà pure iniziare, no?

1. Lago di Braies

Nell'omonima valle, circondato dalle vette delle Dolomiti, il lago di Braies si trova in Alta Pusteria e probabilmente è uno dei laghi alpini più fotografati. Le sue acque turchesi e il panorama mozzafiato tutto attorno sono perfetti per un weekend da trascorrere in pieno relax. La leggenda vuole che questo specchio cristallino custodisca dei tesori, che sono anche la causa del luccichio dorato delle acque alla luce del sole.

2. Ortisei

Il capoluogo della Val Gardena, una vera e propria perla. Ammetto di essere un po' di parte perchè in questo paese di circa 5000 abitanti ci ho passato tantissime estati: è la base perfetta per andare alla scoperta delle montagne e delle valli tutt'attorno, le possibilità sono tantissime e per tutti i livelli di difficoltà. Bellissimo anche in inverno, per gli amanti della neve e dello sci.

3. Alpe di Siusi

Sempre in Alto Adige, nel cuore delle Dolomiti: l'Alpe di Siusi è l'altopiano più vasto d'Europa, coi suoi 56 km quadrati di superficie dai quali poter ammirare panorami strepitosi. Particolarmente indicata per una vacanza in famiglia, anche l'Alpe di Siusi si presta bene sia a un turismo estivo che invernale, tra trekking, percorsi in mountain bike, sci e piste per slittini.

4. Marmolada

Questo gruppo montuoso si estende tra Trentino e Veneto; la Marmolada è anche chiamata "la regina delle Dolomiti", di cui custodisce il ghiacciaio più grande. Gli appassionati di sci potranno percorrere qui la pista più lunga delle Dolomiti, la "Bellunese", con i suoi 12 km. Ma la Marmolada è anche storia: fu infatti uno dei luoghi della Prima Guerra Mondiale, motivo per cui è possibile visitare il museo della Grande Guerra, ovvero uno dei musei più alti d'Europa, e le trincee.

5. Resegone

Non potevo non citare la Lombardia, la mia regione, e una delle sue cime più rappresentative, il Resegone; il Resegone deve il suo nome al particolare profilo a forma di sega, che lo rende riconoscibile agli occhi anche meno espertiPer godere di un panorama spettacolare su Lecco e sul lago salite fino al rifugio Azzoni e proseguite poco più su fino alla cima, alla Punta Cermenati, contrassegnata da una grande croce in ferro.

6. Bormio

Un altro must della Lombardia, in Valtellina. Bormio è circondata dalla cornice del Parco Nazionale dello Stelvio ed è meta sia estiva che invernale: in estate è possibile apprezzare l'ampia varietà della fauna del parco, dove si possono avvistare, tra gli altri, cervi, stambecchi e marmotte, e in inverno il comprensorio offre circa 50 km di piste da sci, con 15 impianti di risalita. Quello che però ha reso famosa questa località sono le terme, con i Bagni Nuovi e i Bagni Vecchi, quest'ultimi non esattamente in paese, ma poco fuori, a Premadio: queste acque vengono utilizzate a scopi curativi dal VI Secolo d.C. e ancora oggi rendono Bormio una delle località più frequentate.

7. Etna

Spaziando decisamente verso a Sud, tra le montagne ci metto anche un vulcano, un vulcano dove si scia (o, perchè no, dove si ciaspola)! Questa è un'esperienza che ancora mi manca, ma trovo che sia perfetta per un weekend alternativo in Sicilia, terra che in genere è associata a tutt'altro tipo di turismo. Per chi non ama gli sport invernali c'è comunque la possibilità di affrontare percorsi di trekking di diversi livelli di difficoltà.

8. Monte Bianco

Cambiamo ancora regione e spostiamoci a Nord-Est, in Valle d'Aosta: come non citare la cima più alta d'Italia? Per apprezzare il Monte Bianco non bisogna per forza essere alpinisti provetti: grazie alla funivia Skyway Monte Bianco è possibile arrivare a 3400 metri d'altezza nel giro di un quarto d'ora, gustandosi nel frattempo la vista dalle cabine panoramiche girevoli.

9. Cervinia e Plateau Rosa

Ancora Valle d'Aosta, ma altra funivia! Facciamo base a Cervinia e saliamo al Plateau Rosa, a quasi 3500 metri d'altezza: dalla terrazza panoramica la vista è di quelle che lascia senza fiato: Cervino, Monte Bianco, Monte Rosa e Gran Paradiso sono tra le cime più alte del nostro Paese e vederle tutte insieme non può che dare una sensazione di stupore, mista a impotenza davanti alla maestosità della natura.

10. Cogne

La porta del parco del Gran Paradiso, in Valle d'Aosta, una destinazione perfetta sia in estate che in inverno: in estate le possibilità del trekking sono varie e per tutti i livelli di difficoltà. Potete ad esempio pensare di raggiungere (a piedi o in macchina) Valnontey e da lì dirigervi verso il rifugio Sella: questo sentiero è stato sistemato e messo in sicurezza, ed è alla portata più o meno di tutti. Per maggiori informazioni su questo e altri percorsi potete consultare il sito ufficiale del Parco del Gran ParadisoPer l'inverno invece...vi dico solo che attorno al paese ci sono circa 80km di piste da sci: sfido chiunque a percorrerle tutte quante (o comunque ad annoiarsi) nel tempo di un weekend solo!