Le 5 terme più grandi e belle d'Europa

Scopri con noi le migliori stazioni termali europee

Ai viaggi di lavoro e a quelli di piacere, andrebbero affiancati anche i viaggi di benessere: mete che attraggono turisti, ma soprattutto persone in cerca di un modo per riconnettersi con sé stesse che non possono trovare altrove. Inauguriamo questa categoria con una panoramica delle 5 terme più belle d’Europa.

  1. Terme di Saturnia, Italia
  2. Terme di Spa, Belgio
  3. Bagni termali di Bath, Regno Unito
  4. Bagni Széchenyi, Ungheria
  5. Bláa Lónið (Laguna Blu), Islanda

Luoghi magici, che rigenerano il corpo e la mente alla sola vista. Ricchi di sali minerali benefici, ma anche di storia e peculiarità straordinarie, rendono il bagno nelle acque termali un’esperienza unica, nonché un tipo di vacanza diverso, ma ugualmente indimenticabile. Scopriamo le migliori terme, tra le più grandi d'Europa.

1. Terme di Saturnia, Italia

Cominciamo con una meta italiana, sicuramente molto apprezzata nel nostro Paese e conosciuta anche all’estero. La leggenda narra che il dio Saturno, venerato dagli antichi romani come dio dell’agricoltura e della civiltà, in preda all’ira causata dal comportamento irresponsabile e guerrafondaio degli umani, avesse scagliato i suoi fulmini sulla Terra, uno dei quali avrebbe formato il cratere dal quale fuoriescono le acque termali del luogo. Oggi, Saturnia è una frazione del comune di Manciano, in provincia di Grosseto, non lontano dal fiume Albegna, il quale sorge in seno al monte Amiata, nelle cui profondità si trovano le falde dalle quali le acque termali iniziano il proprio percorso fino alla piscina sorgente. Nel lungo percorso, l’acqua si mineralizza, arricchendosi di anidride carbonica che dissolve i travertini di materiale calcareo, liberando principalmente calcio, magnesio e zolfo, sostanza che dà alle acque il caratteristico “profumo di terme”. In superficie, l’acqua ha una temperatura costante di circa 37 gradi, perfetta per il nostro corpo. Le acque di Saturnia hanno effetti miorilassanti e antinfiammatori, con benefici sui muscoli, le articolazioni e la pressione sanguigna.

Da sapere:nel resort sono disponibili per gli ospiti diverse attività, tra cui anche un campo da golf.

2. Terme di Spa, Belgio

Tra le terme più grandi d’Europa, questo sito è riconosciuto dall’UNESCO come patrimonio dell’umanità. Sebbene fosse conosciuta già dall’epoca romana, questa sorgente termale è diventata famosa a partire dal XVI secolo, quando la nobiltà francese e inglese vi si recava per vacanze o per incontrare altri aristocratici per motivi legati agli affari e alla politica. Nei secoli successivi, Spa divenne una delle mete preferite dalle figure celebri di tutta Europa, tra le quali vale la pena menzionare Victor Hugo, lo zar Pietro il Grande, Giacomo Girolamo Casanova e Alexandre Dumas Sr. Inoltre, la cittadina è sede del primo casinò moderno d’Europa. La città è raggiungibile in meno di 45 minuti di treno dalla vicina Liegi, a sua volta collegata sempre tramite treno all’aeroporto e alla città di Bruxelles. Le terme sono situate in cima alla collina che domina la città. Oltre alle benefiche acque termali, le strutture offrono anche altri trattamenti come l'idroterapia, la sauna e il bagno turco. Difficile non trovare un modo per rilassarsi!

Da sapere:puoi raggiungere le terme con la funicolare, che ti regala anche la vista dall’alto della città.

3. Bagni termali di Bath, Regno Unito

Sebbene il sito sia diventato famoso in epoca giulio-claudia grazie alla costruzione degli edifici intorno alle piscine termali, già i celti erano soliti sfruttare le proprietà benefiche delle acque di Bath, dedicate alla dea Sulis. Tuttavia, è probabile che la zona fosse frequentata già diecimila anni prima dell’avvento dei romani. Oggi, l’intera città è classificata come patrimonio dell’umanità dall’UNESCO e, sebbene gli antichi bagni romani non siano più liberamente accessibili per un bagno, è sempre possibile visitarli. In compenso, la moderna struttura è una spa completa che offre servizi di benessere impareggiabili, una piscina con vista sul centro storico e acque ricche di calcio che raggiungono i 46 gradi. La cittadina di Bath si trova nella contea del Somerset, circondata dal verde della coda meridionale delle Cotswolds e dalle vicine colline di Mendip, nelle cui profondità, ricche di calcare, l’acqua che risale in superficie nelle terme inizia a riscaldarsi, ed è attraversata dal fiume Avon, che caratterizza il paesaggio delle Midlands occidentali. È raggiungibile in treno dalla vicina Bristol in meno di un quarto d’ora o da Londra in meno di 90 minuti.

Da sapere:le terme romane e la spa non sono nella stessa struttura. Ti consigliamo di visitare entrambe.

4. Bagni Széchenyi, Ungheria

Tra i tanti motivi per visitare Budapest, un giro alle terme è sicuramente ai primi posti della lista. La struttura è relativamente giovane, poiché fu costruita solo nel 1881 dal conte István Széchenyi, ma il complesso si è poi espanso fino a rientrare tra le più grandi terme d’Europa già a partire dal 1913, anno dell’apertura ufficiale. L’edificio è molto suggestivo, con il suo stile architettonico neo-barocco molto sfarzoso, arricchito di opere d’arte di indiscutibile bellezza e decorazioni molto raffinate. Un vero e proprio complesso di lusso che da solo vale la pena di essere visitato. La particolarità di questi bagni termali è la presenza di piscine interne ed esterne, con temperature molto variabili che vanno dai 27 ai 38 gradi. Il complesso include anche altri servizi di benessere tipici delle spa, come vasche idromassaggio, sauna e bagno turco. Le acque sono ricche di solfati, calcio, magnesio e bicarbonati vari, il che conferisce loro proprietà benefiche che vanno dal rilassamento muscolare alla rigenerazione cutanea. La spa è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici grazie alla vicina stazione della metropolitana.

Da sapere:i Bagni si trovano vicino a un castello su un lago molto caratteristico, non perdertelo!

5. Bláa Lónið (Laguna Blu), Islanda

Situata nel mezzo della penisola di Reykjanes, la Laguna Blu è una piscina termale all’aperto, localizzata vicino a un sistema vulcanico, lo Svartsengi, che fornisce elettricità e acqua calda alle città vicine. È proprio grazie alla costruzione della centrale geotermica della vicina Grindavik, infatti, che l’acqua scorre nel sottosuolo molto vicina ai flussi di lava per poi alimentare le turbine e lo scambiatore di calore che porta l’acqua nelle case e infine viene spinta dentro la laguna. Il risultato è un’acqua ricca di silice e sali minerali con comprovati effetti benefici sui pazienti affetti da psoriasi, dalla temperatura costante di circa 39 gradi e incontaminata da qualsiasi forma di funghi e batteri, ma soprattutto, dal suggestivo colore blu-azzurro dato proprio dalla silice e dalla presenza di alghe verdi sul fondo. A completare il servizio, cascate massaggianti, sauna e altri trattamenti tipici di una spa di lusso. La Laguna Blu è raggiungibile in auto in circa 40 minuti dalla capitale Reykjavik o tramite bus prenotabile presso una delle compagnie che offrono questo servizio. Il viaggio può risultare costoso, ma ne vale la pena. La Laguna Blu è in assoluto tra le terme più belle d’Europa e del mondo.

Da sapere:i pazienti affetti da psoriasi che esibiscono prescrizione medica non pagano il prezzo del trattamento.

Trova la destinazione perfetta per te!

Registrati alla nostra newsletter

Ti invieremo le migliori offerte in anteprima ma anche promozioni esclusive, consigli di viaggio e aggiornamenti su dove puoi viaggiare.