Dove dormire a Barcellona

Le zone migliori in cui alloggiare in città. 

In ogni periodo dell’anno, trovare un hotel a Barcellona potrebbe rivelarsi un’impresa, quindi è meglio prenotare con un po’ d’anticipo. Rispetto alle altre città della Spagna, i prezzi sono leggermente più alti, ma sicuramente ragionevoli se confrontati con quelli di altre capitali europee. In una città che ama il design poi, si possono trovare delle stanze stilose anche con un budget limitato.

  1. Per vivere appieno l’atmosfera della città
  2. Goditi al massimo il centro storico
  3. Dirigiti verso lo storico Raval
  4. Scopri Sant Pere e La Ribera
  5. Goditi la graziosa zona di Montjuïc

Dall’affollata Ramblas al monumentale Barrio Gotico, la città ha tantissimi quartieri veramente stupendi. Se parliamo di zone in cui dormire, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Dai un’occhiata alla nostra attenta selezione per vivere le tue vacanze a Barcellona e lasciati ispirare.

1. Per vivere appieno l’atmosfera della città

Il fatto che una singola via possa racchiuderne tutto il carattere, la dice lunga su Barcellona. La Ramblas è il centro di ogni cosa. Nessuna giornata può dirsi completa se non hai percorso almeno un tratto di questa strada. Circondata da bar, ristoranti, negozi di souvenir, bancarelle di fiori ed edicole, sempre  affollata di turisti, gente del posto e artisti, è al centro della vita ed è lo specchio di Barcellona. Lungo la via troverai monumenti famosi, come il teatro dell’opera Liceu e il mercato de la Boqueria. È la vivace vita di strada però l’attrazione principale, e non ha caso è la via più famosa di Spagna. Detto questo, può essere uno dei posti più costosi in cui dormire, ma ne vale la pena perché è il miglior quartiere in cui soggiornare se vuoi  rimanere al centro dell’azione!

Atmosfera:
Sei esattamente nel centro dell’azione di Barcellona.

Già che ci sei:
il Museo delle Cere di Barcellona merita una visita.

2. Goditi al massimo il centro storico

A est della Ramblas si trova il Barrio Gotico, il cuore della città vecchia. I suoi edifici risalgono principalmente al XIV e XV secolo, il periodo del medioevo in cui Barcellona raggiunse l'apice della prosperità commerciale, e che portò alla costruzione de La Seu, la straordinaria cattedrale gotica. Ci vuole gran parte della giornata per vedere tutto ciò che ha da offrire; i punti salienti includono i resti romani al Museo di Storia di Barcellona, ​​il Centro Esposizioni Gaudí nel Museu Diocesà e le eccentriche  collezioni del Museu Frederic Marès. Altre possibilità ti saranno offerte dall'esplorazione del vecchio quartiere ebraico e dai  grandi saloni dell'Ajuntament. Detto questo, passeggiare per i vicoli stretti, acquistare oggetti d'antiquariato, seguire il percorso delle perdute mura romane o semplicemente sedersi al tavolino di un bar in una delle incantevoli piazze del quartiere, è altrettanto piacevole. La zona ospita anche alcuni alloggi molto convenienti, per cui è una delle migliori per soggiornare a Barcellona.

Atmosfera:
suggestivo centro storico ricco di attrazioni.

Già che ci sei:
La Seu è uno dei più grandi edifici gotici della Spagna. Non dimenticarti anche della Sagrada Familia!

3.  Dirigiti verso lo storico El Raval

Conosciuta come El Raval, dalla parola araba per "sobborgo", la parte della città vecchia a ovest delle Ramblas è sempre stato un mondo a parte rispetto al più nobile Barrio Gotico. Fino al XIV secolo, quando fu aggiunta una nuova cerchia alle mura medievali, ​​era principalmente adibita a zona agricola e riforniva la città. Una volta dentro le mura, El Raval divenne sede di ospedali, chiese, monasteri e botteghe di artigiani. Il MACBA, Museo d'Arte Contemporanea di Barcellona, ​​ è uno dei punti d’interesse della zona. Ci sono anche gallerie all'avanguardia, ristoranti di design e bar alla moda che aggiungono un tocco glamour. Il "Raval inferiore", più popolare, ospita altri due edifici eccezionali: il Palazzo Güell di Gaudí e la chiesa di Sant Pau del Camp. Qui troverai anche alcune delle sistemazioni più economiche di tutta la città.

Atmosfera:
La zona degli artisti!.

Già che ci sei:
Nel weekend non perderti il mercato nella Rambla del Raval: puoi trovare di tutto, dai samosa alle amache.

4. Scopri Sant Pere e La Ribera

A est della città vecchia si trovano Sant Pere e La Ribera, due quartieri divisi da Carrer de la Princesa. Entrambi di origine medievale, sono spesso visti come un tutt’uno, anche se ognuno di essi ha un carattere ben definito. Sant Pere - forse la parte meno visitata del centro storico - ospita due edifici notevoli: la sala concerti modernista del Palau de la Música Catalana e l’elegante mercato di Santa Caterina. Al contrario, il vecchio quartiere degli artigiani di La Ribera è sempre pieno di turisti, grazie al famosissimo Museo Picasso e alla bellissima chiesa di Santa María del Mar, espressione più perfetta dello stile gotico-catalano. Se hai voglia di prenderti una pausa dai vicoli labirintici della città vecchia, puoi ritirarti in uno dei luoghi verdi più amati di Barcellona, il Parco della Ciutadella, nella zona più  orientale de La Ribera.

Atmosfera:
buongustai alla ricerca di ottimi ristoranti.

Già che ci sei:
puoi fare una gita in barca al Parco della Ciutadella!

5. Goditi la graziosa zona di Montjuïc

Ci vuole almeno un giorno per visitare Montjuïc, la ripida collina e il parco che s’innalzano a  sud-ovest di Barcellona. Il  luogo ha una storia lunga e importante; i Romani, che qui costruirono un tempio di Giove, lo conoscevano come Mons Iovis. Questa potrebbe essere l’origine del nome moderno, anche se spesso  viene fatta risalire alla presenza, sulle pendici,  di un cimitero ebraico. Il moderno Montjuïc è essenzialmente un parco ricreativo culturale, inserito nella magnifica collezione di tesori catalani del Museu Nacional d’Art de Catalunya  (MNAC). Altre due gallerie, una dedicata all'artista catalano Joan Miró e l'altra, il Caixa Forum, con mostre temporanee di arte contemporanea internazionale, sono altrettanto imperdibili. A Montjuïc ci sono anche musei archeologici, etnologici, militari e teatrali, nonché le strutture e gli stadi costruiti in occasioni delle Olimpiadi del 1992. 

Atmosfera:
area archeologica.

Già che ci sei:
Goditi anche il lungomare di Barcellona. È una delle cose più belle della città.

Potrebbe interessarti anche:

Trova la destinazione perfetta per te!