Destinazioni per l'Erasmus

Se hai intenzione di fare le valigie per vivere un'arricchente esperienza di studio universitario in Europa, fai tesoro della nostra guida per conoscere le migliori destinazioni insolite per l'Erasmus: proprio in quanto insolite, sono mete che si riveleranno ancora più sorprendenti!

Le mete più insolite per l'Erasmus

Esistono destinazioni insolite per l'Erasmus? Certamente! Dai un'occhiata alle nostre proposte e scoprirai che è possibile frequentare prestigiose università e vivere da studente in suggestive destinazioni non ancora invase dal turismo di massa. In Spagna, Salamanca batte Madrid per la sua frizzante vita culturale. In Francia, Lione è cosmopolita come Parigi ma, a differenza della capitale, bandisce la frenesia. Nel Regno Unito, Aberdeen è ancora più accogliente e stimolante di Londra. In Portogallo, Coimbra è da preferire a Lisbona per la tranquillità che permea la città e che favorisce lo studio. In Belgio, Liège, con i suoi sconfinati spazi verdi, sorpassa Bruxelles per la qualità di vita. In Polonia, se posta a confronto con Varsavia, la piccola città gotica di Toruń si iscrive a pieno titolo tra le destinazioni a misura d'uomo. Nei Paesi Bassi, rispetto alla frenetica Amsterdam, Leiden rassicura con le sue atmosfere intime e rilassanti. Göteborg conserva inalterato il fascino delle piccole città svedesi e concretizza una valida alternativa a Stoccolma. E, infine, destinazione inconsueta rispetto a Dublino, Sligo è racchiusa tra montagne, mare e laghi, e regala paesaggi mozzafiato in cui l'indiscussa protagonista è una natura incontaminata.

Erasmus in Spagna: Salamanca 

Situata sulle sponde del fiume Tormes e crocevia dell'antico itinerario romano che collega il nord e il sud della Spagna, Salamanca ospita l'Universidad de Salamanca, il più antico ateneo della nazione. Ubicata nella città vecchia a due passi dalla Cattedrale, l'Università non passa inosservata con la sua maestosa facciata plateresca e con i suoi silenziosi cortili interni. Salamanca è una delle città più economiche della Spagna e offre agli studenti la possibilità di trascorrere il tempo libero passeggiando e facendo shopping in Plaza Mayor. Ricorda che sulla facciata dell'edificio universitario è presente una rana: si dice che individuarla porti fortuna ad ogni studente!

Erasmus in Francia: Lione 

Sviluppatasi all'incrocio dei fiumi Rodano e Saona, Lione sa farsi apprezzare grazie a un centro storico sapientemente conservato e si fregia di una straordinaria tradizione gastronomica. Sede dell'Université de Lyon, la città è un polo di alta formazione che conta ben 18 istituzioni universitarie. Il costo della vita è medio-alto, anche se i prezzi in città sono inferiori rispetto a quelli di Parigi e di altre città francesi. Tra le attività da svolgere al di fuori degli impegni accademici, ti suggeriamo di fare delle rilassanti passeggiate per raggiungere le colline di Fourvière e Croix-Rousse e di gustare la squisita cucina locale nei famosi bouchons.

Erasmus in Regno Unito: Aberdeen

Conosciuta per le sue cave di granito, Aberdeen è una graziosa cittadina portuale che regala splendidi paesaggi costieri. Tra le università scozzesi, l'University of Aberdeen è una delle più antiche del Regno Unito. Diviso in tre college, l'ateneo mette a disposizione degli studenti moderni impianti sportivi, tra cui una piscina, campi da squash e da calcio e una sala fitness. Il costo della vita è in genere medio-alto: tra le attività imperdibili da svolgere ad Aberdeen si annoverano le passeggiate sul lungomare, la visita dell'antico villaggio di pescatori di Footdee e le serate tra studenti provenienti da ogni angolo del globo a Castlegate, il cuore antico della città.

Erasmus in Portogallo: Coimbra

Adagiata sulle rive del fiume Mondego, Coimbra è una città moderna e vivace a cui va riconosciuto il merito di avere custodito gelosamente il suo prezioso patrimonio storico e architettonico. Fondata nel 1290, la gloriosa Universidade de Coimbra è l'emblema della città: l'edificio che la ospita esprime il suo valore artistico e culturale grazie alla magnifica Biblioteca Joanina, scrigno di oltre 300.000 volumi datati tra il XVI e il XVIII secolo. Con la complicità del basso costo della vita, per staccare la spina dagli impegni di studio è consigliata una passeggiata nel centro storico, uno stop nei caffè della Baixa o una crociera sul fiume.

Erasmus in Belgio: Liège

Liège è una città vivace in cui convivono pacificamente antico e moderno. Conosciuta per la Cattedrale di San Paolo e per l'elegante Place Saint Lambert, la capitale della Vallonia offre rilassanti spazi verdi e un dedalo di vicoli che si addentrano nel centro storico. Fondata nel 1817, l'Université de Liège vanta un'ubicazione strategica nei pressi delle principali attrazioni turistiche. Anche se il costo della vita è medio-alto, il budget degli studenti Erasmus non viene certo intaccato da una visita all'Aquarium Museum e al Parc de la Boverie, da qualche acquisto al mercato cittadino domenicale lungo la Mosa e dalle serate trascorse nei bar che animano Le Carrè.

Erasmus in Polonia: Toruń

Città natale di Niccolò Copernico e custode di un meraviglioso centro storico di origine medioevale, Toruń ha un fascino senza tempo che trova la sua massima espressione al tramonto, grazie alla suggestiva illuminazione delle mura che cingono la città. Fondata nel 1945, l'Università di Toruń è oggigiorno sede di 17 facoltà ed ospita nella sua biblioteca 3 milioni di risorse. Il basso costo della vita invoglia a vivere la città a 360 gradi: nel tempo libero vale la pena sorseggiare un cocktail sui barconi attraccati alle sponde della Vistola e fare acquisti nei negozi d'antiquariato che dividono la Città Vecchia dalla Città Nuova.

Erasmus nei Paesi Bassi: Leiden

Nota per avere dato i natali a Rembrandt, Leiden è un capolavoro di architetture rinascimentali e di antichi canali navigabili. Edificata ai bordi del canale di Rapenburg, l'Università di Leiden è la più antica istituzione universitaria dei Paesi Bassi: davvero imperdibile è la sua biblioteca, che custodisce preziosi manoscritti e antiche carte geografiche. Il costo della vita a Leiden è abbastanza alto, ma la città è ricca di attrazioni gratuite: merita una visita il Burcht, l'antica fortezza da cui si ammira lo skyline cittadino. Così come sono da scoprire i percorsi per assaporare i profumi e i colori della regione dei bulbi e l'itinerario in bicicletta per raggiungere la spiaggia di Katwijk.

Erasmus in Svezia: Göteborg

Ricca di musei e con una frizzante vita notturna, Göteborg è un vero paradiso per gli amanti dei crostacei e per chi ricerca il contatto con una natura incontaminata. Fondata nel 1891, l'Università di Göteborg è apprezzata per la qualità della didattica e per la disponibilità del corpo docente. La città è abbastanza cara, ma l'efficienza dei mezzi di trasporto pubblici e degli altri servizi ne giustifica i costi. Tra le esperienze che uno studente Erasmus deve assolutamente vivere ci sono la visita del parco Slottskogen, le cene a base di frutti di mare, una sosta al Museo Civico e la scoperta del quartiere Haga.

Erasmus in Irlanda: Sligo

Emblema dell'Irlanda più autentica, Sligo conquista il visitatore con la sua atmosfera semplice e rilassata. Affacciato sull'oceano e con un suggestivo centro storico attraversato da un silenzioso fiume, questo pittoresco porto mercantile è anche un vivace centro culturale. Lo testimoniano la presenza di una prestigiosa Università, l'Institute of Technology, e la costante organizzazione di mostre ed eventi. Il costo della vita in Irlanda non è certo trascurabile: non costa nulla, invece, una passeggiata tra le vie colorate del centro, una corsa sul lungofiume e una serata all'insegna della spensieratezza, girovagando tra O' Connell Street e Grattan Street.

Cos'è il programma Erasmus

Il programma Erasmus offre agli studenti la possibilità di frequentare, per un periodo compreso tra i tre e i dodici mesi, un ateneo in un altro Paese europeo. Hanno accesso al programma Erasmus gli studenti iscritti ad un corso di laurea triennale o magistrale, che possono svolgere all'estero una parte del loro percorso di studi frequentando corsi, sostenendo i relativi esami e ottenendone il riconoscimento in Italia. L'Erasmus è aperto anche ai laureandi che desiderano svolgere all'estero un tirocinio e ai laureati impegnati con il dottorato di ricerca o che frequentano le scuole di specializzazione. Il programma, nato nel 1987 per favorire la mobilità degli universitari nell'Unione Europea, permette di studiare in contesti stimolanti e multiculturali, ampliando i propri orizzonti grazie al confronto con realtà accademiche molto diverse. La partecipazione all'Erasmus presuppone la presentazione di una candidatura e di un programma di formazione con l'indicazione delle attività formative che si vogliono svolgere all'estero. Per affrontare questa esperienza, agli studenti Erasmus sono garantiti una borsa di mobilità mensile, il cui importo dipende dal costo della vita nel Paese prescelto, un contributo proveniente dal Ministero dell'istruzione e un eventuale ulteriore importo erogato sulla base della situazione reddituale e patrimoniale personale.