Da Namur a Dinant

Belgio/ Ente del Turismo

In viaggio sulla Mosa

E' da Namur, la porta delle Ardenne, che parte il nostro itinerario con destinazione Dinant alla scoperta di una delle regioni più ricche del Belgio. Ricca di castelli di piccoli birrifici artigianali, di parchi, di tappe gastronomiche e di paesaggi mozzafiato.
Non indugiate oltre. Partite con noi!

Namur,capitale della Vallonia
Namur nasce alla confluenza dei fiumi Sambre e Mosa ed è forse il calmo scorrere di queste acque che scandisce il ritmo quotidiano tranquillo che rende la città piacevole da vivere. Dall'alto della Cittadella si gode un panorama straordinario sui due fiumi e sulla città.
Il centro storico di Namur è caratterizzato da belle dimore del XVIII secolo e in una di queste è ospitato il museo Félicien Rops artista poco noto, ma stimato da molti suoi più celebri colleghi, quali Baudelaire, e Maupassant. Veri gioielli d'architettura religiosa, sono la Chiesa di Saint-Loup capolavoro dello stile barocco e la Cattedrale St-Aubain trionfo dello stile classico con decorazioni barocche e rococò, dell'architetto italiano Pisoni.

Dinant, figlia della Mosa
Sulla strada per Dinant, si raggiungono i meravigliosi Giardini d'Annevoie un concentrato di eleganza francese, inglese e italiana con spettacolari giochi d'acqua. A pochi chilometri, dall'altro lato della Mosa, il Birrificio Du Bocq della metà dell'800, vi svela i segreti della produzione di birra che termina con una degustazione.
Dinant, detta "figlia della Mosa", è sovrastata dalla Cittadella la sentinella secolare della città a cui si accede salendo 408 scalini oppure tramite una teleferica che offre un incantevole veduta sulla città e sulla Collegiata Notre-Dame con il suo particolare campanile a cipolla del XVI secolo. Nei mesi di luglio e agosto, la domenica, le vie della città risuonano di animazioni e concerti musicali in onore di Adolphe Sax celebre cittadino di Dinant e inventore del sassofono.

Ricchezze storiche sulle rive del fiume
Con una breve gita in battello lungo la Mosa si arriva al castello di Freyr una meravigliosa dimora rinascimentale dove, si dice, sia stata gustata la prima tazza di caffè nel 1675.
Se siete alla ricerca di sapori tradizionali il piccolo birrificio La Caracole, nelle vicinanze di Dinant, produce birre all'antica, in tini di rame riscaldati al fuoco di legna.
A Celles vi aspetta il castello di Vêves, brillante esempio d'arte militare, straordinario guardiano della memoria e del tempo.

La gastronomia: storia e tradizione
Tra le specialità gastronomiche della regione, come la senape Bister, le fragole di Wépion e le Couques di Dinant, biscotti al miele che sembrano risalgano ai tempi di Carlo il temerario, quelle di maggior successo sono le “frites”, le patatine fritte. Secondo alcuni racconti, sembra che le patatine fritte siano nate proprio in questa zona intorno alla fine del ‘700.

E non finisce qui
C'è molto altro ancora da scoprire, magari in bicicletta attraverso uno dei percorsi Ravel o Randovelo, ideali per biciclette o veicoli senza motore, che permettono di apprezzare al meglio, in tutta tranquillità quello che il territorio ha da offrire: grotte, abbazie, villaggi di charme dove fermarsi a mangiare un piatto speciale, di quelli della tradizione che ormai solo in pochi posti sanno fare.

Per ulteriori informazioni visita www.belgioturismo.it