Jessica
membro del team
Volagratis

Sapori da tutto il mondo

Le spezie sono usate da secoli e ogni paese ha la sua speciale combinazione di sapori che rappresenta la sua storia e la sua cultura. I colori vividi, gli aromi e i sapori possono trasportarci in tutto il mondo - dai souk e i bazar che vendono spezie appena macinate, ai ristoranti tradizionali che utilizzano condimenti locali per aromatizzare ricette perfezionate nel corso di centinaia di anni. Viaggia virtualmente con noi intorno al mondo per scoprire il gusto di otto città diverse attraverso l'uso delle spezie.

Jessica
membro del team
Volagratis

Marrakech per il Ras el Hanout

Pensa alle spezie e ti immaginerai probabilmente un vivace souk marocchino, bancarelle ammucchiate con vibranti mix di spezie. Una particolare combinazione originaria del nord Africa è il ras el hanout. Il nome si traduce in "capo negozio" o, meno letteralmente, "scaffale in alto", quindi l'idea è quella di ottenere un mix di tutte le migliori spezie in vendita.
Comunemente realizzato con 12 o più spezie tra cui chiodi di garofano, coriandolo, zenzero, noce moscata e curcuma, la miscela varia a seconda della regione - o anche tra i singoli commercianti che hanno ciascuno la propria ricetta. Usala per preparare una tajine tradizionale e i sapori caldi e legnosi porteranno le tue papille gustative direttamente in un mercato soleggiato di Marrakech. 

Dove trovarlo:
Piazza delle Spezie, al centro della medina di Marrakech.

Come usarlo:
Tagine di Agnello, pollo marinato marocchino, stufato di manzo speziato.

Cairo per la Dukkah

L'uso delle spezie ha avuto origine nell'antico Egitto, dove si credeva che le foglie e i semi di piante come il cumino, il coriandolo, il finocchio, il ginepro e il timo migliorassero la salute. Non erano usate solo in medicina e in cucina, ma anche per conservare - sia il cibo che il corpo. Le spezie erano parte del processo di imbalsamazione per la mummificazione. Ovviamente questa tradizione non è stata continuata, ma le spezie sono ancora ampiamente utilizzate nella cucina egiziana. Un mix popolare è la dukkah, che combina erbe e spezie con frutti essiccati e tritati. Nei mercati delle spezie del Cairo, lo vedrai servito in coni di carta.

Dove trovarlo:
Khan El-Khalili nel Vecchio Cairo, questo antico souk ospita una vasta gamma di bancarelle del mercato e caffè tradizionali.

Come usarlo:
Shakshuka (uova al forno), per aromatizzare yogurt o hummus, focacce.

Oaxaca per il peperoncino

Il Messico è noto per la sua cucina gustosa - inserita perfino nella Lista del Patrimonio Culturale Immateriale dell'UNESCO - e Oaxaca è la capitale delle vacanze gastronomiche. La città è famosa per diverse varietà di mole, una salsa tradizionale, ognuna con un colore e un sapore distinto a seconda della regione e del peperoncino utilizzato. Il più comune è il mole negro con 6 diversi tipi di peperoncino, con aggiunta di cannella, cumino, chiodi di garofano e noci macinate. Il cioccolato messicano aggiunge profondità al sapore di questa salsa - lo troverai nei piatti principali dello street food, dai tacos ai tamales.

Dove trovarlo:
Il Mercado Benito Juarez di Oaxaca è il più antico mercato della città, che vende peperoncini secchi, miscele di spezie e paste, oltre a cibi pronti.

Come usarlo: per ricette con pollo, maiale o beef, per la salsa per enchiladas, per empanadas.

Valencia per lo zafferano

Lo zafferano è noto come la spezia più costosa al mondo. I suoi delicati fili rossi sono usati con parsimonia nelle ricette, non solo per insaporire, ma anche per aggiungere colore. In antichità si pensava che il colore giallo brillante rappresentasse l'oro e quindi la ricchezza. Lo si trova nei piatti tradizionali a base di riso in tutto il Medio Oriente, in India e in Europa, dal risotto alla milanese alla paella spagnola. Originario della comunità valenciana, che non si può visitare senza provare un'autentica e fresca paella, servita direttamente nella padella di cottura che dà il nome a questo piatto. Trova un tavolo all'aperto, al sole, e buon appetito!

Dove trovarlo:
La Pepica nella Playa de las Arenas, per la vista sul mare e un'ottima paella.

Come usarlo:
per la Paella, l’aioli allo zafferano, la zuppa di pesce alla catalana, la zuppa di ceci.

Delhi per Garam Masala

Nella cucina indiana, il "curry" si riferisce a qualsiasi piatto che contiene diverse spezie mescolate insieme. Ogni famiglia ha il proprio masala dabba, una scatola in cui conservare le spezie essiccate, e uno dei punti fermi è il garam masala. Diverse spezie vengono tostate e poi macinate insieme, con l'esatto mix dettato dalle ricette di famiglia e dai prodotti locali, ma tipicamente include cannella, macis, finocchio, cumino, chiodi di garofano e coriandolo. Nel sud dell'India si possono aggiungere peperoncini per aumentare l'intensità, ma il mix di spezie ha le sue origini nella medicina ayurvedica, dove "garam" significa riscaldare il corpo, quindi l'obiettivo non è qualcosa di super piccante, ma piuttosto di caldo. Basta un cucchiaino del mix di spezie in un curry o in una zuppa per dare un sapore profondo e ricco.  

Dove trovarlo:
Khari Baoli, il più grande mercato di spezie dell'Asia, risalente al XVII secolo. 

Come usarlo:
per il Tarka dal, il pollo al burro, l’aloo gobi, il samosa di verdure.

Stoccolma per il cardamomo

Dimentica il dolce (quasi stucchevole) dei cinnamon rolls, la spezia del momento è il cardamomo - molto popolare a Stoccolma. I Kardemummabullar (involtini di cardamomo) sono perfetti da gustare durante la tradizionale fika, un’istituzione sociale della cultura scandinava che tutti vorremmo adottare. L'idea è quella di prendersi una pausa e incontrare gli amici davanti a un caffè - e preferibilmente mangiare anche qualcosa di dolce. Passando davanti a un caffè o a un panificio di Stoccolma si respira l'odore confortante della pasta appena sfornata e profumata di spezie aromatiche. Non riuscirai a resistere!

Dove trovarlo:
Valhallabageriet, un autentico panificio nel quartiere alla moda di Östermalm.

Come usarlo:
per il pane intrecciato al cardamomo, la torta di mele e cardamomo, il babka al cioccolato.

Budapest per la paprica

La paprica rossa è il simbolo della cucina ungherese. Usata per condire minestre e stufati, e il più noto gulasch - un piatto tipico di carne e verdure. Qui la paprica aggiunge colore e sapore. Il livello di piccante dipenderà dal peperoncino o dal pepe che vi sarà aggiunto, dato che tipicamente in Ungheria si usa una paprica più dolce piuttosto che piccante. Il sapore evoca l'autentica cucina locale casalinga, ma i visitatori possono provarla anche in numerosi ristoranti di Budapest. In tutta la città troverai negozi che vendono pacchetti di paprica, quindi portane un po' a casa per la tua collezione di spezie. 

Dove trovarlo: 
Nel Mercato Centrale, il più antico mercato coperto di Budapest.

Come usarlo:
per il Gulasch, il paprikash di pollo, lo stufato di verdure Lecsó, la zuppa del  pescatore.

Giamaica per il pimento

Il pimento è una bacca di Pimenta dioica, che viene essiccata e macinata per essere usata come condimento. Un caposaldo della cucina caraibica, e forse più conosciuto in tutto il mondo per il Jamaican jerk chicken. “Jerk” si riferisce sia al condimento che al metodo di cottura, che si pensa sia stato inventato dagli schiavi africani sull'isola. Una marinata umida o secca è fatta con pimento, peperoncino rosso dei Caraibi e altre spezie come zenzero, timo e pepe nero in grani. L'impasto viene strofinato sulla carne, o sui frutti di mare, e cotto alla brace sul fuoco per esaltarne il sapore affumicato. Fermati a un ristorante sulla spiaggia per apprezzare appieno questo piatto.

Dove trovarlo: 
Boston Beach

Come usarlo: 
per il Jerk chicken con riso e piselli, il Mutton curry, e la torta allo zenzero giamaicana.

Potrebbe interessarti anche:

Trova la destinazione perfetta per te!

Seguici su 

Seleziona il tuo paese:

Scarica la nostra app: