Quando andare in Thailandia: periodo migliore e clima

Segui la nostra guida per goderti il meglio della Thailandia.

La Thailandia è una meta molto ambita per chi sogna vacanze ai tropici. Ma mentre pensiamo al fascino di Bangkok, alle sue giungle tropicali, al gustoso street food e a spiagge fiancheggiate da palme, inevitabilmente ci chiediamo: qual è il periodo migliore per andarci? Come sarà il clima? Cosa indossare?

  1. Il clima in Thailandia durante l'anno
  2. Quali luoghi visitare
  3. Vacanze in Thailandia per tutte le tasche
  4. Cosa fare in Thailandia
  5. Gli eventi da non perdere

Niente paura, in questa breve guida ti consiglieremo quando andare a goderti la tua meravigliosa vacanza: ti illustreremo i luoghi migliori da visitare, come Phuket e Koh Samui, qualche dritta per non spendere troppo e gli eventi e i festival da non perdere in questo incredibile paese. Goditi il viaggio!

1. Il clima in Thailandia durante l'anno

Com'è il clima in Thailandia? Scopriamolo insieme mese per mese. Gennaio e febbraio sono una buona scelta per le vacanze: ci sono possibilità di rovesci, ma tutto sommato le temperature più fresche al nord rendono le condizioni più confortevoli e le spiagge, soprattutto sulla costa occidentale saranno probabilmente bagnate dal sole. Marzo e aprile sono mesi di alta stagione, le temperature sono alte e il flusso di turisti aumenta, quindi prenota con largo anticipo (tieni anche in considerazione che qui in aprile si festeggia il Songkran, il capodanno thailandese). A maggio e giugno, invece, inizia la bassa stagione: per trovare il sole ti consigliamo la costa orientale. A luglio, agosto e settembre, mentre in Italia siamo nel pieno dell'alta stagione, in Thailandia è il momento peggiore per viaggiare: le temperature si abbassano e piove di frequente. A ottobre e novembre le temperature iniziano a risalire e le precipitazioni si fanno via via meno frequenti, mentre a dicembre potrai vivere qui un Natale da sogno. In definitiva possiamo dire che il periodo migliore per visitare la Thailandia è durante la stagione fresca e secca, tra novembre e inizio aprile.

Il consiglio in più: la costa occidentale è un must nei mesi invernali per fare immersioni e snorkeling.

2. Quali luoghi visitare

Dalle spiagge bianche ai templi antichi, dalle metropoli vivaci ai paesaggi di montagna, la Thailandia è una meta in cui i luoghi da vedere sono tantissimi e sarebbe impossibile elencarli tutti. Sicuramente devi iniziare da Bangkok, la capitale, ricca di templi, mercati galleggianti, ristoranti e negozi. La città di Chiang Mai, nel nord, è nota per la sua cultura unica, una cucina deliziosa e templi antichi come il famoso Wat Phra That Doi Suthep. Phuket, conosciuta come "la perla del sud", offre alcune delle spiagge più belle del paese, dove puoi dedicarti ad attività acquatiche come lo snorkeling e le immersioni. Ayutthaya, patrimonio dell'umanità dell'UNESCO, offre ai visitatori l'opportunità di ammirare le antiche rovine dei templi, delle pagode e dei palazzi reali. L'isola tropicale di Koh Samui, nel Golfo della Thailandia, è famosa per le sue spiagge di sabbia bianca e le acque cristalline, e ovviamente per i numerosi resort di lusso. Sukhothai, un altro sito UNESCO, era la capitale nel XIII secolo e offre ai visitatori la possibilità di esplorare antiche rovine e reperti archeologici. Infine, Pai, una città pittoresca del nord, circondata da montagne, è famosa per i suoi mercati artigianali, i villaggi tribali e i paesaggi pittoreschi.

Il consiglio in più: a Kanchanaburi, a tre ore di auto da Bangkok, potrai ammirare il famoso ponte sul fiume Kwai.

3. Vacanze in Thailandia per tutte le tasche

La Thailandia è un paese ricco di resort di lusso e spiagge paradisiache, e non sempre una vacanza qui sembra alla portata di tutte le tasche... oppure sì? In realtà con un po' di organizzazione è possibile fare una vacanza a basso costo anche in questo paradiso. Innanzitutto, una delle principali spese quando si viaggia in Thailandia è l'alloggio, ma ci sono opzioni economiche come gli ostelli, le camere in affitto e i B&B. Inoltre, puoi risparmiare evitando di prenotare in alta stagione: come abbiamo visto, a parte i mesi estivi, il clima è ottimo per la maggior parte dell'anno. Il cibo di strada è un'altra opzione economica per mangiare in Thailandia, dove piatti deliziosi come il pad thai o il curry di pollo possono costare meno di un dollaro, magari accompagnati da una birra locale. Gli spostamenti in Thailandia sono costosi se ti muovi in aereo da un angolo all'altro del paese, mentre l'autobus e il treno hanno tempi un po' più lunghi, ma costano notevolmente di meno. Inoltre, scegliere di viaggiare fuori dalle zone turistiche può significare prezzi più bassi per i trasporti.

Il consiglio in più: maggio è un mese di bassa stagione, un ottimo momento per prenotare una vacanza spendendo meno.

4. Cosa fare in Thailandia

La prima delle principali attrazioni della Thailandia è sicuramente la sua bellissima natura, che include le isole paradisiache, spiagge e parchi nazionali. In questo paese puoi vivere una vacanza all'insegna delle escursioni, dei bagni sotto le cascate o dell'esplorazione di grotte. In Thailandia i parchi nazionali, poi, sono numerosi, come il Khao Yai National Park, patrimonio UNESCO a est di Bangkok, il Doi Inthanon National Park a Chiang Mai, con la montagna più alta del paese, detta il tetto della Thailandia, oppure l'Elephant Nature Park, sempre a Chiang Mai, dove puoi ammirare i pachidermi nel loro habitat naturale. Se cerchi un po' di avventura, avrai molte occasioni per fare rafting, kayak, paracadutismo e snorkeling. Infine, la Thailandia è anche famosa per la sua vita notturna, in fondo, dove ci sono meravigliose spiagge tropicali, è facile che ci siano anche discoteche, bar e animatissime feste in riva al mare.

Il consiglio in più: nei parchi nazionali thailandesi è vietato raccogliere souvenir, come coralli o conchiglie.

5. Gli eventi da non perdere

Concludiamo la nostra guida sul periodo migliore per visitare la Thailandia con un ultimo parametro di scelta: le feste e gli eventi da non perdere. Questo paese, infatti, manifesta le sue tradizioni attraverso moltissime festività tradizionali che ti permetteranno di calarti nella sua cultura. A gennaio, per esempio, si festeggia il Capodanno Cinese, che viene celebrato in tutto il paese, in particolare nella Chinatown di Bangkok. La città si tinge di rosso e ospita emozionanti sfilate di draghi e balli per le strade. A febbraio, si tiene il festival dei fiori di Chiang Mai, che attira turisti da tutto il mondo. Questo colorato festival di tre giorni include una parata e allestimenti di crisantemi e della rosa damascena, una varietà che si trova solo a Chiang Mai. A metà aprile, si tiene il Songkran, il tradizionale Capodanno Thailandese, che viene celebrato in tutto il paese. In quest'occasione viene gettata dell'acqua profumata sulle persone e lungo le strade per lavare simbolicamente via i peccati e la sfortuna. A novembre c'è il suggestivo festival Loy Krathong, celebrato prevalentemente nel sud-ovest: cestini decorati vengono fatti a mano e fatti scorrere sul fiume mentre la gente del posto esprime un desiderio.

Il consiglio in più: in ottobre mangia sano al gustoso Festival Vegetariano di Phuket.

Potrebbe interessarti anche:

Trova la destinazione perfetta per te!

Iscriviti alla nostra newsletter

Riceverai offerte esclusive e le nostre migliori proposte.

In più, imperdibili consigli di viaggio, per trovare sempre nuove mete.