Paesaggi lunari

Posti che somigliano alla luna

50 anni fa, Neil Armstrong diventava la prima persona a mettere piede sulla luna. Nei decenni trascorsi da allora, la nostra curiosità verso altri mondi lontani è cresciuta alla stessa velocità dei progressi tecnologici. Tuttavia, la peculiare geologia della Terra ha creato alcuni spettacolari paesaggi lunari che non richiedono l’uso di astronavi per essere visitati. Quindi, se vuoi andare in vacanza in un luogo che sembri un altro pianeta, ecco alcune idee per te.

Andrea
Membro del team Volagratis
& viaggiatrice esperta

Le Azzorre

Il paesaggio di questo arcipelago portoghese in mezzo all’Atlantico è caratterizzato da oltre 1500 vulcani attivi. Non c’è da sorprendersi se il geoturismo sia una grande attrazione nelle Azzorre: i visitatori intrepidi possono Scoprire migliaia di gole vulcaniche, caverne, laghi e sorgenti d’acqua termale. La posizione delle isole dalla vegetazione rigogliosa attrae inoltre molte specie di uccelli migratori ed offre dimora permanente a due delle specie aviarie più rare d’Europa: la procellaria di Montero e il ciuffolotto delle Azzorre.

Perché visitarle?
Si possono fare escursioni, osservare le balene e trovare passeggiate nei vigneti vulcanici.

Cappadocia

Se esiste una regione al mondo che può vantarsi dei propri camini delle fate, questa è la Cappadocia, in Turchia. Formati da una roccia morbida chiamata “tufo vulcanico”, questi camini sono i residui di antiche eruzioni vulcaniche, seguite da milioni di anni di erosione da parte di vento e pioggia. Il paesaggio è costellato di queste guglie, che raggiungono altezze fino a quasi 40 metri. Ai tempi dei Romani, le comunità cristiane perseguitate utilizzavano il malleabile tufo vulcanico per creare città sotterranee, di cui rimane un’abbondanza di testimonianze che i turisti odierni possono Scoprire.

Perché visitarla?
Il modo migliore per apprezzare il sollievo della Cappadocia è quello della mongolfiera, un'esperienza che vi sorprenderà.

Fuerteventura

I paesaggi lunari creati dalla lava nell’arido entroterra di Fuerteventura creano uno spettacolare contrasto con la sabbia bianca delle sue coste. Le spiagge sabbiose e, in particolare, le dune di Corralejo rappresentano l’attrazione principale dell’isola per molte persone. Si può praticare il kite-surfing, ma anche il bird-watching è molto popolare: non c’è destinazione più probabile per chi ambisca a vedere la specie a rischio dell’ubara.

Perché visitarla?
In acqua è possibile fare surf e immersioni, mentre barche con fondo trasparente sono disponibili per chi preferisce restare all’asciutto.

Wadi Rum

A Wadi Rum, in Giordania, è stato riprodotto il pianeta Marte per molti blockbuster di fantascienza. In particolare, è stata la location scelta per il pianeta fittizio di Jedha, nella saga di Star Wars. Non sorprende quindi che Wadi Rum sia popolare tra gli appassionati di cinema che desiderano provare di persona ciò che hanno visto sullo schermo. Attira anche turisti avventurosi che desiderano fare trekking, salire sui monti di arenaria, cavalcare i cammelli o i cavalli arabi oppure accamparsi sotto gli sterminati cieli stellati.

Perché è da visitare?
Ideale per i più avventurosi, si possono fare escursioni a piedi, scalare le sue montagne di arenaria, cavalcare cammelli o cavalli arabi, o accamparsi sotto i suoi vasti cieli stellati.

Deserto Black Rock

Se si pensa a luoghi che somigliano alla luna, è difficile immaginarne di più simili della playa e dei letti di lava del deserto Black Rock, nel Nevada. Questa regione remota è nota soprattutto per l’annuale festival del Burning Man, dedicata all’auto-espressione artistica, simboleggiata dal rogo di una grande effigie di legno. Negli altri periodi dell’anno, queste distese desertiche apparentemente sconfinate si prestano a gare di velocità su terra.

Perché visitarlo?
Ogni anno il Burning Man festival crea una città temporanea in mezzo al deserto che accoglie migliaia di visitatori.

Salar de Uyuni

Ex-lago preistorico, ora Salar de uyuni, in Bolivia, è la distesa salata più grande del mondo. Disseminate di cactus, sorgenti calde e lagune, queste luccicanti distese bianche di sale non hanno simili al mondo. Si trovano a un’altezza media di 3.600 metri e di notte possono essere gelide. Tuttavia, la ricompensa per i visitatori è enorme, in particolare per coloro che programmano il viaggio nella stagione delle piogge e assistono quindi al famoso “effetto specchio”.

Perché visitarlo?
È una delle meraviglie naturali non dichiarate del pianeta, è lo scenario perfetto per creare foto uniche.

Il Deserto Bianco

Nel Deserto Bianco, Egitto, spire rocciose di gesso bianco sbucano dalla terra e si spingono verso il cielo. Ciò produce uno spettacolare paesaggio alieno da cui è quasi impossibile non farsi rapire. Tuttavia, la presenza di pecore di Barberia, fennec e due rare specie di gazzella, Rhim e Dorcas, testimonia l’autentica natura desertica della zona.

Perché visitarlo?
Per gustare il massimo effetto occorre tuttavia accamparsi per la notte, quando le strutture di gesso assumono un aspetto quasi artico.

Valle de la Luna

Basta un’occhiata alla Valle de la Luna, nel deserto di Acatama, in Cile, per capire come ha ottenuto questo nome. Imponenti dirupi rossi creano un paesaggio che cambia ogni anno e salire su una di esse per ammirare il paesaggio lunare sottostante è un must assoluto per ogni visitatore. Un altro must è osservare il tramonto sulla Grande Duna. 

Perché visitare?
La Valle della Luna è un luogo ideale per la contemplazione e per ammirare la diversità geologica.

Jokulsarlon

Se vuoi vedere degli iceberg, il posto migliore è Jokulsarlon, in Islanda. Di colore blu glaciale o bianco latteo, procedono attraverso la laguna ghiacciata come esseri soprannaturali. Attorno e sotto di essi nuotano enormi banchi di pesci, che nutrono le foche e gli uccelli marini, tra cui le pulcinelle di mare e gli skua predatori. I viaggi in barca nella laguna offrono ai turisti delle spettacolari viste degli iceberg e della fauna selvatica.

Perché è da visitare?
Nel Parco Nazionale di Skaftafell si possono trovare posti per passeggiare sui ghiacciai e vedere le grotte di ghiaccio.

Mauna Kea

La montagna più alta del mondo non si trova nell’Himalaya, ma alle Hawaii. Il vulcano dormiente offre l’opportunità di fare escursioni tanto impegnative quanto emozionanti. Si superano un lago alpino e molti coni rossi come la brace per giungere finalmente alla cima coperta di neve e guardare dall’alto le nuvole lontane.

Lo sapevi?
Gran parte del vulcano Mauna Kea si trova sotto il Pacifico, ma più di 4000 metri si ergono al di sopra del livello del mare.

Potrebbe interessarti anche:

Trova la destinazione perfetta per te:

Lasciati ispirare!

Cerchi ispirazione per viaggi e altre offerte? Registrati! Inserendo la tua email potremo inviarti proposte commerciali personalizzate, nostre o di partner, elaborate automaticamente. Per maggiori info e revoca del consenso, leggi l'informativa sulla privacy.

Scopri le nostre applicazioni
Seguici su