Dove andare in Sardegna

5 luoghi imperdibili della Sardegna da nord a sud

Se gli altri hanno Caraibi, Maldive e Canarie, l'Italia ha la Sardegna. In effetti noi italiani siamo orgogliosi di avere nel nostro territorio un'isola con spiagge così belle e un mare così limpido, da non avere nulla da invidiare a qualsiasi atollo tropicale. Ma dove andare in Sardegna in vacanza?
Abbiamo selezionato 5 destinazioni da nord a sud, in un viaggio coast to coast per scoprire il meglio di quest'isola incredibile, da qualsiasi angolazione la si guardi. Dal jet set della Costa Smeralda, alle coste selvagge e frastagliate dell'Arcipelago del Sulcis, sarai tu a decidere infine la tua vacanza ideale.

Costa Smeralda

La Costa Smeralda è una delle mete preferite per le vacanze del jet set nazionale e internazionale. Nell'immaginario collettivo, questa zona della Sardegna divenne il luogo della vita mondana per eccellenza nel 1962 quando, su iniziativa dell'Aga Khan, iniziarono a sorgere alberghi. In realtà questa scelta era più che comprensibile, vista la bellezza indescrivibile di queste coste. Da Cala di Volpe alla spiaggia del Principe, dal Golfo di Marinella a La Celvia, tutte queste spiagge offrono scenari da sogno, con sabbia bianca e mare limpido. Porto Cervo è uno dei luoghi simbolo: piccola frazione di Arzachena ma capitale del gossip nostrano e non solo, merita decisamente una visita. Arriva alla famosa piazzetta delle Chiacchiere, fai un giro per negozi e raggiungi gli yacht attraccati al suo porto, potresti incontrare qualche personaggio famoso! Porto Rotondo è un altro luogo "vip", con spiagge stupende come Punta Asfodeli o Spiaggia Ira. Bellissimi il Golfo Aranci, con vista sull'Isola di Tavolara, e le Isole Li Nibani, ideali per fare immersioni e scovare spiaggette deserte. La vivace vita notturna, infine, è nota in tutto il mondo, grazie a discoteche e locali famosissimi quanto i loro proprietari.

Il consiglio in più: anche la Costa Smeralda ha il suo nuraghe, La Prisgiona, in località Capichera.

Golfo di Orosei

Scendendo giù dalla Costa Smeralda, sulla costa centro-orientale della Sardegna, troviamo il meraviglioso Golfo di Orosei. Questa zona offre una notevole varietà di paesaggi e si adatta a tutti i gusti: perfetto per famiglie con bambini, per chi cerca il relax, per una vacanza culturale e per gli amanti del trekking e dell'avventura. Anche le spiagge sono per tutti, in questa zona infatti abbiamo sia calette nascoste tra grotte e scogliere a strapiombo sul mare, come Cala Luna e Cala Mariolu, talvolta raggiungibili solo via mare, sia lunghe spiagge di sabbia dorata, come l'Oasi Biderosa o Cala Ginepro, che digradano dolcemente verso il mare e sono perfette anche per i più piccoli. Invece, per passeggiate alla scoperta della Sardegna e della cultura locale, non c'è niente di meglio del centro storico di Orosei, con i suoi vicoletti caratteristici, le botteghe artigianali, e le immancabili feste religiose che animano la vita del paese, come quella della Madonna del Rimedio a settembre, e quella di Santa Maria 'e Mare a fine maggio, con la processione delle barche dei pescatori lungo il fiume Cedrino.

Il consiglio in più: un'escursione in barca è il modo migliore per ammirare tutto il golfo.

Costa Rei 

Scendiamo ancora più a sud, dove troviamo le splendide spiagge di Costa Rei e Costa Villasimius. La storia di Costa Rei è molto particolare: nello stesso anno in cui l'Aga Khan stava costruendo il turismo e l'immagine perfetta della Costa Smeralda, un ragazzo belga di soli 22 anni, di nome Guido Van Alphen, aveva intuito che anche questo tratto del sud della Sardegna aveva molte potenzialità. Nacque così il turismo di Costa Rei, con la costruzione di villette, resort e strutture ricettive, lì dove fino a quel momento pascolavano pecore. Ancora oggi Costa Rei è un tratto di costa meraviglioso, con lunghe spiagge bianche e il mare cristallino della Sardegna. Chi ama fare trekking troverà pane per i suoi denti, con escursioni a Capo Ferrato e a Capo Carbonara, a Villasiumius. Chi pratica immersioni qui può scoprire reperti archeologici, come il relitto delle antefisse, una nave romana del I secolo, piena di anfore, che aspetta solo di essere visitata dai sub.

Il consiglio in più: scopri il complesso di menhir di Piscina Rei, tra i più antichi dell'isola.

Arcipelago del Sulcis

Passiamo al lato sudoccidentale della Sardegna e scopriamo una zona bella, ricca e piena di avventure: l'arcipelago del Sulcis. Sant'Antioco, San Pietro e Isola Piana sono le tre isole principali che formano l'arcipelago. La storia di queste isole ha fatto di loro un piccolo mondo a parte rispetto al resto della Sardegna, a causa dell'influenza delle colonizzazioni liguri e tunisine. Nel bellissimo borgo di Carloforte, per esempio, sull'Isola di San Pietro, si parla un dialetto ligure, il che suona davvero bizzarro in Sardegna. Anche su queste isole la varietà di spiagge accontenta tutti i gusti: si va dalla spiaggia lunga e sabbiosa, alle calette rocciose e alle grotte tutte da esplorare. Inutile parlare del mare, in Sardegna è meraviglioso praticamente ovunque. L'isola di Sant'Antioco è collegata alla terraferma da un breve istmo di appena 3 km, che esisteva già ai tempi dei cartaginesi. Luogo di grande interesse qui è il MAB, il Museo Archeologico Ferruccia Barreca, e soprattutto la zona archeologica, con il tofet, un'area consacrata a divinità venerate da Fenici e Punici.

Il consiglio in più: una visita ai bellissimi borghi di Carloforte e Calasetta. 

Costa Verde

Se dall'Arcipelago del Sulcis risaliamo lungo la costa occidentale della Sardegna verso nord, ci troveremo di fronte a uno spettacolo naturale fino a ora inedito: la Costa Verde, un luogo in cui si incontra lo spirito più autentico della Sardegna. Dimentica resort di lusso, villaggi e discoteche dei vip, e preparati a distese di spiagge di sabbia dorata ricoperte di dune, di tanto in tanto interrotte dalla macchia mediterranea e promontori frastagliati. In questa zona le strutture ricettive sono costituite da agriturismi e piccoli hotel a conduzione familiare. La Costa Verde è un luogo fatto di semplicità. Le spiagge che devi assolutamente visitare sono le dune di Piscinas e Pistis, ma anche la natura selvaggia della Torre dei Corsari e Marina di Arbus.

Il consiglio in più: avere un'auto propria o a noleggio è indispensabile per muoversi qui.

Potresti essere interessato anche a:

Scopri la destinazione perfetta per te!

Registrati alla nostra newsletter

Ti invieremo le migliori offerte in anteprima ma anche promozioni esclusive, consigli di viaggio e aggiornamenti su dove puoi viaggiare.