Cosa fare e vedere a Santorini

10 itinerari per scoprire la magica isola di Santorini

Situata nel Mar Egeo, Santorini è l'isola più a sud delle Cicladi. Se ti fermi per una vacanza di qualche giorno, sappi che questo luogo è molto più che mare e tintarella. Abbiamo elencato ben 10 itinerari che soddisferanno ogni tua curiosità su cosa fare e cosa vedere a Santorini. 

Quest'isola, di origine vulcanica, deve la sua forma e la sua bellezza a un'eruzione avvenuta circa 10.000 anni fa. Lasciati incantare dalla distesa di case bianche dai tetti colorati, dalle sue stradine e scalette, o dai panorami mozzafiato che puoi ammirare dal crinale della caldera. Preparati a vivere un sogno.

Fira

Partiamo da Fira, la capitale dell'isola e il luogo il cui aspetto è esattamente quello che ti immagini quando pensi a un'isola greca. Una distesa di case bianche con i tetti azzurri formano uno scenario da cartolina tutto da esplorare, perdendosi nei vicoletti e ammirando il panorama sulla sua baia e sulla caldera. Una passeggiata immancabile è quella degli oltre 500 gradini che portano al porticciolo di Fira Skala... ma niente paura, per risalire c'è la funivia! Se ti appassionano la storia e l'antichità, a Fira puoi visitare il Museo della Thira Preistorica e il Museo Archeologico, che conservano affreschi dell'antica Akrotiri e dei vari periodi storici dell'isola fin dalle epoche più remote. Infine, la sera, perditi nella vita notturna della città, ricca di locali e ristoranti.

Il consiglio in più: l'ottocentesca cattedrale ortodossa è uno spettacolo suggestivo e imperdibile.

L’Antica Thera

Un'escursione che devi assolutamente inserire nella lista delle cose da fare è quella all'Antica Thera. Si tratta di un sito archeologico situato sul monte Mesa Vouna, a sud est di Santorini. Fondata nel X secolo a.C., Thera fu il primo insediamento dell'isola, posto in una posizione strategica che permetteva di dominare tutta la costa. Inutile dire che da qui il panorama è impareggiabile. Tra i suoi resti più antichi, puoi visitare l'agorà e i templi dedicati a Dioniso e ad Apollo. L'accesso al sito è gratuito ed è consigliabile andarci di mattina perché chiude nel primo pomeriggio. Ti consigliamo di prenotare una guida per godere appieno della visita.

Il consiglio in più: se vuoi raggiungere a piedi il villaggio, armati di acqua fresca, vestiti leggeri e scarpe comode!

Therasia

Situata di fronte alla città di Oia, l'isola di Therasia fu separata da Santorini dall'eruzione vulcanica che determinò la forma attuale dell'arcipelago. Questa piccola isola presenta uno scenario molto più selvaggio e incontaminato rispetto a Santorini. Puoi fare una gita in barca di un giorno, oppure fermarti di più per conoscere profondamente il lato meno turistico e molto più autentico di questo gruppo di isole. Qui, infatti, sei decisamente lontano dalla movida notturna e i negozi sono davvero pochi, tra cui un panificio dove acquistare pane cotto a legna. L'unico villaggio è quello di Manolas, molto caratteristico, dove si trovano anche il porticciolo e la spiaggia per fare il bagno in un mare pulitissimo. 

Il consiglio in più: se ami l'avventura, fai il giro dell'isola in barca o in canoa e scopri le sue coste incontaminate.

Akrotiri

Tra i più importanti siti archeologici del Mar Egeo, l'antica Akrotiri, situata nella parte meridionale di Santorini, fu distrutta da un'eruzione nel II secolo a.C. e riscoperta solo nel 1967, durante uno scavo. In modo molto simile a quanto accaduto a Pompei, le ceneri dell'esplosione hanno conservato edifici, affreschi e manufatti, rivelando una città portuale che doveva essere molto importante, e che da alcuni è stata ritenuta parte della leggendaria Atlantide. Il biglietto per visitarla comprende anche la visita al Museo della Thira Preistorica, dove sono conservati molti dei suoi resti. Data la sua scoperta relativamente recente, gli scavi sono tuttora in corso: Akrotiri ha ancora molto da raccontare.

Il consiglio in più: visita il museo prima di andare a vedere gli scavi, per apprezzare appieno Akrotiri.

Oia

Situata nella parte settentrionale di Santorini, Oia è la seconda città più importante dopo Fira e, se possibile, è ancora più bella. Lo scenario è molto simile a quello del capoluogo, con le casette bianche dalle cupole colorate arroccate sulla costa, che sembrano quasi sospese tra mare e cielo. Oia regala la vista più suggestiva sulla caldera del vulcano che ha dato origine all'arcipelago. Un'escursione piacevole è quella che arriva fino al porticciolo e alla spiaggia di Amoudi e, poco più in là, la spiaggia degli Armeni, perfetta per lo snorkeling. Ma questa località è famosa soprattutto per i suoi tramonti: è ritenuta decisamente il luogo più romantico di Santorini. 

Il consiglio in più: se ami camminare, raggiungi Oia a piedi da Fira con un percorso di circa 3 ore lungo la scogliera.

La caldera

La caldera del vulcano di Santorini è la protagonista indiscussa dell'arcipelago, a cui ha dato origine più di 10.000 anni fa: una catastrofe che ci ha regalato un angolo di paradiso sulla Terra. La caldera si può ammirare lungo il percorso a piedi, di quasi 3 ore, che va da Fira a Oia, lungo il crinale: è faticoso, ma ne vale assolutamente la pena. In alternativa puoi fare il suggestivo tour in barca che parte da Oia, dal porto di Amoudi o di Armeni, oppure da Athinios o da Fira, e ammirare dal mare le isole all'interno del cratere, come Palia Kameni e Nea Kameni, Therasia, Aspronisi e la baia di Akrotiri.

Il consiglio in più: se vuoi fare il tour in barca in estate, prenota con largo anticipo per evitare delusioni.

Aspronisi

L'isolotto di Aspronisi delimita la caldera nella parte sudoccidentale dell'arcipelago ed è conosciuto anche come Isola Bianca, dal colore della pomice bianca da cui è formato. Questa piccola isola è disabitata e si presenta come un altopiano con scogliere sul mare, ma sono presenti due spiagge di ciottoli bianchi, che digradano nelle acque cristalline e limpidissime dell'Egeo, formando uno scenario letteralmente irresistibile: vederlo e non fare un tuffo è praticamente impossibile. La piccola Isola Bianca è raggiungibile tramite i tour in barca nella caldera, il che significa che al posto di frotte di turisti, trovi solo il bello della natura incontaminata.

Il consiglio in più: per assicurarti un posto, prenota con largo anticipo il tour in barca per raggiungere Aspronisi.

Le spiagge di Nea Kameni e Palia Kameni

Nea Kameni e Palia Kameni sono due isole che si trovano proprio al centro della caldera di Santorini. Sono disabitate e si sono formate grazie alle continue eruzioni che le hanno fatte emergere. Nea Kameni è la più grande delle due e ospita delle sorgenti calde, segno che il vulcano è ancora attivo, e infatti viene attentamente monitorata. Palia Kameni si è formata a sud ovest della sua sorella più grande. Sembra che ci viva una sola persona, anche se qui sono presenti degli edifici, tra cui una chiesa. Entrambe le isole sono toccate dai tour in barca nell'arcipelago, durante le quali i viaggiatori amano fare escursioni e un tuffo nelle loro acque.

Il consiglio in più: ferro e manganese rendono scure le acque attorno Nea Kameni, ricche di proprietà terapeutiche.

La spiaggia di Exo Gialos

Particolarmente indicata per le famiglie con bambini, la spiaggia di Exo Gialos si trova sulla costa orientale di Santorini. Questa spiaggia di ghiaia è un luogo estremamente tranquillo, fuori dai soliti circuiti turistici e dove quindi è possibile prendere il sole, fare il bagno e giocare in pieno relax. Tuttavia, non è nemmeno la tipica spiaggia greca senza anima viva, è infatti servita da ristoranti e stabilimenti, che offrono la comodità di stare all'ombra e mangiare qualcosa tra un bagno e l'altro. Elemento comune alle altre spiagge dell'isola è, come sempre, la bellezza del mar Egeo, con le sue acque limpide e cristalline.

Il consiglio in più: anche qui puoi fare immersioni e snorkeling per ammirare i fondali di questo lato dell'isola.

I villaggi di Santorini

Santorini non è solo spiaggia e mare, più all'interno infatti sono presenti diversi villaggi che meritano almeno una visita. A poca distanza da Fira puoi trovare Imerovigli, situata sul punto più alto del crinale della caldera, e da cui si gode una vista mozzafiato. Molto simile è Firostefani, estremamente panoramica, e in cui ti consigliamo una visita alla tipica chiesetta della Vergine di Agios Theodoris. Spostandoti verso il centro dell'isola puoi trovare, inoltre, tipici villaggi tradizionali greci, come Pyrgos, Megalochori e Vothonas, dei borghi fatti di vicoletti e tipiche case a grotta, che conservano ancora le loro radici. Più a sud, infine, c'è Emporio, borgo medievale immerso tra vigneti. 

Il consiglio in più: se vai a Emporio, non farti sfuggire una visita al castello medievale di Goulas.

Potresti essere interessato anche a:

Scopri la destinazione perfetta per te!

Registrati alla nostra newsletter

Ti invieremo le migliori offerte in anteprima ma anche promozioni esclusive, consigli di viaggio e aggiornamenti su dove puoi viaggiare.