6 cose da vedere a Ferrara

Guida di Ferrara: cosa vedere in 1 giorno

Meravigliosa città, nata sulle sponde del Po, Ferrara divenne un importante centro artistico e culturale in epoca medievale, sotto gli Estensi. La città, insieme al delta del Po che proprio qui incontra il Mar Adriatico, è stata dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO. Hai un giorno per visitarla? Ecco cosa puoi vedere.

  1. Castello Estense
  2. Cattedrale di San Giorgio Martire e Piazza Trento e Trieste
  3. Via delle Volte
  4. L'Addizione Erculea e il Quadrilatero degli Angeli
  5. Palazzo dei Diamanti
  6. Palazzo Schifanoia

Ferrara conserva ancora moltissimo della sua epoca medievale e rinascimentale. Perditi tra i suoi splendidi palazzi e le tipiche stradine di ciottoli del centro storico. Visita la Cattedrale, il Castello e i suoi edifici storici, in un viaggio nel tempo indimenticabile. Il fascino di questa città non potrà che catturarti.

1. Castello Estense

Al primo posto del tuo itinerario di un giorno non può che esserci l'attrazione principale di Ferrara: il Castello Estense. Questa rocca medievale in mattoni rossi, situata proprio in centro, fu voluta da Niccolò II d'Este con lo scopo di proteggere gli Estensi da nemici e sommosse. Il Castello è dotato di tutti gli optional: un fossato, tre ponti levatoi e quattro massicce torri, e all'esterno ha ancora lo stesso aspetto di quando fu completato nel XVI secolo. Puoi visitare anche i sotterranei, che un tempo fungevano da prigioni. Gli interni, invece, sono stati restaurati e rimaneggiati nei secoli, e purtroppo sono privi di arredi, ma puoi ancora ammirare i meravigliosi affreschi e i dipinti sui soffitti. Non può mancare una visita alla Loggia degli Aranci e alla Torre dei Leoni, da cui si gode una fantastica vista panoramica sulla città. Prendi nota: durante i weekend e nei giorni festivi è possibile fare il tour in barca nel fossato!

Da sapere: il Castello è aperto ogni giorno. Il biglietto d'ingresso intero costa 8 €, il ridotto 6 €.

2. Cattedrale di San Giorgio Martire e Piazza Trento e Trieste

Lo spettacolare Duomo di Ferrara, ovvero la Cattedrale di San Giorgio Martire, si trova nel centro storico, ad appena 3 minuti a piedi dal Castello Estense. Costruita nel XII secolo, la cattedrale colpisce subito per la sua splendida facciata romanica in marmo bianco, decorata con diverse statue e bassorilievi, e divisa in tre parti e con tre cuspidi, il cui risultato è un'architettura dallo stile unico. L'interno barocco presenta un soffitto decorato e numerose opere d'arte. Interessante anche il suo campanile rinascimentale, rimasto incompiuto, opera di Leon Battista Alberti. Sulla sinistra, il lato lungo del Duomo affaccia sull'antica piazza delle Erbe, oggi piazza Trento e Trieste, un tempo importante luogo di scambi commerciali e sede dell'antica Loggia dei Merciai.

Da sapere: l'ingresso alla Cattedrale, aperta ogni giorno, è gratuito. Piazza Trento e Trieste e zona pedonale.

3. Via delle Volte

Dopo due mete così impegnative, è ora di una piacevole passeggiata per il centro di Ferrara, e il luogo ideale è di sicuro l'affascinante via delle Volte, con i suoi tipici ciottoli arrotondati che sentirai sotto i piedi mentre cammini. Il suo nome deriva dalle volte tra gli edifici che formano dei tunnel ad arco. Quando passeggi per questa strada, prova a fare un salto indietro nel tempo con la fantasia, e immagina tutte le piccole botteghe artigiane e le bancarelle di mercanti che un tempo brulicavano nei vicoletti che la attraversano. Oggi la strada è ricca di locali e ristorantini dove gustare la cucina ferrarese. Un passaggio qui durante la tua gita di un giorno è davvero immancabile.

Da sapere: naturalmente via delle Volte è sempre accessibile ed è una zona pedonale.

4. L'Addizione Erculea e il Quadrilatero degli Angeli

Da Largo Castello, dove sorge il Castello Estense, in pieno centro storico, parte una bellissima strada, il Corso Ercole I d'Este, che presenta su entrambi i lati bellissimi palazzi rinascimentali. Il Corso è una delle due vie principali della cosiddetta Addizione Erculea, ovvero un riassetto urbanistico di Ferrara, avvenuto verso la fine del XV secolo e voluto, appunto, da Ercole I d'Este, per affrontare la crescita della popolazione della città. L'ampliamento, o meglio, l'addizione, comportò l'abbattimento delle mura a nord di Ferrara allo scopo di costruire il nuovo quartiere. Risultato di questa aggiunta fu una nuova zona abitativa tra Corso I Ercole d'Este, Corso Biagio Rossetti (dal nome dell'architetto che se ne occupò) e Corso Porta a Mare. Questa zona ospita alcuni tra gli edifici storici più belli di Ferrara, come il Palazzo Turchi di Bagno, il Palazzo Prosperi-Sacrati, ma soprattutto il Palazzo dei Diamanti.

Da sapere: il Quadrilatero degli Angeli, naturalmente, un'area aperta al pubblico e sempre accessibile.

5. Palazzo dei Diamanti

Tra i tanti edifici storici di notevole bellezza che fiancheggiano il corso Ercole I d'Este e che hanno facciate riccamente decorate, nessuno è bello come il Palazzo dei Diamanti, progettato dall'architetto Biagio Rossetti per Sigismondo d'Este, fratello del duca di Ferrara, e oggi sede della Pinacoteca Nazionale. L'esterno del palazzo è composto da più di 8.000 bugne, ovvero i blocchi di marmo bianco scolpiti dalla caratteristica forma di punte di diamante che sembrano uscire fuori dalla parete esterna. Ed è proprio dalle forme delle bugne sulla facciata che il Palazzo prende il suo nome. Aggiungiamo poi che queste furono progettate in questa forma per riflettere la luce, proprio come le sfaccettature dei diamanti. La facciata del Palazzo dei Diamanti è una delle più singolari della città.

Da sapere: l'ingresso al Palazzo dei Diamanti costa 13 €, mentre il ridotto costa 11 €.

6. Palazzo Schifanoia

A circa 15 minuti a piedi dal Castello Estense, in Via Scandiana, si trova un altro edificio storico molto interessante: il Palazzo Schifanoia, noto per i suoi splendidi affreschi. Sembra che il suo nome derivi dallo 'schivare la noia', era infatti un luogo concepito per feste e divertimenti. Mentre la sua facciata, così come si vede oggi, è piuttosto semplice, l'ingresso principale del palazzo, in marmo bianco, è già di per sé un'opera d'arte. Immancabile, nella parte superiore del portale, lo stemma della Casa degli Estensi. Ma il palazzo, dicevamo, è famoso per gli affreschi che si trovano al suo interno. Nel Salone dei Mesi, puoi ammirare la rappresentazione allegorica dei mesi dell'anno di Cosimo Tura, con divinità su carri trainati da animali, insieme a scene che rappresentano ogni mese. I dettagli raffigurati e i colori sono sbalorditivi. E con questa visita puoi chiudere in bellezza il tuo tour delle cose da vedere a Ferrara in un giorno, e goderti la serata in uno dei ristorantini del centro.

Da sapere: il Palazzo è chiuso il lunedì. Il biglietto intero costa 12 € e il ridotto 9 €.

Trova la destinazione perfetta per te!