5 modi per staccare la spina

Viaggiare è il modo migliore per rilassarsi e disconnettersi dalla realtà: ci sdraiamo su una spiaggia col rumore delle onde o scopriamo una città nuova e ci sentiamo subito rigenerati. Ma anche ora che non è possibile viaggiare possiamo trovare dei metodi alternativi per staccare la spina. La meditazione è uno di questi. Parti insieme a noi per un tour virtuale alla scoperta di alcune delle pratiche più affascinanti e dei loro luoghi d’origine. Potrai provarle direttamente a casa tua e fare il pieno di relax. Che cosa aspetti? Accendi una candela, indossa i tuoi pantaloni da yoga e diamo inizio alle danze!

1. Mantra (Buddismo), Tibet

I mantra sono gruppi di parole o di sillabe che vengono ripetuti più volte per evocare lo spirito di Buddha. Con un unico obiettivo: calmare la mente e allontanare le vibrazioni negative. Il più celebre dei mantra è “Om”. Questa pratica ha origini antiche: 2000 anni fa, in India e Tibet. In Europa si diffuse negli anni ‘60 tramite la cultura Hippy. 

Per dare inizio a un viaggio spirituale si usano diversi mantra. Ci si può aiutare anche con dei gesti o con un rosario, ma non sono essenziali. La buona notizia è che non c’è bisogno di andare in un monastero tibetano per meditare con i mantra. A casa, in ufficio, al parco: puoi farlo ovunque vuoi! Provaci, non è un caso se questa pratica è arrivata fino ai giorni nostri.

Il consiglio in più:
Puoi trovare playlist dedicate ai mantra su Youtube, Spotify e tra i podcast di Apple. Ci sono anche numerosi siti che aiutano a creare i propri mantra. 

2. Chakra, India

I chakra sono tra le pratiche di meditazione più conosciute. Secondo questa teoria, esistono sette centri energetici situati nella colonna vertebrale, nell’ombelico, nello sterno, nel cuore, tra gli occhi e sopra la testa. Attraverso la loro stimolazione è possibile migliorare la salute di vari organi del corpo e del sistema nervoso. A livello spirituale l'obiettivo è raggiungere l’unione suprema con il “Brahman” (il principio divino). Se ti interessa approfondire la teoria dei chakra devi sapere che è un po’ complicata poiché ai vari chakra sono associati diversi colori, stati d'animo e divinità indù. Niente che non si possa imparare con un po’ di studio. In India i rituali chakra possono durare da alcuni giorni fino a un mese. Per attivare il proprio occhio interiore si praticano massaggi, agopuntura e yoga in splendide location piene di sole, così ci scappa anche una bella abbronzatura! Che ne dici di fare un po' di pratica a casa prima di partecipare di persona? 

Curiosità: 
Ciascun chakra corrisponde ad un colore. Non a caso, i colori influiscono sulla qualità della nostra vita, dai vestiti che indossiamo alle tonalità con cui dipingiamo casa. 

3. Zen, Giappone

Se qualcuno ti fa notare che stai sempre ad oziare, prova a dirgli che stai praticando shikantaza, l’antica arte che consente di raggiungere “dhyana” (la serenità) attraverso l’immobilità. È il cuore dello Zen. Nel XIII secolo il suo fondatore Master Dogen stabilì 16 principi di base che sono praticati ancora oggi in più di 15.000 templi in tutto il Giappone. Al livello base, lo Zen consiste nello stare seduti e respirare. Ovviamente, più a fondo si va, più diventa complicato da praticare, ma per iniziare basta trovare una posizione comoda e concentrarsi sulla respirazione. Il bello è che puoi farlo ovunque. Provare per credere: concentrandoti sulla respirazione, ti rilasserai in un attimo. Inizia dalle basi e poi, appena possibile, vai a sperimentare di persona quanto è apprezzato nella sua terra d’origine. 

Curiosità: 
Non è un libro interamente sullo zen, ma il best seller mondiale di Robert M. Pirsig “Lo Zen e l’arte della manutenzione della motocicletta” è un viaggio che vale la pena intraprendere. 

4. Qigong, Cina

Forse non hai mai sentito parlare di “Qigong”, ma potresti aver già sentito "Qi" o "Chi", un concetto cinese che indica la forza vitale, l'energia. La seconda parte della parola - gong - significa "controllo". Il Qigong, quindi, è l'arte di incanalare il tuo chi. Sviluppata nel corso dei secoli da monaci taoisti e guaritori cinesi, si serve di meditazione, respirazione e movimento per alleviare lo stress e rafforzare il sistema immunitario. Esistono due tipi fondamentali di Qigong: quello per cui si guarisce da soli e quello per cui si trasferisce il proprio chi a qualcun altro. L’interesse crescente verso il benessere ha reso questa pratica molto popolare. Oggi è una di quelle più usate nei ritiri benessere, non solo in Cina ma anche in tutta Europa. Fino a quando non potrai sperimentare uno di questi ritiri, perché non provi un paio di sessioni da 20 minuti a settimana? Con il suo mix di allungamenti, posizioni ed esercizi di respirazione, può essere praticato da tutta la famiglia ed è un ottimo modo per godersi un po’ di tempo insieme.   

Curiosità: 
La disciplina più famosa del Qigong è il Tai Chi, nota anche per la sua capacità di aumentare l’elasticità del corpo, oltre che per le sue proprietà curative.

5. Vipassana, India

C’è Buddha dietro gli insegnamenti di Vipassana e una storia lunga 2500 anni. Il loro obiettivo è “vedere le cose per come sono realmente”. Si tratta di trovare la pace dei sensi semplicemente accettando cosa accade attorno a noi e controllando le nostre reazioni nei confronti dell’esterno. Questa pratica si è diffusa in Occidente come “mindfulness”. Anche in questo caso si parte dal respiro e si lavora per raggiungere uno stato di rilassamento superiore. Se non c'è un centro specializzato in Vipassana vicino a te, puoi sempre fare un po’ di pratica a casa con l’aiuto di una rilassante playlist Spotify.

Curiosità:
I corsi di Vipassana durano dieci giorni e sono dei veri e propri ritiri, che prevedono il rispetto di una serie di regole per quanto riguarda gli orari, i pasti e molto altro.

Potresti essere interessato anche a:

Scopri la destinazione perfetta per te!

Registrati alla nostra newsletter

Ti invieremo le migliori offerte in anteprima ma anche promozioni esclusive, consigli di viaggio e aggiornamenti su dove puoi viaggiare.