César Manrique - L'eroe locale

César Manrique -il più famoso tra tutti gli artisti delle Canarie- era molto più di un semplice artista locale: era anche architetto, ambientalista e visionario. Il suo lavoro e la sua influenza possono essere notati in tutta Lanzarote e, sebbene abbia vissuto all'estero per molti anni, socializzando con personaggi del calibro di Andy Warhol e Jackson Pollock, ha trascorso in patria sia gli anni della formazione che i suoi periodi più creativi.

Dai un'occhiata alla nostra video guida per vedere il suo lavoro e la sua influenza in tutta l'isola.  

In effetti, César Manrique era quasi una sorta di gruppo di protesta individuale, che ha combattuto per preservare e migliorare la bellezza naturale della sua terra natia. Ha contribuito a ideare, progettare e sviluppare l’espansione e la crescita turistica dell’isola. Ha collaborato a stabilire rigorose restrizioni urbanistiche ancora oggi in vigore sull'isola. La sua voce è stata così potente (è morto nel 1992) che lo sviluppo di grandi palazzi è ancora limitato in tutta l'isola, i cartelloni pubblicitari sono tuttora vietati e i cavi telefonici restano nascosti sottoterra. Ha anche stabilito i colori delle porte d'ingresso dell'isola: quelle delle case interne dovevano essere dipinte di verde, quelle delle case costiere di fronte al mare di blu. Ha combattuto, lusingato, persuaso e preteso, nel tentativo di garantire la conservazione di ciò in cui credeva: una via di mezzo tra un eco-guerriero e un fastidioso scocciatore. Eppure ce l'ha fatta: ecco il motivo per cui oggi è così ammirato.

La sua vita e la sua arte si sono incontrate in un'esplosione creativa di colore, diventata una celebrazione della storia e della cultura dell'isola. E la sua influenza può essere notata in tutta Lanzarote. 


I posti migliori dove ammirare il suo lavoro e la sua influenza sono: 

Jameos del Aqua

Perché andarci? Fantastici tunnel di lava trasformati dalla visione artistica di Manrique.

Jameos del Aqua è un luogo come nessun altro sul pianeta. Una terra fantastica di rocce laviche, tunnel e tubi vulcanici fatti uscire allo scoperto e diventati parte del paesaggio in seguito a eruzioni, il tutto trasformato dalla sfrenata immaginazione di Manrique. È una serie di tunnel di lava, che corrono dentro, intorno e sotto l'area, che si estende fino a sei chilometri sotto il mare! Questi tubi vulcanici si aprono poi su magnifici spazi esterni riparati da palme e decorati con fiori, piante e opere di Manrique. È un esempio quasi perfetto di fusione tra natura e arte. Manrique lo ha definito "il nightclub più bello del mondo". E, quando le stelle brillano in cielo ed è in corso una festa o un concerto, lo è davvero. Un jameo è un tunnel creato dalla lava: qui i due tunnel principali portano prima a Jameo Chico (ristorante, caffetteria, club e bar) e poi a Jameo Grande (una fantastica piscina circondata da un giardino). Vai, mangia, bevi e divertiti: sarà un'esperienza memorabile, qualunque cosa tu scelga di fare.

Indirizzo: Carretera, S/N, 35542 Arrieta, Las Palmas, Spagna
Orari di apertura: 10:00-18:30, martedì e sabato 10:00-0:30
Ingresso: adulti 9,50 euro, bambini 4,75 euro

Jardin de Cactus

Perché andarci? Giardino progettato da Manrique, la più grande collezione di cactus al mondo.

Altro successo di Manrique, questo giardino si trova in una cava in disuso, che l'artista ha trasformato in un anfiteatro botanico. Ha decorato l'intero giardino usando i materiali naturali del territorio, realizzando pareti, percorsi, ponti e archi, valorizzando le rocce rosse, il terreno vulcanico nero e le belle piscine naturali. Completato il lavoro, Manrique ha riempito il giardino di piante e piante grasse, a migliaia. I cactus godono oggi di un periodo di popolarità in cui sono riconosciuti come le piante più alla moda per la casa, ma César ne è sempre stato un fan. Questa collezione supera ora le 4.500 unità, e si tratta della più grande collezione di cactus al mondo. Altre piante rare e autoctone sono state aggiunte nell'arco dei venti anni impiegati per finire il lavoro. Ovviamente, nessun progetto di César Manrique è mai mancato di un ottimo bar/caffetteria. Sicuramente apprezzerai un po' di ristoro dopo la visita a questo grande giardino pieno di aculei. 

Indirizzo: Av. Garafía, 35544 Guatiza, Las Palmas, Spagna
Orari di apertura: dalle 10 alle 17.45 / 15 luglio – 15 settembre: dalle 9 alle 17.45
Ingresso: adulti 5,80 euro, bambini 2,90 euro

Fondazione César Manrique

Perché andarci? Il Museo Manrique presenta la sua vita e il suo lavoro.

Qui è dove l'artista ha vissuto e lavorato, ed è oggi sia un museo che una fondazione. Si trova nel Nord dell'isola, a Haria -forse il villaggio più bello di Lanzarote– ed è collocato nella valle conosciuta come la "valle delle mille palme", ​​dove è tradizione del villaggio che un nuovo albero sia piantato ogni volta che nasce un bambino. Haria il sabato mattina propone anche un fantastico mercato, che senza dubbio merita una visita. La casa mozzafiato sede della fondazione, nota come Taro de Tahiche, iniziò la sua vita come costruzione su cinque bolle vulcaniche, che Manrique trasformò in cinque grandi sale collegate da tunnel di lava. Al piano terra della casa si può trovare un po' di tutto: una piscina e una piccola pista da ballo, un forno aperto e un barbecue. A quest'uomo, evidentemente, piaceva molto fare festa.
La parte superiore è invece più tranquilla e tradizionale, con stanze grandi e splendide viste. Gli arredi sono tutti locali, dai mobili ai tessuti passando per l'artigianato. Lo studio dell'artista era in un edificio adiacente ed è rimasto esattamente come lo ha lasciato: con i pennelli, i cavalletti, i disegni e le tele incompiute. Ma la natura è presente ovunque, con fiori dappertutto, piante rampicanti e un fico che cresce nel centro di una stanza. Essendo una persona che non ha mai lasciato nulla al caso, César Manrique ha supervisionato anche la conversione della sua casa in museo, appena due mesi prima della sua morte.

Indirizzo: Calle Jorge Luis Borges, 16, 35507 Tahiche, Las Palmas, Spagna
Orari di apertura: tutti i giorni dalle 10 alle 18
Ingresso: adulti 8 euro, bambini 1 euro

Tutte le gemme di Manrique sono aperte al pubblico ogni giorno. Ma, ovunque tu vada, sentirai comunque la sua influenza, perché l'isola è costellata di enormi strutture note come "Juguetes del Viento" (giochi del vento), da lui create in ricordo dei mulini a vento che tanto amava da bambino. La sua eredità sta in un certo senso nell’aver trasformato l'isola nel suo personale parco giochi gigante, che ognuno di noi ora ha il privilegio di condividere.

Potrebbe interessarti anche