Quando andare a Cuba: periodo migliore e clima

Segui la nostra guida per goderti il meglio di Cuba.

Isola dal grande fascino e dalla storia rivoluzionaria, dai colorati quartieri coloniali e dai paesaggi mozzafiato, Cuba è una delle mete più ambite da chi sogna l'abbraccio più caldo dei Caraibi. Questa perla delle Antille offre un'esperienza di viaggio unica al mondo, ma qual è il periodo migliore per visitarla?

  1. Il clima a Cuba durante l'anno
  2. Quali luoghi visitare
  3. Vacanze a Cuba per tutte le tasche
  4. Cosa fare a Cuba
  5. Gli eventi da non perdere

In questa breve guida, esploreremo le diverse stagioni per capire insieme quando andare a Cuba, tenendo conto soprattutto del clima, ma anche delle festività locali e dei luoghi imperdibili da visitare. Ti aiuteremo a pianificare il tuo viaggio all'insegna del divertimento, del relax e della scoperta di questa affascinante destinazione.

1. Il clima a Cuba durante l'anno

Siamo nel cuore dei Caraibi, ai tropici, dove troviamo luoghi da sogno ma che, se non si sceglie il periodo adatto, possono rivelarsi tutt'altro dal punto di vista meteorologico. In generale, il clima tropicale di Cuba è caratterizzato da temperature piacevoli e costanti durante tutto l'anno. Tuttavia, esistono alcune variazioni stagionali che influenzano il meteo sull'isola. Da novembre ad aprile, Cuba vive la sua stagione secca, con giornate soleggiate e temperature medie tra i 22 e i 28 gradi. Il periodo tra dicembre e marzo, in particolare, è indicato per evitare l'umidità eccessiva e godersi le spiagge e le attrazioni all'aperto. Da maggio a ottobre, invece, l'isola attraversa la stagione umida, con temperature particolarmente alte e precipitazioni più abbondanti. Durante questi mesi, i temporali pomeridiani sono comuni, anche se di breve durata. La stagione degli uragani va da giugno a novembre, con picchi tra agosto e ottobre, anche se gli eventi davvero intensi sono rari. In definitiva, il periodo migliore per visitare Cuba è tra novembre e aprile, quando il clima è secco e le temperature sono più moderate, le piogge meno frequenti e il sole splende sulla bellezza caraibica dell'isola.

Il consiglio in più: se non temi i temporali occasionali, scegli i mesi estivi, i prezzi sono bassi e c'è meno folla.

2. Quali luoghi visitare

Dove andare a Cuba? Beh, noi inizieremmo sicuramente dalla sua splendida capitale, L'Avana, famosa per il suo centro storico, l'Habana Vieja, dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO. Passeggiando tra le strade acciottolate, potrai ammirare l'architettura coloniale, i colorati edifici e le auto d'epoca. Tappa fondamentale è la Bodeguita del Medio, il locale che ha ispirato Ernest Hemingway, dove è stato inventato il mojito. Non perdere il Malecón, il lungomare della città, che offre una vista spettacolare sull'oceano e la possibilità di interagire con la vita locale. Un altro gioiello, anch'esso patrimonio UNESCO è Trinidad, città coloniale dalle case color pastello e dalle piazze animate, che offre un'atmosfera più tranquilla rispetto alla capitale e un'esperienza autentica della vita cubana. Se ami la natura, visita la Valle de Viñales, situata nella provincia di Pinar del Río, famosa per i suoi paesaggi mozzafiato, le formazioni calcaree chiamate "mogotes" e le piantagioni di tabacco. È il luogo ideale per esplorare la cultura del tabacco cubano e portare a casa uno dei famosi sigari.

Il consiglio in più: se ami la storia, devi visitare Santa Clara, che ospita il famoso Mausoleo di Che Guevara.

3. Vacanze a Cuba per tutte le tasche

Fare una vacanza a Cuba non significa necessariamente spendere una fortuna, anzi. Seguendo alcuni di questi suggerimenti, puoi risparmiare e goderti un soggiorno indimenticabile. Innanzitutto, evita alloggia in una "casa particular", l'equivalente cubano di un bed&breakfast. Questo tipo di sistemazione offre un'esperienza autentica a prezzi molto più convenienti rispetto a resort. Inoltre, potrai interagire con le famiglie locali e scoprire la cultura cubana dal di dentro. Per quanto riguarda il cibo, assaggia i piatti tipici ai "paladares", ovvero le piccole trattorie locali a conduzione familiare che servono piatti tradizionali a prezzi accessibili. Evita i ristoranti turistici (un consiglio che vale sempre e ovunque) e cerca i luoghi frequentati dalla gente del posto per risparmiare e assaporare la vera cucina cubana. Per muoverti, sfrutta i mezzi pubblici, come gli autobus o i taxi collettivi, i cosiddetti "colectivos", che permettono di condividere i viaggi con altri passeggeri a un costo inferiore rispetto ai taxi privati. Infine, pianifica in anticipo quali luoghi visitare: molte città cubane offrono visite guidate a piedi gratuite o a basso costo, mentre alcune spiagge e parchi nazionali richiedono solo una piccola tariffa di ingresso.

Il consiglio in più: prova il cucurucho, un dessert a base di cocco servito in coni di foglie di palma, a meno di 1 $.

4. Cosa fare a Cuba

Anche se lo volessi, annoiarti a Cuba è davvero impossibile, perché offre sempre qualcosa da fare. Iniziamo con un'immersione nella scena musicale cubana: che ne pensi di una serata di salsa nella splendida Baracoa? Qui puoi imparare i passi di base e poi divertirti tutta la notte ballando a ritmo di musica. Cuba naturalmente è famosa anche per i suoi incredibili fondali, dove praticare snorkeling e immersioni per esplorare la vita sottomarina intorno all'isola. Luoghi che meritano una visita in questo senso sono la Baia dei Porci e l'Isola della Gioventù, che offrono alcune delle migliori opportunità per godere di queste attività. Per rilassarti e prendere il sole, ti consigliamo alcune delle più belle spiagge cubane, come Varadero, Cayo Coco e Playa Ancón, che sono la cornice ideale per trascorrere una giornata all'insegna del relax e del divertimento. Infine, ti invitiamo a immergerti nella cultura afrocubana visitando il quartiere di Regla, situato nella periferia dell'Avana. Qui potrai scoprire le tradizioni afrocubane, assistere a cerimonie religiose e visitare il Museo Municipal de Regla.

Il consiglio in più: visita l'ex casa di Hemingway, dove scrisse "Il vecchio e il mare" e "Per chi suona la campana".

5. Gli eventi da non perdere

Conoscere Cuba significa conoscere anche le sue tradizioni e le sue festività più tipiche, come la festa di San Juan Camagüeyano, che si svolge ogni anno a Camagüey a fine giugno, ed è un'esplosione di colori, musica e danza. Questa festa popolare, che ha radici nel XVI secolo, celebra il santo patrono della città, San Giovanni Battista, attraverso parate, spettacoli folkloristici e fuochi d'artificio. C'è poi il Festival del Caribe, noto anche come Fiesta del Fuego, che si tiene ogni luglio a Santiago de Cuba. L'evento celebra la diversità culturale dei paesi caraibici attraverso concerti, mostre d'arte, conferenze e sfilate. Ogni anno viene scelto un paese ospite, a cui vengono dedicate le principali attività del festival. Il Festival Internazionale del Nuovo Cinema Latinoamericano si svolge all'Avana ogni dicembre e offre l'opportunità di assistere a proiezioni di film e documentari provenienti da tutta l'America Latina. Infine, il Carnevale di L'Avana, che si svolge tra luglio e agosto, è uno degli eventi più attesi dell'anno. Le strade si animano con sfilate di carri allegorici, costumi colorati e gruppi di percussionisti che suonano i tamburi al ritmo di rumba e salsa.

Il consiglio in più: se passi a Cuba le vacanze di Natale, non perdere, il 6 gennaio, il Día de los Reyes Magos.

Potrebbe interessarti anche:

Trova la destinazione perfetta per te!

Iscriviti alla nostra newsletter

Riceverai offerte esclusive e le nostre migliori proposte.

In più, imperdibili consigli di viaggio, per trovare sempre nuove mete.