Come programmare una vacanza in bicicletta

Sogni un'avventura in bicicletta? Stai pensando alle soleggiate strade costiere dell'Andalusia o alle imponenti salite dei Pirenei? Le possibilità sono tantissime quando si parla di percorsi ciclabili. Ma è importante individuare quello più adatto a te. 

Innanzitutto scegli se puntare su un viaggio organizzato, sotto la guida di un tour operator, o se preferisci andare per conto tuo. In entrambi i casi ci sono pro e contro. In questa guida ti aiuteremo a capire qual è la soluzione perfetta per te.  

Laura Fletcher
Giornalista di ciclismo

I vantaggi di un tour operator specializzato

Con un viaggio già organizzato, non ti resta che presentarti nel posto concordato e seguire le istruzioni della tua guida. Ecco una lista di tutti i servizi solitamente inclusi in questo tipo di tour. Non è detto che siano sempre previsti, quindi verifica tutti i dettagli prima di prenotare.
  • Sistemazione: l'operatore prenota l’hotel per l'intera durata del viaggio. Ti verrà offerta una camera singola o condivisa. A volte è necessario prenotare delle notti extra se il volo arriva la notte prima dell'inizio del viaggio. 

  • Percorso prestabilito: l'intero itinerario viene pianificato nei dettagli, con le varie tappe e le soste. Un grande vantaggio: risparmierai un sacco di tempo in fase di preparazione del viaggio. 

  • Guida e supporto durante il tragitto: questo servizio varia a seconda degli operatori, per cui verifica tutto prima di prenotare. A volte è un supporto completo, ovvero c'è una guida ciclistica sempre presente. Ti illustra il percorso e ti può dare una mano in caso di problemi, come gomme a terra o altro. Alcuni tour offrono perfino un furgone di supporto. Così puoi accedere ai tuoi bagagli, cambiarti i vestiti, fare uno spuntino, rifornirti d'acqua. Può anche riportarti in hotel se la stanchezza si fa sentire e vuoi scendere dalla bici prima del previsto. A seconda dell'organizzatore, il servizio di supporto presenta caratteristiche diverse. Ad esempio, potresti avere un furgone sempre con te, ma senza guida. In questo caso di solito ti viene fornito un dispositivo GPS con il percorso da seguire e il numero di telefono di una guida, da chiamare in caso di emergenza.   

  • Trasferimento bagagli: un grande vantaggio di un tour organizzato è che non dovrai preoccuparti di spostare le tue valigie da un hotel all'altro. Ci pensa l'operatore. Così non ti resta che goderti il viaggio. 

  • Noleggio bici/attrezzatura: la maggior parte degli operatori fornisce anche la bicicletta per l'intero viaggio. Ciò ti farà risparmiare denaro e fatica. Non dovrai imballare la bici, portarla in aeroporto, farle raggiungere la meta e poi assemblarla all'arrivo. Quanto all'attrezzatura, meglio portarsi il proprio casco e il resto degli accessori.
       
  • Trasferimenti per l’aeroporto: i tour in bicicletta di solito non iniziano nello stesso posto in cui atterri, quindi dovrai raggiungere il punto di partenza. Stessa cosa accade quando il percorso è finito ed è necessario tornare in aeroporto. Spesso gli operatori offrono un servizio di transfer aeroportuale che ti farà risparmiare molto tempo ed energia, soprattutto se viaggi con la tua bici. 
Insomma, gli operatori specializzati in questo tipo di viaggi hanno molto da offrire! Ma anche viaggiare da soli ha i suoi vantaggi e può essere molto divertente. Pianificare una vacanza in bicicletta in completa autonomia richiede di stabilire il percorso, prenotare gli hotel, orientarti durante il tragitto e portare con te le tue cose. Ma il divertimento e l’adrenalina non mancheranno mai. Il viaggio fai da te è anche più economico, ti dà la libertà di andare dove vuoi e di muoverti secondo i tuoi ritmi.

Cosa considerare per il tuo viaggio in bici

Sia che tu scelga un tour organizzato o un viaggio in solitaria, ecco alcune cose da considerare per pianificare il percorso su due ruote perfetto.

  • Durata del viaggio: può occupare lo spazio di un weekend o estendersi fino a due settimane in un intero paese. La maggior parte sono di circa una settimana, con un giorno per spostarsi all'andata e uno al ritorno (per cui su sette giorni, cinque sono di ciclismo). Per un principiante, una durata di tre giorni può essere un ottimo modo per sperimentare. Per i ciclisti più esperti o i guru del fitness, una settimana o più rappresenta una bella sfida. Di quelle che ti portano a scoprire un sacco di luoghi diversi e a coprire tanta strada. 

  • Difficoltà: le vacanze in bicicletta non sono solo per ciclisti super allenati ed esperti. La maggior parte dei tour operator indica il livello di impegno e una panoramica del percorso. Fai attenzione ai terreni descritti come pianeggianti, collinari o montuosi. Ad esempio, le colline comportano dei saliscendi, mentre le montagne possono richiedere 20 km di arrampicata (ti meriterai una bella scorpacciata dopo). Oltre agli alti e bassi, di solito viene fornita anche la distanza percorsa ogni giorno. Una giornata di viaggio facile può essere di 20-40 km, mentre una più impegnativa può superare i 100 km. 

  • Superficie: informati su quella che dovrai percorrere. È tutto su strada? La maggior parte delle strade europee è ciclabile, ma ci saranno delle auto accanto a te, quindi assicurati che sia una cosa con cui ti senti a tuo agio. Il Nord Europa ha grandi reti di piste ciclabili e puoi trovare ottimi percorsi lontano dalla strada. Ad esempio quelli lungo i canali. Poi c'è il ciclismo fuoristrada, sempre più popolare. Quindi, se hai voglia di uscire nei boschi, cerca i percorsi sterrati e sali in sella alla tua mountain bike!
     
  • Località: è scontato, ma è meglio scegliere come meta un posto che vuoi visitare. Dall'Islanda all'Indonesia, dal Sudafrica all'Australia, le vacanze in bicicletta si possono fare un po' ovunque. È un modo semplice per esplorare il più possibile la destinazione dei tuoi sogni. E, per chi sceglie un tour operator, è anche l'opportunità per condividere quest'esperienza con una comitiva amichevole, appoggiandosi a dei fornitori locali esperti per tutti i dettagli. Altre cose da considerare sono il meteo e le condizioni stradali dei luoghi. 

  • Supporto: Hai una bicicletta o te ne serve una all'arrivo? Porti con te tutta la famiglia? Alcuni operatori forniscono attività alternative per ragazzi o partner che non amano le lunghe giornate in sella. Se hai bisogno di supporto e servizi extra, verifica cosa include il tuo pacchetto. Alcuni operatori offrono anche viaggi "non supportati". Ovvero ti forniscono solo biciclette, mappe e un contatto di emergenza e ti mandano per strada. Sicuramente non per deboli di cuore, ma un vero must per chi ama l'adrenalina. 
Ora che abbiamo passato in rassegna tutti i punti fondamentali, non ti resta che considerare tutte le opzioni di vacanza in bicicletta e cominciare a pregustare l'avventura che ti aspetta.

Potrebbe interessarti anche

Trova la destinazione perfetta

Registrati alla nostra newsletter

Ti invieremo le migliori offerte in anteprima ma anche promozioni esclusive, consigli di viaggio e aggiornamenti su dove puoi viaggiare.