Cosa vedere nei Paesi Baschi Francesi

Esplora con noi le meraviglie del sud-ovest della Francia

Meno famosa della sua controparte spagnola, la regione francese dei Paesi Baschi (Iparralde) racchiude tanti tesori da scoprire. In questo luogo incredibile, che viene spesso a torto saltato a favore della Spagna, troverai molte cose da vedere, come paesini ricchi di cultura, pittoreschi sentieri sui Pirenei e sconfinate spiagge sull'Atlantico.

  1. Biarritz
  2. Saint Jean de Luz
  3. Bayonne
  4. Anglet
  5. Bidart
  6. Espelette
  7. Ainhoa

La città più famosa della regione, e luogo prediletto dai turisti, è sicuramente Biarritz, ma se ami viaggiare, scoprire culture e tradizioni e avere storie davvero interessanti da raccontare al tuo ritorno, allora seguici nella parte sud-occidentale della Francia. Sappiamo di aver stuzzicato la tua curiosità, non te ne pentirai!

1. Biarritz

Città simbolo dei Paesi Baschi francesi, Biarritz è la più nota località di questa incantevole regione sul Golfo di Biscaglia. Il suo clima particolarmente mite l'ha resa molto popolare come località balneare, e la sua fama si deve proprio a questo e al fatto che, nel XIX secolo, l'imperatrice Eugenia, moglie di Napoleone III, decise di passarci le sue estati. Ma non è solo un posto per le celebrità! Negli ultimi anni, Biarritz è diventata anche un paradiso per i surfisti, che arrivano qui da ogni parte del mondo. Se non ami cavalcare le onde, puoi comunque rilassarti sulle magnifiche spiagge o in una delle spa dei tanti resort lungo la costa, oppure visitare il bellissimo Port des Pêcheurs, il porto di Biarritz, con le case dei pescatori e tanti ristorantini di pesce. Oltre alle spiagge, tra le cose da vedere qui ti segnaliamo la Cappella Imperiale, dedicata alla Vergine di Guadalupe, una gira all'ottocentesco faro, alto 73 metri, oppure un giro al mercato coperto di Les Halles.

Suggerimento: non perdere il museo City Ocean, per scoprire i misteri degli abissi e provare l'emozionante Virtual Surf.

2. Saint Jean de Luz

Se trovi Biarritz troppo affollata, quello che ci vuole per te lo troverai a soli 30 minuti di auto: la bellissima Saint-Jean-de-Luz. Qui potrai trovare spiagge dove regna la quiete e prezzi decisamente più accessibili rispetto alla vicina regina delle località turistiche. La città, che un tempo era spesso visitata dai corsari francesi, si è evoluta fino a diventare un importante porto dedito soprattutto alla pesca. In seguito, nel XVII secolo, quando Luigi XIV sposò Maria Teresa di Spagna nella splendida Cattedrale di Saint-Jean-Baptiste, iniziò anche la sua fama di località balneare. Saint-Jean-de-Luz si trova su una bellissima baia a forma di conchiglia, con sabbia fine e un'elegante passeggiata sopraelevata per proteggersi dalle onde. La città vanta anche maestosi edifici, come il Casinò La Pergola, vivaci strade pedonali e piazze piene di negozi, ristoranti e casette a graticcio dai colori vivaci. Non perdere l'occasione di visitare la rue Gambetta per gustare le prelibatezze locali come i Macarons, o per acquistare l'abbigliamento tradizionale.

Suggerimento: non farti sfuggire una visita al pittoresco Fort de Socoa, costruito nel 1627 per proteggere la baia.

3. Bayonne

Bayonne, la città che ha attraversato secoli di storia, dalle sue origini romane fino alle lotte contro i corsari e persino il dominio inglese, è ora una delle città più vivaci e belle della Francia. Eppure, è ancora sottovalutata, vivendo nell'ombra della sua sofisticata e prestigiosa vicina Biarritz, da cui dista meno di mezz'ora in auto. Bayonne è una meta affascinante, grazie alla sua tipica vivacità basca, la sua incantevole architettura lungo le rive dei fiumi Adour e Nive, le strade acciottolate e ombreggiate e le feste di strada, come le famose Fêtes de Bayonne, 5 giorni di giochi, corride, concerti e gastronomia, che animano l'estate di questa cittadina. In qualsiasi momento dell'anno, invece, ti consigliamo sempre una passeggiata nel centro storico, un vero e proprio tesoro di patrimonio culturale e artigianato locale, con tanti negozi che offrono specialità alimentari tipiche tra le stradine medievali.

Suggerimento: visita il famoso Atelier du Chocolat, per assistere dal vivo alla produzione e soprattutto per assaggiare le specialità cioccolatose!

4. Anglet

Praticamente attaccato a Biarritz c'è il comune di Anglet, che si estende fino all'oceano, dove affacciano ben 11 spiagge da sogno dove poter fare surf, prendere il sole e rilassarsi (c'è anche la Plage des Dunes, dedicata a chi pratica nudismo). Se ami lo sport all'aria aperta, c'è una bellissima passeggiata lungomare di 4 km e mezzo, ideale per fare footing e jogging. Se vai in bici, invece, potrai pedalare lungo il Boulevard des Plages. Qui le spiagge sono la vera attrazione della zona e ce ne sono per tutti i gusti, come la spiaggia di Chambre d'Amour, che ospita la Biennale Internationale d'Art Contemporain, dove potrai ammirare opere di artisti locali. Anglet, inoltre, è circondata da paesaggi naturali incredibili, come le tre foreste di conifere, Pignada, Lazaret e Chiberta, oltre al Parc Izadia, una riserva naturale alla foce del fiume Adour dove potrai scoprire la biodiversità locale. Per finire in bellezza, non perderti il mercato delle Halles des Cinq Cantons dove puoi comprare deliziose specialità locali e tradizionali.

Suggerimento: se sei a caccia di occasioni, Anglet ha un grande mercato delle pulci a Place Quintaou, da non perdere!

5. Bidart

Un tempo questa cittadina, situata tra Biarritz e Saint-Jean-de-Luz, fondava la sua economia sull'industria baleniera. Oggi, invece, si è trasformata in una delle località balneari più economiche della costa basca francese. Al contrario della vicina Guétary, infatti, che attira famiglie ricche con i suoi lussuosi hotel e il casinò, Bidart offre uno scenario rilassato, indicato per chi ama fare surf e godersi l'oceano senza troppe pretese. Con più di 5 km di sabbia divisi in 6 spiagge, Bidart sta diventando una destinazione per surfisti sempre più popolare grazie alle tante scuole di surf presenti in zona e ai campeggi che ospitano chi ama le vacanze all'aria aperta, senza spendere troppo. Tra le varie cose da vedere, visita la spettacolare chiesa di Sainte-Madeleine, da cui si gode una vista panoramica sull'Atlantico senza eguali.

Suggerimento: passeggia lungo la Route de la Corniche, dalla spiaggia di Erretegia fino a Saint-Jean-de-Luz.

6. Espelette

Quando si pensa alla cucina basca, uno degli ingredienti più importanti che viene in mente è sicuramente il "piment d'Espelette". Si tratta di peperoncino molto particolare e dalla forma sottile, che viene appeso a essiccare alle facciate degli edifici del villaggio durante la stagione di raccolta e, grazie alla sua particolare qualità, è diventato famoso a livello nazionale. A Espelette e nella regione circostante, il "piment" viene utilizzato in molti altri prodotti, come gelatine, salse, marmellate, e persino olio, miele e cioccolato, oppure in polvere per aromatizzare la carne, il pesce e le insalate. Il villaggio di Espelette è nell'entroterra, a poco più di mezz'ora da Biarritz, e pur essendo piccolo, è molto popolare tra i turisti che cercano una fuga in campagna. In estate può essere difficile trovare un posto per parcheggiare, ma le strade pedonali sono piacevoli da percorrere mentre si fa shopping.

Suggerimento: visita il Castello dei Baroni e la chiesa di Saint-Etienne, dalla tipica architettura basca.

7. Ainhoa

Per concludere il nostro giro tra le più belle città da vedere nei Paesi Baschi francesi, abbiamo un'ultima meta. A meno di 10 minuti in auto da Espelette, troverai la tranquillissima Ainhoa, un piccolo villaggio basco che ha una storia importante come luogo di sosta per i pellegrini in viaggio sul Cammino di Santiago. Oggi non è più una meta così popolare per i pellegrini, ma è ancora un posto meraviglioso dove passare una giornata rilassante in mezzo alla sua bellissima campagna. Lungo la strada principale, Qur Karrika, troverai molte gallerie d'arte e negozi di artigianato locale all'interno di antiche case tipiche di questa regione, oltre alla bellissima chiesa di Notre-Dame. Al suo interno potrai ammirare le tradizionali balconate in legno, che è usanza costruire nelle chiese di questa zona. Inoltre qui i bambini si divertono a giocare a pelota in strada... potresti unirti a loro e imparare questo gioco tradizionale basco.

Suggerimento: fai un salto al cimitero, troverai antiche lapidi che mostrano l'arte funeraria del XVI secolo.

Potrebbe interessarti anche:

Trova la destinazione perfetta per te!

Iscriviti alla nostra newsletter

Riceverai offerte esclusive e le nostre migliori proposte.

In più, imperdibili consigli di viaggio, per trovare sempre nuove mete.